16 dicembre, 2017
In Evidenza
Featured posts

Roma, 25 ottobre – Si è svolto mercoledì 25 ottobre l’incontro pubblico “La Sfida della Trasparenza”, presso la sede dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, in Piazza dell’Enciclopedia Italiana, 4.
Nato in Svezia 250 anni fa, il diritto di accesso alle informazioni della pubblica amministrazione si è diffuso nelle democrazie del resto d’Europa e nel resto del mondo negli ultimi 50 anni. Oggi le Costituzioni e la legislazione di oltre 100 Paesi consentono ai cittadini di chiedere e ottenere informazioni da chi li amministra, e riconoscono l’accesso come diritto civile fondamentale.
Dal 2013 ad oggi, con l’emanazione prima del D.Lgs n.33 e poi del D.Lgs.n.97/2016 (c.d. FOIA) anche l’Italia ha fatto un grande passo in avanti nel garantire forme di accesso generalizzato agli atti della P.A.  In un contesto simile, in grande evoluzione, il Comune di Roma propone un Regolamento per l’accesso agli atti che sembra in contro-tendenza, introducendo restrizioni rispetto al dettato normativo.
Ne hanno parlato la Presidente del Municipio Sabrina Alfonsi, la Ministra della Funzione Pubblica Marianna Madia, Massimo Bray,  Alberrto Bitonti, Valerio Barletta, con la partecipazione delle Associazioni impegnate nella promozione del diritto alla trasparenza e all’accesso civico. Ha moderato il dibattito il giornalista parlamentare Stefano Menichini.

video del convegno

 

Roma, 21 ottobre  –  “Street Art” con i bambini a colorare i giochi e le panchine, musica con la piccola orchestra, dolci fatti in casa e soprattutto tanta partecipazione alla festa organizzata dopo la risistemazione dell’area giochi di Piazza Prati degli Strozzi, una delle 20 aree verdi di interesse locale la cui manutenzione sarà curata direttamente dal Primo Municipio, grazie all’attuazione della deliberazione per il decentramento del verde locale proposta dall’Assessora Estella Marino. Un’assunzione di responsabilità diretta nei confronti del verde della nostra città che abbiamo fortemente voluto, per provare a contrastare un degrado che sembra inarrestabile e restituire decoro e pulizia ai luoghi frequentati dai nostri bambini. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per rendere possibile la realizzazione di questo momento di incontro:l’Assessora Anna Vincenzoni, il Consigliere Jacopo Scatà, l’Associazione Trionfalmente 17.

#Noiandiamoavanti

PRESIDENTE: RAGGI RIPRENDA DIALOGO CON TERRITORI

Roma, 17 ottOBRE – Con 13 voti favorevoli, 2 astenuti e il voto contrario dei tre Consiglieri del Movimento 5 Stelle il consiglio del Municipio Roma I Centro ha approvato nella seduta di oggi la relazione della presidente Sabrina Alfonsi sul primo anno di mandato. Un anno in cui la Giunta del I Municipio ha svolto “una attivita’ intensa”, si legge nella nota dell’ex circoscrizione, “con 44 riunioni e 113 atti approvati, un dato assai superiore a quello che si e’ registrato in ogni altro Municipio della Capitale”. Questi sono stati i principali settori nei quali si e’ svolta l’attivita’ della Giunta municipale: “progetti per l’adeguamento antincendio e la manutenzione delle scuole, decine di interventi di riqualificazione urbana promossi attraverso il bando Roma sei Mia, interventi per la cura del verde e per la mobilita’ sostenibile, promozione e sostegno alle attivita’ culturali, ottimizzazione dell’utilizzo dei fondi a disposizione per i servizi alla persona, in particolare nei settori dell’infanzia e degli anziani, costante attivita’ di promozione delle reti sociali”. “Abbiamo lavorato tanto, come siamo stati abituati a fare anche nei tre anni del mandato precedente- ha commentato Alfonsi- anche se quest’anno abbiamo dovuto assistere ad un radicale cambiamento di prospettiva per l’amministrazione del Municipio, una delle due uniche strutture territoriali non allineate politicamente con il Campidoglio ed in ogni caso l’unica ad essere stata riconfermata dopo le ultime elezioni amministrative.
Al clima di grande collaborazione tra Campidoglio e Municipi che si era instaurato nella precedente consiliatura, si e’ sostituito oggi un atteggiamento di diffidenza e di arroccamento da parte della Sindaca che, nonostante i proclami sul decentramento sbandierati in campagna elettorale, in questi mesi ha ampiamente dimostrato di non voler condividere con i territori i processi di formazione delle decisioni. La Conferenza dei presidenti voluta da Marino, dopo tre riunioni interlocutorie, ha smesso di essere convocata, sostituita da consultazioni tutte interne al Movimento 5 Stelle, privando cosi’ le due presidenti di opposizione dell’unica possibilita’ di confronto istituzionale. Confronto che noi abbiamo cercato in continuazione, inviando alla sindaca e ai vari assessorati capitolini decine e decine di comunicazioni su questioni di ogni natura, dal decoro alla manutenzione della citta’ e del verde, dall’emergenza della raccolta dei rifiuti ai temi della mobilita’ e della sicurezza urbana. Oltre ad una serie di proposte, riguardanti alcuni temi legati alla riqualificazione urbana, come ad esempio il giardino sopra il parcheggio interrato di Via Giulia o le proposte di isole ambientali a Monti e Aventino. Ebbene, dal Campidoglio c’e’ stata una imbarazzante mancanza di riscontri, ben oltre i limiti della correttezza istituzionale dei rapporti tra organi della stessa amministrazione. Una situazione che, unita alla conclamata inadeguatezza delle risorse umane e strumentali da noi ripetutamente denunciata in questi mesi, non fa che accrescere le difficolta’ nella gestione di un Municipio cosi’ peculiare come il Primo. Tuttavia noi andiamo avanti, con il sostegno della maggioranza in Consiglio, decisi a continuare la nostra battaglia per il decoro e la sostenibilita’ dei nostri rioni”.

‘MENTRE IN CITTA’ SI CHIUDONO SERVIZI NOI APRIAMO NUOVI SPAZI’

Roma, 11 ott. – È stata inaugurata questo pomeriggio, in uno spazio in via della Renella a Trastevere, la ludoteca pubblica ‘Le Civette’. La nuova struttura, che si compone di due aree gioco, una stanza per la musica ed una per far studiare i piu grandi, e’ stata realizzata in uno spazio di proprieta’ di una fondazione ed e’ stata interamente finanziata dal I Municipio, con 50.000 euro, sfruttando il bando della legge 285. A tagliare il nastro il presidente del Municipio I, Sabrina Alfonsi (nel video): “Trastevere aveva bisogno di questa ludoteca- ha spiegato- Sono un po’ commossa. Difficilmente ci autocelebriamo ma in un momento in cui la citta’ chiude servizi e tante altre esperienze noi apriamo una ludoteca qui, una a Prati e un centro per i ragazzi. Si tratta di luoghi in zone centrali di Roma perche’ vogliamo mantenere nel centro della citta’ non solo le persone benestanti ma tutti i livelli della societa’. É importante che ci sia un centro vivo, non solo per i turisti ma per i residenti”. “Questa ludoteca- ha aggiunto- sara’ aperta dalle 16 alle 19. Si tratta di un servizio per le famiglie perche’ qui avranno la possibilita’ di avere spazi dove i bambini possano fare attivita di tutti i tipi”. L’assessore alle Politiche sociali del I Municipio, Emiliano Monteverde, ha poi ricordato che “aprira’ anche un centro per le famiglie all’Esquilino che sara’ inaugurato entro il 2017 insieme alla ludoteca di Prati e il centro polifunzionale per i ragazzi sempre a Prati. Fornire servizi alle famiglie e’ un modo per dire che il I Municipio puo’ essere abitato da tutti e scommette sul suo futuro”.

VIDEO

VIDEO

link

 

Roma, 27 luglio 2017  –  Da venerdì 28 a domenica 30 luglio in Piazza S. Maria in Trastevere con le iniziative culturali organizzate dal Municipio Roma I Centro per la Festa de Noantri 2017.

Nel pomeriggio animazione e attività per i più piccoli, e poi dalle 21.30 sul palco teatro, musica e poesia, per  rendere omaggio e rivivere tutti insieme la bellezza delle tradizioni di una delle feste più amate nella nostra città.

La manifestazione è organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale “Il Posto delle Fragole”.

 

Il Programma:

 

Venerdì 28 Luglio

Palco

Ore 21.30-23.00

Gianfranco Phino in “The J Phino show”

 

Piazza

Attività per bambini insieme a Giulia Bornacin

Ore 18-19

 

 

Sabato 29 luglio

Palco

Ore 21.30-23.00

Lucilla Galeazzi col suo concerto “Tutti romani”

 

Piazza

Attività per bambini insieme a Giulia Bornacin

Ore 18-19

 

 

Domenica 30 luglio

Palco

Ore 21.30-23.00

Conferenza spettacolo su Pascarella, a cura di Andreina Ciufo con reading di Simona Zilli, Gabriele Manili e la musica di Valentina De Giovanni.

 

Piazza

Attività per bambini insieme a Giulia Bornacin

Ore 15-16

Roma, 22 luglio 2017 – Il referendum promosso dai radicali per la messa a gara nel 2018 del servizio di trasporto pubblico a Roma e’ una iniziativa forte, che ha avuto il merito di aprire la discussione su uno dei temi centrali per la qualita’ della vita dei cittadini romani, e come merita di essere sostenuto da tutte le forze politiche che hanno a cuore il futuro di questa citta’”. Lo dichiara Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio Roma I Centro, in una nota stampa. “Gia’ nella fase di confronto in preparazione del congresso romano, sono stata tra quelli che avevano detto che il partito romano avrebbe dovuto schierarsi apertamente a favore di questa giusta battaglia, uscendo dall’ambiguita’ di posizioni di comodo. Da anni la cattiva gestione di Atac drena risorse importanti – che potrebbero essere meglio utilizzate per la citta’ – mentre la qualita’ del servizio e’ precipitata a livelli di inefficienza drammatici, soprattutto negli ultimi tempi. E’ interesse degli stessi lavoratori, che con un’azienda solida e con la clausola di salvaguardia verrebbero tutelati di piu’ e meglio che mantenendo in vita artificiosamente una azienda tecnicamente gia’ fallita”, prosegue Alfonsi. “Se e’ vero che il Pd ha l’ambizione di tornare a governare Roma, deve avere il coraggio di aprire una discussione franca sulle riforme strutturali di cui la capitale ha bisogno, e questa e’ una di quelle piu’ urgenti. Deve farlo per la citta’, e anche per mettere in evidenza le contraddizioni di chi – come la sindaca e la maggioranza 5 Stelle che siede in Campidoglio – in campagna elettorale ha sventolato la bandiera della necessita’ del cambiamento, mentre ora che governa difende lo status quo- conclude la minisindaca- Sono convinta che il Pd debba scendere in campo a sostegno dell’iniziativa dei Radicali. Io stessa mi sono messa a disposizione gia’ dalla scorsa settimana per l’autentica delle firme, e sono contenta che Roberto Giachetti abbia deciso di firmare. Ora ci aspettiamo che il Pd di Roma, accogliendo l’invito del segretario nazionale a discuterne, dia un segnale di sostegno pieno all’iniziativa, anche perche’ il termine del 12 agosto si sta avvicinando e ci sono ancora migliaia di firme da raccogliere”.

Purtroppo il PD romano ha deciso di non scendere in campo apertamente a sostegno di questa iniziativa, lasciando agli iscritti la libertà di aderire in forma personale. Come amministratore pubblico, ho deciso di mettermi a disposizione per l’autentica delle firme. Come cittadina e iscritta al partito, ho ritenuto giusto promuovere, con il supporto del Circolo PD di Trastevere, una iniziativa di raccolta firme che si è svolta sabato 22 luglio a piazza San Cosimato, alla quale hanno partecipato anche Roberto Giachetti, Mario Ciarla, Luciano Nobili e Stella Bianchi.

Dopo le polemiche degli ultimi mesi, e dopo una raccola di firme “vere” di residenti di Monti per esprimere la contrarietà del Rione al Progetto Argiletum, che la Giunta Capitolina vuole attuare a partire dalla pedonalizzazione di Via urbana e Via della Madonna dei Monti, il Primo Municipio ha dato il via ad un percorso di partecipazione con i cittadini per la costruzione di un progetto di isola ambientale alternativo a quello del Campidoglio, che tenga conto delle istanze dei residenti, dei commercianti e degli artigiani.

Il primo incontro, molto affollato, si è svolto il 20 luglio presso la sede del Consiglio Municipale in Via della Greca.

L’ipotesi di progetto, che si estende anche a Via degli Annibaldi e punta alla riqualificazione del tratto iniziale di Via Cavour, comprende la realizzazione di aree pedonali, aree ciclabili, il divieto di accesso per i bus turistici. Soprattutto, avanza alcune proposte di revisione della circolazione su Via Nazionale e Via del Quirinale, con l’obiettivo di limitare al massimo o eliminare completamente il traffico di attraversamento, al contrario di quanto avviene con l’ipotesi del progetto Argiletum, che di fatto divide in due il rione.

Sulla proposta è stata avviata una discussione, e nella fase successiva verranno esaminate ed integrate le osservazioni dei cittadini.


PROTESTA ALFONSI CON DIPENDENTI E COMITATI: O RAGGI CI LASCIA GOVERNARE O LE DIAMO CHIAVI ‘CITY’ (DIRE) Roma, 5 lug. – Il I Municipio di Roma e’ “ormai al collasso” a causa della gravissima carenza di personale” che paralizza i servizi e “schiaccia i diritti di lavoratori e utenti”.

È il grido d’allarme lanciato stamattina dalla presidente Sabrina Alfonsi, che ha organizzato negli uffici dell’Anagrafe di via Petroselli un’iniziativa insieme a dipendenti, consiglieri e assessori municipali, associazioni come Cittadinanza Attiva e Movimento consumatori e diversi comitati di quartiere e associazioni di residenti del Centro, dal Portico d’Ottavia all’Isola Tiberina, da Monti al Babuino. Nell’occasione Alfonsi ha consegnato simbolicamente alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, una grossa chiave con una targa con la scritta I Municipio, “perche’ se non fara’ nulla saremo costretti a consegnarle quella vera”. L’appello diretto alla sindaca e’ quello di “fermare il processo di ‘predazione’ dei dipendenti municipali e dare seguito alle promesse di un anno fa di un decentramento di funzioni accompagnato da risorse umane e finanziarie adeguate, e non solo l’attribuzione delle responsabilita’ che gli uffici centrali non vogliono o non possono assumersi”. Nel frattempo e’ gia’ pronta una risoluzione Pd da votate in Consiglio municipale che chiede di reiterare la richiesta urgentissima di personale e risorse al Campidoglio per non dover interrompere i servizi al territorio.

A parlare sono i numeri forniti dal Municipio della City: 18 dipendenti in meno nel turnover 2016/2017, frutto di 53 nuovi ingressi a fronte di 26 pensionamenti e 45 trasferimenti. Tra i piu’ colpiti l’ufficio Commercio, che gestisce le pratiche di piu’ di 27.600 esercizi commerciali in sede fissa e piu’ di 1.300 attivita’ su suolo pubblico ma quasi la meta’ dei dipendenti, 16 su 40, hanno risposto all’ultima call del Campidoglio per il costituendo Ufficio degli ispettori annonari del dipartimento Sviluppo economico. O i Servizi demografici, con 43 unita’ in servizio che nel 2016 sono stati gravati da oltre 230mila pratiche anagrafiche, il 20% in piu’ dell’anno precedente. O ancora l’Unita’ tecnica, che con 78 persone deve fronteggiare il trasferimento di fatto delle competenze relative alla manutenzione straordinaria delle scuole, fino al 2015 in capo al dipartimento Lavori pubblici. Come ha spiegato Alfonsi all’agenzia Dire, “tutto parte dalla lettera del 5 settembre 2016 che abbiamo inviato al Campidoglio su richiesta della sindaca Raggi, che avendo capito la carenza di personale nei Municipi ci aveva chiesto di mandare le nostre richieste e avrebbe immediatamente provveduto. Da quella lettera e’ passato quasi un anno e non c’e’ arrivata alcuna risposta, anzi la situazione e’ addirittura peggiorata e nel turnover di quest’anno perdiamo altre 18 unita’ su 370, un dato pazzesco. In cinque anni abbiamo perso il 16% del personale del Municipio. Senza un personale motivato e nel numero adeguato noi non possiamo governare”.

Tra i motivi dell’iniziativa di oggi, ha sottolineato la presidente, “c’e’ anche il fatto che l’assessore Meloni ha organizzato un interpello perche’ vuole fare un ufficio speciale sul Commercio, quindi chiede a tutto il personale di Roma Capitale chi vuole andare in questo ufficio e ovviamente la risposta dei nostri dipendenti e’ altissima perche’ qui si lavora male, sono sotto pressione, sono in pochi e non riescono a garantire neanche i servizi minimi e quindi giustamente chiedono di andare via perche’ ingiustamente non hanno gli stessi diritti degli altri lavoratori capitolini a causa della grave situazione che c’e’ qui”. “Diciamo alla sindaca ‘lasciateci governare’. Due giorni fa ha detto che lei e’ favorevole al decentramento e che dara’ sempre piu’ delle competenze ai Municipi: noi le vogliamo tutte le competenze, vogliamo diventare un vero e proprio Comune, ma per fare questo la prima cosa e’ avere le risorse umane e poi conseguentemente quelle finanziarie. Non possiamo piu’ aspettare”, ha concluso Alfonsi.

video

video Retesole

intervista Roma Today

 

(DIRE) Roma, 4 lug. – “Ancora una occasione persa per ristabilire il decoro e la vivibilita’ dei Rioni del Centro Storico di Roma. La Delibera di iniziativa del gruppo consigliare del PD in Assemblea Capitolina, che prevedeva modifiche sostanziali al Regolamento sul Commercio nel perimetro della Citta’ Storica per impedire l’apertura di nuovi minimarket, Fast-Food, sale giochi, negozi di souvenir e attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande, e’ stata bocciata oggi pomeriggio in Aula Giulio Cesare dal Movimento 5 Stelle. Un no secco, senza discussione in Aula. Uno schiaffo alle centinaia di residenti del Centro Storico che per mesi, attraverso incontri, discussioni e proposte concrete hanno lavorato alla stesura di questa delibera. Alla faccia del cambiamento tanto sbandierato in campagna elettorale, i 5 stelle in Campidoglio hanno deciso che tutto puo’ restare com’e’, e che il processo di omologazione commerciale che ha fatto completamente disperdere i caratteri identitari del tessuto urbano di un luogo prezioso come il Centro Storico di Roma puo’ andare avanti. Noi continueremo la nostra battaglia”. Cosi’ dichiarano in una nota congiunta la Presidente del Municipio I, Sabrina Alfonsi, e l’assessore al Commercio, Tatiana Campioni. (Comunicati/Dire) 19:30 04-07-17

Roma, 3 luglio 2017  –  Oggi pomeriggio alla Camera di Commercio con il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e le Reti di Impresa di Roma che hanno vinto il bando regionale . Un ottimo risultato per il Municipio I che ha ottenuto il finanziamento per ben 7 Reti di Impresa . Il giusto riconoscimento alla voglia di crescere dei piccoli operatori commerciali del nostro territorio e al Municipio che guidato il processo di formazione dei programmi di Rete , ponendosi come punto di riferimento per gli oltre 530 operatori economici coinvolti .

 

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
6SubscribersSubscribe