16 dicembre, 2017
Tags Posts tagged with "partecipazione"

partecipazione

Roma, 25 ottobre – Si è svolto mercoledì 25 ottobre l’incontro pubblico “La Sfida della Trasparenza”, presso la sede dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, in Piazza dell’Enciclopedia Italiana, 4.
Nato in Svezia 250 anni fa, il diritto di accesso alle informazioni della pubblica amministrazione si è diffuso nelle democrazie del resto d’Europa e nel resto del mondo negli ultimi 50 anni. Oggi le Costituzioni e la legislazione di oltre 100 Paesi consentono ai cittadini di chiedere e ottenere informazioni da chi li amministra, e riconoscono l’accesso come diritto civile fondamentale.
Dal 2013 ad oggi, con l’emanazione prima del D.Lgs n.33 e poi del D.Lgs.n.97/2016 (c.d. FOIA) anche l’Italia ha fatto un grande passo in avanti nel garantire forme di accesso generalizzato agli atti della P.A.  In un contesto simile, in grande evoluzione, il Comune di Roma propone un Regolamento per l’accesso agli atti che sembra in contro-tendenza, introducendo restrizioni rispetto al dettato normativo.
Ne hanno parlato la Presidente del Municipio Sabrina Alfonsi, la Ministra della Funzione Pubblica Marianna Madia, Massimo Bray,  Alberrto Bitonti, Valerio Barletta, con la partecipazione delle Associazioni impegnate nella promozione del diritto alla trasparenza e all’accesso civico. Ha moderato il dibattito il giornalista parlamentare Stefano Menichini.

video del convegno

 

Dopo le polemiche degli ultimi mesi, e dopo una raccola di firme “vere” di residenti di Monti per esprimere la contrarietà del Rione al Progetto Argiletum, che la Giunta Capitolina vuole attuare a partire dalla pedonalizzazione di Via urbana e Via della Madonna dei Monti, il Primo Municipio ha dato il via ad un percorso di partecipazione con i cittadini per la costruzione di un progetto di isola ambientale alternativo a quello del Campidoglio, che tenga conto delle istanze dei residenti, dei commercianti e degli artigiani.

Il primo incontro, molto affollato, si è svolto il 20 luglio presso la sede del Consiglio Municipale in Via della Greca.

L’ipotesi di progetto, che si estende anche a Via degli Annibaldi e punta alla riqualificazione del tratto iniziale di Via Cavour, comprende la realizzazione di aree pedonali, aree ciclabili, il divieto di accesso per i bus turistici. Soprattutto, avanza alcune proposte di revisione della circolazione su Via Nazionale e Via del Quirinale, con l’obiettivo di limitare al massimo o eliminare completamente il traffico di attraversamento, al contrario di quanto avviene con l’ipotesi del progetto Argiletum, che di fatto divide in due il rione.

Sulla proposta è stata avviata una discussione, e nella fase successiva verranno esaminate ed integrate le osservazioni dei cittadini.

Roma, 18 maggio 2017  –  Questa mattina squadre di Polizia di Stato, Municipale, Ama e Servizio giardini, insieme all’ Assessore al Sociale del I Municipio, Emiliano Monteverde, e ai comitati e alle associazioni di cittadini del territorio, sono entrati nel parco con l’obiettivo di ripulirlo e “dare vita a un intervento strutturale che si basa su quattro pilastri: animazione, sicurezza, cura della piazza e sociale“.

Inoltre, le forze dell’ordine hanno identificato circa trenta senza dimora che erano all’interno dei giardini, “quasi tutti con asilo”, mentre Servizio giardini e Ama hanno tagliato l’erba e ripulito le aiuole dai rifiuti.

“Si tratta di un’operazione sollecitata dal tavolo di coordinamento tra associazioni, comitati, I Municipio e commissariato di Polizia”, spiega l’Assessore Monteverde, che insieme ad altri cittadini ha partecipato all’operazione indossando una pettorina che riporta la scritta ‘Rete sociale Esquilino’, nata per coinvolgere nella vita attiva della piazza i senza dimora che di solito stazionano all’interno del parco.

“Ci avviciniamo a loro chiedendo di partecipare a gruppi di volontariato, garantendo un piccolo rimborso attraverso una raccolta fondi, per coinvolgerli nelle iniziative a favore della piazza”, hanno detto i rappresentanti della rete che vede anche la presenza del Centro per la ricerca in psicoterapia che offrirà percorsi di psicoterapia a titolo gratuito.

Aggiunge poi Monteverde: “Non vogliamo che questo sia un intervento spot e non vogliamo che tutto sia concentrato soltanto sul decoro, ma anche sulla possibilità di dare una mano a queste persone e inserirle nella vita dell’Esquilino. E’ un progetto inclusivo in cui ognuno fa la sua parte”.

Quindi, già per la prossima settimana e’ prevista una tre giorni di iniziative, mentre i volontari verranno due volte a settimana. Oltre le giostre e il piazzale di ingresso, l’Ama ha ripulito anche le altre aree del parco.

“Stiamo portando avanti un servizio straordinario di controllo del territorio- ha detto il nuovo Commissario di Esquilino Giuseppe Moschitta. “Il questore ha incontrato due volte i rappresentanti del Municipio e delle associazioni, con cui ha messo a fuoco le priorità di questa zona. Abbiamo iniziato con il mercatino abusivo tra via Principe Amedeo e via Ricasoli, poi e’ stata la volta di diversi interventi di controllo e presidio. Adesso, insieme alle altre forze di Polizia, abbiamo eseguito questo intervento integrato e multidisciplinare nei giardini che tra l’altro sono intitolati a Nicola Calipari, ragione in più per occuparcene. La cosa più bella- dice infine il commissario- e’ avere coinvolto risorse sociali del territorio per il recupero e la valorizzazione di tante persone senza fissa dimora”.

La Presidente Sabrina Alfonsi conclude: “Ringrazio il questore Marino per aver voluto incontrare personalmente, nelle scorse settimane, il Municipio e i cittadini sulle problematiche di Esquilino, e il commissario Moschitta per la sensibilita’ e la disponibilita’ dimostrate nell’avviare tempestivamente gli interventi sul territorio e oggi su piazza Vittorio. Il lavoro di confronto e di coordinamento svolto ai Tavoli di osservazione sulla sicurezza, riattivati dal prefetto Basilone, dimostra come, focalizzando l’attenzione su tematiche prioritarie e con la collaborazione di tutte le risorse a disposizione, istituzionali e sociali, si possono ottenere risultati significativi, non solo in termini di decoro e sicurezza, ma anche di sostegno e inclusione delle persone che frequentano questo giardino. Ora l’impegno di tutti e’ quello di dare continuita’ agli interventi”.

Roma, 21 aprile 2017  –  Con l’assemblea a cui sono stati invitati cittadini e associazioni del territorio, svoltasi ieri pomeriggio nella sede del Consiglio del Primo Municipio in via della Greca, ha preso ufficialmente il via il percorso di partecipazione finalizzato alla costituzione dell’Osservatorio municipale ‘Verso rifiuti zero’. L’Osservatorio e’ previsto dalla deliberazione dell’Assemblea capitolina 129 del 2014, promossa dall’assessore Estella Marino, che oltre a dettare le linee di indirizzo per il raggiungimento dell’obiettivo ‘Rifiuti zero’ attraverso una sostanziosa riduzione della produzione di rifiuti pro/capite entro il 2020, stabilisce il principio innovativo della partecipazione dei cittadini attraverso una Rete di Osservatori Rifiuti zero municipali e di un Osservatorio comunale di coordinamento, per verificare il rispetto dell’attuazione degli impegni previsti dalla delibera e le criticita’ che si presentassero nei vari territori. L’Osservatorio municipale potra’ verificare l’attuazione e il raggiungimento degli obiettivi della delibera AC 129/2014 nel territorio municipale; promuovere forme di condivisione, comunicazione e informazione sui dati riguardanti il ciclo di gestione dei rifiuti di Roma Capitale e approfondire particolari tematiche; promuovere forme di monitoraggio sulla gestione del servizio di gestione dei rifiuti, azioni di ascolto, coinvolgimento attivo e formazione dei cittadini, al fine di fornire quadri di riferimento su cui basare proposte agli organi e istituzioni competenti; promuovere la diffusione della cultura ambientale finalizzata alla riduzione, al riuso e al riciclo. All’Assemblea hanno partecipato numerose Associazioni, tra le quali Coordinamento Residenti Centro storico, Progetto Celio, Testaccio in Testa, Abitanti centro storico, Isola Tiberina, Lupe Roma, Roman Project, Via dei Banchi Vecchi, San Martino ai Monti, Casa Africa, Cittadini di Castro Pretorio, Green Up, Progetto Trastevere, Residenti Borgo.

“Dal punto di vista dei cittadini, il modello di partecipazione previsto dall’Osservatorio e’ l’unico che possa determinare il consenso generale e la consapevolezza ‘informata’ su un tema tanto delicato come quello dei rifiuti urbani, sia per quel che riguarda le scelte relative agli impianti che per quelle riguardanti i modelli di gestione adottati- ha dichiarato la presidente del Primo Municipio, Sabrina Alfonsi- Qualsiasi politica che riguarda i rifiuti e’ destinata a fallire se non ottiene il consenso e la partecipazione attiva dei cittadini. Sono loro infatti, con la correttezza dei comportamenti nel conferimento delle diverse frazioni di rifiuto, a determinare il successo o meno di qualsiasi sistema di raccolta. Soltanto un approccio culturale diverso nei confronti di questo tema, che sposi in pieno la logica delle 4R (le quattro fasi riduzione-riuso-riciclo-recupero dei rifiuti) potra’ consentire una marcia di avvicinamento concreta verso l’obiettivo della riduzione dei rifiuti. Per questo abbiamo deciso di impegnarci per la costituzione dell’Osservatorio del Primo Municipio di Roma, nella speranza che altri Municipi decidano di fare altrettanto e che questo costituisca uno stimolo per il Campidoglio per istituire l’Osservatorio comunale e cominciare a dare attuazione a quanto previsto dalla delibera del 2014″. L’Osservatorio potra’ individuare delle azioni specifiche rispetto alle problematiche di questo territorio, nell’ambito di una programmazione piu’ ampia” dichiara l’assessora all’Ambiente del Primo Municipio, Anna Vincenzoni. “Noi come amministrazione ad esempio sosteniamo che la stessa raccolta differenziata debba avvenire in maniera diversa, a seconda dei rioni del Municipio e della loro morfologia, se al loro interno ci sono piu’ utenze commerciali o utenze domestiche e a seconda di chi possa riciclare di piu’ e come. A questo proposito l’Osservatorio potra’ elaborare proposte specifiche di buone pratiche da attuare rispetto ai diversi rioni della nostra municipalita’. Abbiamo chiesto da tempo di realizzare una sperimentazione a Trastevere per i cosiddetti ‘cassonetti a scomparsa’, che in realta’ non sono semplici cassonetti ma dei veri e propri compattatori di rifiuti. Poter utilizzare strumenti come questi significa avviare il trattamento dei rifiuti nel luogo dove sono stati prodotti, con una evidente ricaduta positiva in termini di costi e di inquinamento, perche’ si riduce la frequenza dei ritiri e il numero dei mezzi dedicati, e in generale sul decoro della citta’ in quanto possono essere eliminati i contenitori su strada”.

Roma, 24 febbraio – “Più di 150 le persone intervenute alla riunione operativa del Movimento Piazza Santa Chiara, questa sera alla Città dell’Altra Economia a Testaccio. Dai numerosi interventi è emersa una grande preoccupazione sulla possibilità di svolgere il Congresso romano insieme a quello nazionale, per il rischio concreto che la discussione su Roma venga completamente cancellata. Il Movimento di Piazza Santa Chiara ha in se tutte le diverse anime del partito, ma in molti hanno chiesto ai promotori una candidatura su Roma. Il percorso continuerà attraverso diversi gruppi di lavoro: uno sulla riorganizzazione del Partito romano, uno sulla riforma istituzionale dell’area metropolitana di Roma, un altro su una grande iniziativa SULla visione della città, da tenersi nel mese di Marzo. Si lavora anche per strutturare gruppi organizzativi di zona”. Cosi in una nota stampa i promotori dell’iniziativa Sabrina Alfonsi, Valerio Barletta, Paolo Emilio Marchionne, Andrea Santoro e Maurizio Veloccia.

 

 

Roma, 15 luglio 2016  –  Questa mattina, nella Sala Consiglio di  Via della Greca, si è svolta la Conferenza Rete delle Scuole/ Primo Municipio, una specifica sede di confronto che prevede la partecipazione di tutti gli Istituti Scolastici del territorio municipale, per la trattazione di problematiche comuni, la condivisione di progetti e la partecipazione e bandi, l’ottimizzazione delle risorse, la programmazione e razionalizzazione dell’offerta formativa nel territorio.

“Si è trattato del primo incontro della Conferenza dopo le elezioni amministrative, che abbiamo voluto convocare per mettere a fuoco da subito il lavoro che ci aspetta, in continuità con quanto abbiamo realizzato fino ad ora ” ha dichiarato la Presidente del Municipio Sabrina Alfonsi, presente all’incontro insieme al nuovo Assessore alle Politiche Scolastiche del Municipio Giovanni Figà Talamanca e ad alcuni membri del neo eletto Consiglio del Municipio.

All’ordine del giorno della riunione l’esame di tutte le questioni più urgenti, sia in termini di servizi che di edilizia, collegate all’apertura del nuovo anno scolastico. Sono state anche esaminate in via preliminare la situazione dei fondi e degli appalti per gli interventi sull’edilizia scolastica e il piano di dimensionamento scolastico che dovrà essere approvato il prossimo autunno.

“Siamo molto soddisfatti, perché la partecipazione dei rappresentanti delle scuole – sia istituti comprensivi che istituti superiori – è stata altissima, a dimostrazione che la Conferenza, da noi fortemente voluta, rappresenta uno strumento  di partecipazione molto apprezzato da tutto il mondo della scuola, che ha finalmente trovato nell’ amministrazione di prossimità un interlocutore stabile e autorevole”.

IMG-20160715-WA0000

LA CARICA DEI 22 NELLA LISTA CIVICA #NOI PER SABRINA ALFONSI PRESIDENTE

20160516_201359

“Se da una parte questa città esprime una grande distanza e disaffezione verso la politica, dall’altra in questi tre anni di governo abbiamo incontrato decine e decine di cittadini che hanno scelto di lavorare con noi per un governo partecipato del Municipio”, lo ha detto la presidente del Municipio Roma I, presentando ieri sera al Teatro dell’Angelo di Via Simone de S.Bon la Lista Civica municipale che la sostiene #Noi per Sabrina Alfonsi. “Questa lista da’ voce a loro, inserendoli in prima persona nei consigli municipali. Questo innesto di persone, professionalità, energie e passioni nuove, sosterrà il rinnovamento della politica e dell’amministrazione e aiuterà Roma a rinascere”.

Sono tanti i professionisti che hanno scelto di mettere le loro esperienze a disposizione della città e del centro di Roma nella lista civica del Municipio Roma I a sostegno della presidente Sabrina Alfonsi. Un gruppo di 22 cittadini che in questi anni ha partecipato attivamente alla vita del territorio presso comitati, associazioni, scuole, posti di lavoro,  convinti del rilancio della città.

Dal capolista Giovanni Figà Talanca, ordinario di diritto commerciale nell’Università di Roma Tor Vergata, consigliere uscente e presidente della Commissione Scuola del Municipio Roma I, all’avvocato penalista Anna Vincenzoni, assessore uscente della Giunta Alfonsi alla Mobilità e alle Politiche Ambientali. Da Matilde Bellazzecca, musico – terapeuta e per anni volontaria internazionale presso la Ong Apeiron, all’illustratrice Giulia Romana Bonamici. Da Stefano Bucci, pensionato, attivo nel territorio, a Jolanda Bufalini, giornalista che negli ultimi anni ha prestato il suo impegno a Roma su questioni di Urbanistica e politiche locali. Da Camilla Buitoni, che lavora nella Fondazione Santa Lucia, nel campo della neuroriabilitazione, impegnata nella rete Scuole Aperte a Luisa Chiarelli, Cultrice della Materia di Sociologia della Devianza presso l’Università Guglielmo Marconi. Dall’architetto Giuseppe Clementino, a Cristina Damilano, presidente di Eccom – Centro Europeo per l’Organizzazione e il Management culturale.

Nella lista ci sono anche Fabrizio Damiani, esperto di Gestione Progetti e Formazione, Andrea Colladon Fronzetti, professore aggiunto a Tor Vergata, Antonio Giordani, per anni dirigente scolastico presso il primo Municipio, Francesca Iacovoni, architetto che lavora nel settore della Mobilità e Infrastrutture e nella pianificazione Urbanistica, Inslam Shobin di Dhaka, responsabile anti riciclaggio nell’Istituto di Credito e Finanziario Placid Express e mediatore culturale presso scuole, ospedali e questure, Lavinia Marnetto, giovane speaker e autrice di un programma su Cinema e Cultura per una web radio.

Infine, Roberto Morziello, architetto, delegato ai progetti per la Rigenerazione Urbana, Federico Pietropolli, organizzatore di eventi culturali e di antiquariato, la giovanissima Chiara Pontecorvo, studentessa di liceo, Maria Rizzotto, avvocato civilista, attiva nel mondo della scuola, Elisabetta Salvatorelli, antropologa e projectmanager di programmi nel sociale, scuola, qualità della vita, beni culturali e Jacopo Scognamiglio, avvocato impegnato nel settore per la tutela dei diritti all’immigrazione.

“Noi pensiamo – conclude la presidente del Municipio Roma I Sabrina Alfonsi – che questa lista potrà colmare la distanza tra i cittadini e le istituzioni e contrastare le forme di astensionismo, perché gli elettori si riconosceranno nelle donne e negli uomini che ne fanno parte”.

 
Scarica il Programma Elettorale di Sabrina Alfonsi

 

 

Roma, 30 aprile 2016  –  Oggi giornata di promozione dello sport e della prevenzione.

Questa mattina a Piazza della Libertà in Prati ho partecipato ad una bella iniziativa organizzata dalla Società Sportiva Lazio, che lì ha la sua sede. La Società ha deciso di dare il suo contributo concreto alla cura della città “prendendo in adozione” il giardino che sta in mezzo alla piazza per curarlo e mantenerlo. Oggi, in occasione dell’iniziativa rivolta alla prevenzione delle malattie cardiache e cardiovascolari, con la possibilità di effettuare gratuitamente alcuni screening sotto la supervisione di personale medico volontario, siamo andati a trovarli e gli abbiamo fatto i complimenti.

lazio_30aprile  lazio_30aprile3

 

Poi a Trastevere ad assistere al torneo a squadre di mini-volley per i giovanissimi, organizzato da Roma 1 presso il Centro Sportivo di Via Induno. Hanno partecipato al torneo Volley1 Trastevere, Polisportiva Talete e Volley Balduina. Un bel pomeriggio di partecipazione e sport.

roma1_30aprile

Da questa mattina Piazza della Quercia ha di nuovo il suo albero. Un Leccio (quercus ilex) di circa 8 metri di altezza,  donato dalla Confraternita di Santa Maria dei Macellai di Roma, che sulla Piazza ha la sua sede storica, è stato messo a dimora con una piccola cerimonia alla quale hanno partecipato la Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi, il Presidente della Confraternita Roberto Dionisi, l’Assessora  municipale all’Ambiente e Mobilità Anna Vincenzoni, il Dirigente del Servizio Giardini di Roma Capitale Dr. Antonello Mori e il Dr. Milito in rappresentanza dell’Ordine degli Agronomi di Roma e Provincia.

“L’intervento di oggi chiude speriamo definitivamente una vicenda che ha suscitato nei mesi scorsi numerose polemiche e accuse di incuria e di incompetenza nei confronti dell’amministrazione capitolina assolutamente immotivate” ha commentato la Presidente Sabrina Alfonsi. “Grazie alla generosità della Confraternita oggi possiamo restituire alla Piazza e alla città intera uno dei suoi simboli storici. La stessa cosa abbiamo fatto ieri, con la riapertura al pubblico di Villa Aldobrandini dopo il restauro, e ieri l’altro con le riaperture del Giardino  degli Aranci e del Giardino Storico di Piazza Cairoli, a due passi da qui. Ora serve l’impegno di tutti affinché questi luoghi di grande bellezza vengano preservati dal degrado”.

Gli accertamenti svolti in questi mesi non hanno potuto stabilire con certezza la causa della morte dell’albero abbattuto nello scorso dicembre per motivi di sicurezza. In ogni caso la piazzola destinata ad accogliere l’albero è stata ampliata rispetto a quella che aveva accolto per alcuni decenni la quercia malata.

“Dopo  il taglio della pianta, e i sospetti che tra le cause del deperimento della quercia ci fossero i lavori di ripavimentazione della piazza eseguiti qualche anno prima, che avrebbero causato un progressivo il soffocamento dell’apparato radicale, abbiamo deciso – in accordo con il Servizio Giardini e con la collaborazione degli Agronomi – di riprogettare ex novo l’intervento di rimessa a dimora, proprio per garantire alla nuova pianta le migliori condizioni possibili” ha affermato l’assessore Municipale Anna Vincenzoni.

 

quercia1 quercia2

IL VIDEO

 

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
6SubscribersSubscribe