16 dicembre, 2017
Tags Posts tagged with "Legalità"

Legalità

Roma, 9 maggio 2017  –  Oggi ricorre la data dell’anniversario dell’uccisione di Peppino Impastato, assassinato a Cinisi (Palermo) il 9 maggio del 1978 dalla mafia. Il Consiglio del Primo Municipio ha voluto dedicare una seduta straordinaria alla memoria di Peppino e dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Alla seduta di oggi hanno partecipato Giampiero Cioffredi, presidente del l’osservatorio per la legalità e la sicurezza della Regione Lazio e Antonio Ragonesi, responsabile legalità ANCI Nazionale. Una riunione per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita o continuano a rischiarla nell’impegno per la legalità, contro tutte le mafie e le forme di corruzione.

Roberto Giachetti (Foto Omniroma)

Roma, 18 maggio 2016  –  Oggi pomeriggio Sabrina Alfonsi e Jacopo Emiliani Pescetelli hanno accompagnato il candidato sindaco Roberto Giachetti in una passeggiata a Prati. Partenza da Piazza Cola di Rienzo, dopo un aperitivo di benvenuto al Bar “Portofino”, e poi a piedi verso il Mercato di Piazza dell’Unità, dove il candidato Sindaco ha salutato gli operatori e ha parlato con alcuni dei loro rappresentanti, che hanno illustrato i problemi che affliggono il mercato, che presenta numerosi box vuoti anche a causa della lentezza delle procedure per la sostituzione degli operatori uscenti con altri che chiedono il subentro. Si è parlato anche di alcune ipotesi di riutilizzo di alcune parti della struttura per funzioni attualmente non presenti, che potrebbero contribuire, se attuate, al rilancio del mercato.

La passeggiata è proseguita verso Piazza del Risorgimento, dove un gruppo di rappresentanti dei Commercianti della zona ha voluto consegnare al candidato Sindaco un progetto per la riqualificazione della Piazza.

Roberto Giachetti (Foto Omniroma)

 

Roberto Giachetti (Foto Omniroma)

 

A margine della passeggiata, le dichiarazioni alla stampa:

“È stato un giro che aggiunge qualcosa a quel che già conoscevo e che con il tempo si è esasperato: poco decoro in alcune via importantissime per il turismo, concorrenza sleale nei confronti di negozi e imprese che investono sul quartiere – ha commentato Giachetti – Noi dobbiamo fare di tutto per ricreare ordine, ridare valore a un quadrante importantissimo che merita una situazione molto diversa da questa”.

“Ci sono dei problemi che serve il Campidoglio per risolvere, e quindi farli vedere al futuro sindaco è la cosa migliore” ha commentato Sabrina Alfonsi”. Ovviamente parliamo delle bancarelle, perché noi non vogliamo bucare la Direttiva Bolkestein, quindi entro il 2017 il piano va fatto non sulla carta ma su strada – ha aggiunto – Parliamo di grandi opere di riqualificazione, il mercato dell’Unità è proprio un esempio di rigenerazione che sta avvenendo da sola pian piano. C’è bisogno di un investimento per far sì che quel mercato riprenda a vivere in maniera diversa, mantenendo il mercato rionale e rimettendo queste vecchie e nuove professioni che ancora ci sono”. E “poi c’è piazza Risorgimento, bellissima e tra le più grandi, che porta al Vaticano. È una piazza senza anima, di fatto, perché non ci stanno bene i pedoni, non ci stanno bene le macchine, non ci sta bene niente. Noi siamo convinti che vada pedonalizzata. Ci sono tanti progetti, uno in particolare fatto da commercianti e residenti, che abbiamo voluto consegnare a Roberto Giachetti perché pensiamo che sia un progetto positivo”.
“Non ultimo via Ottaviano, con il grande tema dell’abusivismo sul tappeto e, soprattutto, sulle guide turistiche. C’è bisogno dell’intervento del Campidoglio coordinato con le forze dell’ordine – ha concluso Alfonsi – L’ordinanza Tronca non tiene, rischia addirittura di regolarizzarli. Quindi un giro in un quartiere che ribatteva problemi che ci sono anche negli altri”.

“Io ci rimetto la faccia. Riparto, e lo faccio con voi”. Sabrina Alfonsi, presidente uscente del I Municipio in quota Pd, e’ pronta a fare la sua campagna elettorale per tornare a guidare la city romana, un territorio che va dal Centro storico a Prati, dove oggi, in via Candia 138, ha inaugurato il suo comitato elettorale di fronte a cittadini ed esponenti politici. #Noiandiamoavanti’, questo lo slogan scelto
da Alfonsi e dalla sua squadra per tornare a governare il I Municipio dopo una consiliatura che si e’ fermata a meta’ mandato e che lei vuole proseguire “per raccogliere i frutti di quello che abbiamo seminato”.
Tantissimi i presenti nella sede del comitato elettorale, da svariati esponenti della Giunta municipale al vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, fino a esponenti del Pd romano, da Giulia Tempesta a Marco Palumbo e Mario Ciarla, ma anche l’ex assessore comunale Estella Marino e l’ex candidato sindaco Gianfranco Mascia. Con all’attivo un comitato di cittadini a suo favore ‘Si’, io voto Sabrina Alfonsi’ e una lista civica in arrivo, la minisindaco riparte “con piu’ emozione della scorsa volta,
perche’ abbiamo fatto tante cose, ma tante mancano ancora da fare- dice intervistata dall’agenzia Dire- Ecco perche’ il nostro slogan e’ ‘Noi andiamo avanti’, perche’ e’ un’esperienza interrotta e oggi dobbiamo vedere i frutti di quello che abbiamo seminato in questi primi due anni e mezzo”.

Alfonsi riparte dal “grande bagaglio” maturato, ma “anche piu’ consapevole delle difficolta’ di Roma e nella convinzione che Roma si possa governare”. Parole chiave della campagna e del programma, “legalita’, trasparenza e partecipazione. E poi decoro, ma soprattutto manutenzione urbana. Ancora di piu’- spiega Alfonsi- diciamo non grandi opere, ma cura del territorio. E’ questo che ci chiedono i cittadini”.

E se guarda al passato, Alfonsi dice che “questa esperienza e’ stata piu’ che formativa. Devastante da alcuni punti di vista”, dice riferendosi in primis a Mafia Capitale, ma anche alla fine traumatica della Giunta Marino. “Credo pero’ che la sfida piu’ grossa sia oggi, con piu’ strumenti e con piu’ trasparenza, con una macchina amministrativa che ha subito un duro colpo, ma che anche con noi e’ disponibile
a rimettersi in gioco. E’ un modo per continuare insieme ai cittadini- dice ancora- perche’ non si governa senza i Municipi e in questa consiliatura il decentramento deve diventare un diktat, le competenze separate devono essere il nostro faro”.

Alfonsi parla ai presenti e ricorda “l’importanza della partecipazione, perche’ laddove siamo riusciti in questi due anni e mezzo- dice- e’ stato con i processi che abbiamo fatto con la gente, le grandi reti che abbiamo costruito, il rapporto con tutti gli enti e le realta’ culturali, oltre la disponibilita’ dei privati con ‘Roma sei mia’ che con il bando delle adozioni del verde”. Tutte cose che Alfonsi condivide con “il nostro candidato sindaco, Roberto Giachetti. E’ un senso di responsabilita’ essere candidati- dice infine- perche’ non si puo’ lasciare il Municipio a meta’ di un percorso. Noi saremo in tanti”.

 

 

 

‘POSSIAMO SEMPRE FARE QUALCOSA’, AL VIA DIBATTITO SU LEGALITÀ MUNICIPIO I ALFONSI: PORTARE AVANTI LAVORO FATTO DA COMMISSIONE SICUREZZA
(DIRE) Roma, 10 mar. – Legalita’, sicurezza, risultati raggiunti
e obiettivi futuri. Di questo si e’ parlato al
convegno ‘Possiamo sempre fare qualcosa’, dibattito a cui hanno
preso parte tra gli altri, il presidente del Municipio I, Sabrina
Alfonsi, la presidente della commissione Sicurezza del Municipio
I, Iside Castagnola, il presidente della Camera di Commercio di
Roma, Lorenzo Tagliavanti, il sottosegretario alla Pubblica
amministrazione, Angelo Rughetti. Durante l’incontro, che prende
spunto dalla celebre frase di Giovanni Falcone, ci si e’
concentrati in particolare sul I municipio, cuore di Roma. Un territorio esteso
e problematico “grande come la citta’ di Trieste, con al suo
interno il 70% delle attivita’ commerciali di tutta Roma”. Preda
facile quindi “delle organizzazioni criminali autoctone e di
altre regioni”.
“Un appuntamento- ha detto la presidente Alfonsi all’agenzia
Dire- che viene da tante spinte”, una e’ il “restituire il lavoro
fatto dalla commissione Legalita’ e Sicurezza del I Municipio,
che abbiamo istituito insieme al Consiglio ben prima
dell’esplosione di Mafia Capitale. Gia’ anni fa ci eravamo resi conto che vi era un forte tema di
criminalita’ che stava pervadendo il centro storico di Roma e una
forte sensazione di insicurezza da parte dei cittadini”.
Quindi c’e’ stato anche il lavoro fatto insieme con il
prefetto Franco Gabrielli, “che ha introdotto la grande novita’
dei tavoli per l’ordine e la sicurezza all’interno dei municipi,
capendo che non si puo’ governare Roma su questi temi solo dal
Campidoglio. Tutti dobbiamo quindi ‘fare qualcosa’ e interrogarci
su quale cambiamento radicale portera’ in citta’ e come potremo
gestire questo cambiamento. Da qui dobbiamo ripartire- ha
concluso Alfonsi- per riportare nella legalita’ i vari settori
coinvolti nelle inchieste”

 

video rete sole 11 marzo 2016

0 1639

“Questa mattina ho consegnato al Sindaco, per il tramite
dell’Assessore Scozzese,  i fascicoli relativi ad alcuni appalti nel
settore dei servizi al Municipio I (vigilanza, URP, Comunicazione
Istituzionale) relativi al triennio 2012 / 2014”. E’ quanto afferma
Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio Roma I.

“Si tratta – continua Alfonsi – di appalti assegnati con il sistema
degli inviti indirizzati a numerosi operatori, tra i quali compaiono i
nomi di alcune delle Cooperative coinvolte nell’inchiesta della
magistratura denominata Mafia Capitale.

Sono convinta che la politica, soprattutto quella che governa le
istituzioni di prossimità, debba farsi portavoce della richiesta di
trasparenza che proviene dalla società civile. La consegna degli atti
– conclude la presidente del Municipio I  – va proprio nel senso di
fornire la massima collaborazione agli organi inquirenti – come
richiesto dal Sindaco – per contribuire a fare chiarezza in modo
rapido e veloce su eventuali irregolarità nelle procedure di
affidamento, ed individuare le eventuali responsabilità civili e
penali”.

“A piazza Navona quest’anno è stata montata la giostra e i banchi
degli spettacoli viaggianti, non abbiamo le bancarelle con i presepi i
dolci e gli articoli natalizi perché gli esercenti non hanno ritirato
le concessioni del bando emesso dal Municipio Roma I, al quale avevano
partecipato”. Lo afferma Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio
Roma I. “Un bando che non veniva fatto da oltre 10 anni e che ha lo
scopo di riportare decoro nella festa, diminuendo il numero dei banchi
e limitando la vendita delle merci ai prodotti natalizi, secondo i
criteri della sovrintendenza. L’amministrazione ha fatto quello che
doveva. Trovo invece sbagliato che chi ha partecipato e vinto un
bando, non dando la possibilità ad altri di farlo, adesso faccia
saltare la festa della Befana. Rispetto ogni protesta – conclude
Alfonsi – ma ritengo che stavolta gli esercenti abbiano torto, perché
non si possono ricattare le istituzioni. E’ una questione di regole
che vanno rispettate”.

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
6SubscribersSubscribe