16 dicembre, 2017
Tags Posts tagged with "Primo Municipio"

Primo Municipio

PRESIDENTE: RAGGI RIPRENDA DIALOGO CON TERRITORI

Roma, 17 ottOBRE – Con 13 voti favorevoli, 2 astenuti e il voto contrario dei tre Consiglieri del Movimento 5 Stelle il consiglio del Municipio Roma I Centro ha approvato nella seduta di oggi la relazione della presidente Sabrina Alfonsi sul primo anno di mandato. Un anno in cui la Giunta del I Municipio ha svolto “una attivita’ intensa”, si legge nella nota dell’ex circoscrizione, “con 44 riunioni e 113 atti approvati, un dato assai superiore a quello che si e’ registrato in ogni altro Municipio della Capitale”. Questi sono stati i principali settori nei quali si e’ svolta l’attivita’ della Giunta municipale: “progetti per l’adeguamento antincendio e la manutenzione delle scuole, decine di interventi di riqualificazione urbana promossi attraverso il bando Roma sei Mia, interventi per la cura del verde e per la mobilita’ sostenibile, promozione e sostegno alle attivita’ culturali, ottimizzazione dell’utilizzo dei fondi a disposizione per i servizi alla persona, in particolare nei settori dell’infanzia e degli anziani, costante attivita’ di promozione delle reti sociali”. “Abbiamo lavorato tanto, come siamo stati abituati a fare anche nei tre anni del mandato precedente- ha commentato Alfonsi- anche se quest’anno abbiamo dovuto assistere ad un radicale cambiamento di prospettiva per l’amministrazione del Municipio, una delle due uniche strutture territoriali non allineate politicamente con il Campidoglio ed in ogni caso l’unica ad essere stata riconfermata dopo le ultime elezioni amministrative.
Al clima di grande collaborazione tra Campidoglio e Municipi che si era instaurato nella precedente consiliatura, si e’ sostituito oggi un atteggiamento di diffidenza e di arroccamento da parte della Sindaca che, nonostante i proclami sul decentramento sbandierati in campagna elettorale, in questi mesi ha ampiamente dimostrato di non voler condividere con i territori i processi di formazione delle decisioni. La Conferenza dei presidenti voluta da Marino, dopo tre riunioni interlocutorie, ha smesso di essere convocata, sostituita da consultazioni tutte interne al Movimento 5 Stelle, privando cosi’ le due presidenti di opposizione dell’unica possibilita’ di confronto istituzionale. Confronto che noi abbiamo cercato in continuazione, inviando alla sindaca e ai vari assessorati capitolini decine e decine di comunicazioni su questioni di ogni natura, dal decoro alla manutenzione della citta’ e del verde, dall’emergenza della raccolta dei rifiuti ai temi della mobilita’ e della sicurezza urbana. Oltre ad una serie di proposte, riguardanti alcuni temi legati alla riqualificazione urbana, come ad esempio il giardino sopra il parcheggio interrato di Via Giulia o le proposte di isole ambientali a Monti e Aventino. Ebbene, dal Campidoglio c’e’ stata una imbarazzante mancanza di riscontri, ben oltre i limiti della correttezza istituzionale dei rapporti tra organi della stessa amministrazione. Una situazione che, unita alla conclamata inadeguatezza delle risorse umane e strumentali da noi ripetutamente denunciata in questi mesi, non fa che accrescere le difficolta’ nella gestione di un Municipio cosi’ peculiare come il Primo. Tuttavia noi andiamo avanti, con il sostegno della maggioranza in Consiglio, decisi a continuare la nostra battaglia per il decoro e la sostenibilita’ dei nostri rioni”.

Dopo le polemiche degli ultimi mesi, e dopo una raccola di firme “vere” di residenti di Monti per esprimere la contrarietà del Rione al Progetto Argiletum, che la Giunta Capitolina vuole attuare a partire dalla pedonalizzazione di Via urbana e Via della Madonna dei Monti, il Primo Municipio ha dato il via ad un percorso di partecipazione con i cittadini per la costruzione di un progetto di isola ambientale alternativo a quello del Campidoglio, che tenga conto delle istanze dei residenti, dei commercianti e degli artigiani.

Il primo incontro, molto affollato, si è svolto il 20 luglio presso la sede del Consiglio Municipale in Via della Greca.

L’ipotesi di progetto, che si estende anche a Via degli Annibaldi e punta alla riqualificazione del tratto iniziale di Via Cavour, comprende la realizzazione di aree pedonali, aree ciclabili, il divieto di accesso per i bus turistici. Soprattutto, avanza alcune proposte di revisione della circolazione su Via Nazionale e Via del Quirinale, con l’obiettivo di limitare al massimo o eliminare completamente il traffico di attraversamento, al contrario di quanto avviene con l’ipotesi del progetto Argiletum, che di fatto divide in due il rione.

Sulla proposta è stata avviata una discussione, e nella fase successiva verranno esaminate ed integrate le osservazioni dei cittadini.


PROTESTA ALFONSI CON DIPENDENTI E COMITATI: O RAGGI CI LASCIA GOVERNARE O LE DIAMO CHIAVI ‘CITY’ (DIRE) Roma, 5 lug. – Il I Municipio di Roma e’ “ormai al collasso” a causa della gravissima carenza di personale” che paralizza i servizi e “schiaccia i diritti di lavoratori e utenti”.

È il grido d’allarme lanciato stamattina dalla presidente Sabrina Alfonsi, che ha organizzato negli uffici dell’Anagrafe di via Petroselli un’iniziativa insieme a dipendenti, consiglieri e assessori municipali, associazioni come Cittadinanza Attiva e Movimento consumatori e diversi comitati di quartiere e associazioni di residenti del Centro, dal Portico d’Ottavia all’Isola Tiberina, da Monti al Babuino. Nell’occasione Alfonsi ha consegnato simbolicamente alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, una grossa chiave con una targa con la scritta I Municipio, “perche’ se non fara’ nulla saremo costretti a consegnarle quella vera”. L’appello diretto alla sindaca e’ quello di “fermare il processo di ‘predazione’ dei dipendenti municipali e dare seguito alle promesse di un anno fa di un decentramento di funzioni accompagnato da risorse umane e finanziarie adeguate, e non solo l’attribuzione delle responsabilita’ che gli uffici centrali non vogliono o non possono assumersi”. Nel frattempo e’ gia’ pronta una risoluzione Pd da votate in Consiglio municipale che chiede di reiterare la richiesta urgentissima di personale e risorse al Campidoglio per non dover interrompere i servizi al territorio.

A parlare sono i numeri forniti dal Municipio della City: 18 dipendenti in meno nel turnover 2016/2017, frutto di 53 nuovi ingressi a fronte di 26 pensionamenti e 45 trasferimenti. Tra i piu’ colpiti l’ufficio Commercio, che gestisce le pratiche di piu’ di 27.600 esercizi commerciali in sede fissa e piu’ di 1.300 attivita’ su suolo pubblico ma quasi la meta’ dei dipendenti, 16 su 40, hanno risposto all’ultima call del Campidoglio per il costituendo Ufficio degli ispettori annonari del dipartimento Sviluppo economico. O i Servizi demografici, con 43 unita’ in servizio che nel 2016 sono stati gravati da oltre 230mila pratiche anagrafiche, il 20% in piu’ dell’anno precedente. O ancora l’Unita’ tecnica, che con 78 persone deve fronteggiare il trasferimento di fatto delle competenze relative alla manutenzione straordinaria delle scuole, fino al 2015 in capo al dipartimento Lavori pubblici. Come ha spiegato Alfonsi all’agenzia Dire, “tutto parte dalla lettera del 5 settembre 2016 che abbiamo inviato al Campidoglio su richiesta della sindaca Raggi, che avendo capito la carenza di personale nei Municipi ci aveva chiesto di mandare le nostre richieste e avrebbe immediatamente provveduto. Da quella lettera e’ passato quasi un anno e non c’e’ arrivata alcuna risposta, anzi la situazione e’ addirittura peggiorata e nel turnover di quest’anno perdiamo altre 18 unita’ su 370, un dato pazzesco. In cinque anni abbiamo perso il 16% del personale del Municipio. Senza un personale motivato e nel numero adeguato noi non possiamo governare”.

Tra i motivi dell’iniziativa di oggi, ha sottolineato la presidente, “c’e’ anche il fatto che l’assessore Meloni ha organizzato un interpello perche’ vuole fare un ufficio speciale sul Commercio, quindi chiede a tutto il personale di Roma Capitale chi vuole andare in questo ufficio e ovviamente la risposta dei nostri dipendenti e’ altissima perche’ qui si lavora male, sono sotto pressione, sono in pochi e non riescono a garantire neanche i servizi minimi e quindi giustamente chiedono di andare via perche’ ingiustamente non hanno gli stessi diritti degli altri lavoratori capitolini a causa della grave situazione che c’e’ qui”. “Diciamo alla sindaca ‘lasciateci governare’. Due giorni fa ha detto che lei e’ favorevole al decentramento e che dara’ sempre piu’ delle competenze ai Municipi: noi le vogliamo tutte le competenze, vogliamo diventare un vero e proprio Comune, ma per fare questo la prima cosa e’ avere le risorse umane e poi conseguentemente quelle finanziarie. Non possiamo piu’ aspettare”, ha concluso Alfonsi.

video

video Retesole

intervista Roma Today

La proposta di deliberazione del consigliere capitolino Andrea Coia sul nuovo regolamento delle attivita’ commerciali su aree pubbliche e’ inaccettabile, tanto che ci chiediamo chi l’abbia scritta. Il Municipio Roma I Centro ha gia’ espresso il suo parere negativo e avanzato proposte concrete fin dall’ottobre 2016, perche’ questa avrebbe potuto essere una occasione straordinaria per introdurre nuove, chiare e piu’ severe regole per contrastare l’abusivismo, rendere piu’ vivibili i nostri rioni e tutelare l’immagine e il decoro del nostro territorio, patrimonio dell’Unesco. Avevamo richiesto un inasprimento delle sanzioni e la revoca della concessione per infrazioni reiterate; non solo non c’e’ traccia di revoche, ma addirittura viene introdotta la possibilita’ di ridurre tutte le sanzioni attualmente previste con una semplice delibera della Giunta capitolina. Nei criteri di assegnazione dei punteggi , nessun accenno alla qualita’ della merce venduta. Ancora una volta ad essere privilegiata e’ l’anzianita’, nonostante l’Autorita’ Garante della Concorrenza e del Mercato abbia piu’ volte sottolineato come questo criterio pregiudichi il funzionamento del mercato a svantaggio della qualita’ dell’offerta, tanto che potrebbe dissimulare, nella sostanza, una forma di rinnovo automatico della concessione, ponendosi in contrasto con l’Art. 12 della Direttiva Servizi e l’art. 16 del D. Lgs 50 /2010. Avevamo chiesto che venisse superata la frammentarieta’ delle competenze tra Dipartimento e Municipio per rendere piu’ efficiente la gestione amministrativa; ebbene non solo la frammentazione e’ rimasta, ma il Municipio dovra’ farsi carico di nuove, numerose e complicate procedure. Un esempio fra tutti: dopo l’affidamento della Concessione, su semplice richiesta del titolare o del gestore e’ concesso un ampliamento della superficie rispetto al posteggio autorizzato e una variazione della specializzazione merceologica legata al titolo originario. Avevamo chiesto di ridurre la superficie a 9 mq e’ stata lasciata a 12-15 mq, ora addirittura si puo’ ampliare con una semplice richiesta e in pratica si potra’ vendere di tutto. Nessuna traccia delle nostre richieste di eliminare le cosiddette rotazioni e contrastare quella vera e propria giungla rappresentata da volture e subingressi, che senza l’introduzione di regole di salvaguardia, rendono vana ogni azione controllo del territorio, limitano se non annullano il contrasto all’abusivismo, all’illegalita’, al mercanteggiamento delle autorizzazioni. Infine la Festa della Befana, che rimane ancora una Fiera, ostacolando ogni tentativo per riqualificarla. Insomma, dopo tanto rumore in campagna elettorale, nessuna nuova dai 5 stelle al governo della citta’. Sicuramente non era di questo che Roma aveva bisogno”.

 

VIDEO ANSA

LA REPUBBLICA ROMA 3 GIUGNO 2017

 

 

Il Primo Municipio ha aderito al ‘Good deeds day 2017′, la manifestazione internazionale di solidarieta’ che si svolge a Roma dal 31 marzo al 2 aprile, con la partecipazione di migliaia di cittadini ai numerosissimi eventi organizzati su tutto il territorio cittadino.

Sabato 1 aprile dalle ore 10.30 alle 13.30, appuntamento a Villa Sciarra, ingresso da Via Calandrelli, per una mattinata all’insegna della cultura, della cura dell’ambiente e della solidarieta’.

“Abbiamo aderito al ‘Good deeds day’ fin dal suo arrivo a Roma, nel 2015. E’ una bella manifestazione che si basa su una idea molto semplice, che e’ anche la sua forza: per un giorno chiunque voglia rimboccarsi le maniche e dedicare un poco del suo tempo al bene comune puo’ partecipare ad una delle tante iniziative messe in piedi per pulire un’area verde o una strada, organizzare collette o visite culturali, creare incontri fra culture e religioni diverse, offrire un segno di solidarieta’ verso le persone meno fortunate. Il fatto che la manifestazione cresca ad ogni nuova edizione dimostra come nella nostra citta’ esiste, ed e’ viva, una ampia rete di cittadini, associazioni e istituzioni sempre pronta ad offrire il proprio contributo per iniziative a sfondo sociale”, dichiara Sabrina Alfonsi, presidente del Primo Municipio.

“La giornata a Villa Sciarra prevede due visite guidate, una naturalistica e una storico-monumentale, che si svolgeranno contemporaneamente ad una grande operazione di pulizia della Villa realizzata insieme all’associazione Amici di Villa Sciarra e ai volontari che si occupano di decoro- aggiunge Anna Vincenzoni, assessore all’Ambiente del Municipio- Ci saranno anche un banchetto per la raccolta di prodotti per l’igiene personale da destinare ai reclusi del carcere di Regina Coeli- a cura di Pid onlus- e attivita’ ludiche e didattiche per i bambini. Nel corso della mattinata, verra’ simbolicamente messa a dimora una quercia donata dall’Ordine degli agronomi e Dottori forestali di Roma e provincia”

Il momento clou dell’iniziativa intorno alle 12.30, quando la banda della Polizia locale di Roma ha suonato per dare il benvenuto a cento ospiti disabili dell’Opera Don Guanella, arrivati a bordo di altrettante auto bianche guidate dai membri l’associazione Tutti Taxi per Amore, dopo essere statii al Colosseo per una visita guidata organizzata grazie al sostegno del Mibact e Coopculture.

Emiliano Monteverde, assessore alle Politiche sociali del Primo Municipio, commenta: “Giornate come questa ci offrono l’opportunita’ di ragionare su iniziative che all’apparenza sembrano estemporanee, ma in realta’ sono fondamentali per aiutare a costruire un messaggio importante, e cioe’ che la citta’ e le sue bellezze possano essere godute anche dalle persone con disabilita’. Il nostro compito come istituzioni e’ quello di lavorare affinche’ questo messaggio diventi permanente e l’obiettivo possa essere avvicinato ogni giorno di piu’. Voglio ringraziare l’associazione Tutti Taxi per Amore, che ogni giorno rende il lavoro dei suoi affiliati uno strumento di inclusione sociale”. La cultura ed il patrimonio culturale e religioso sono state al centro di molte altre iniziative nel Primo Municipio. Visite guidate gratuite a cinque chiese del centro storico e al Museo Ebraico, una passeggiata guidata alla scoperta del rione Monti, laboratori teatrali e musicali all’Esquilino, e molto altro ancora. Anche la salute avra’ i suoi spazi, come l’evento ‘Sport e movimento. Dare vita agli anni in piazza della salute’ promosso dalla Fondazione Enpam sabato 1 aprile nei Giardini di piazza Vittorio Emanuele II: una mattinata di attivita’ motorie, dedicate ai cittadini anziani, con l’obiettivo di diffondere la cultura sportiva tra gli over sessanta.

 

Indiretta da Villa Sciarra #goodeedsday #primomunicipio

Posted by Sabrina Alfonsi on Saturday, 1 April 2017

 

  

 

 

 

 

INCONTRO PUBBLICO SULLA MOBILITA’ SOSTENIBILE NEL CENTRO STORICO

locandina-liberi-di-muoversi

Roma, 15 dicembre 2016  –  Si è svolta ieri a Palazzo Valentini l’iniziativa “Liberi di Muoversi” promossa dal Municipio Roma I Centro sul tema della mobilità sostenibile nel Centro Storico. Tema centrale del dibattito, che inaugura un ciclo di incontri promossi dal Municipio sui temi più scottanti che riguardano il territorio, l’idea di rendere il centro di Roma più sostenibile, attraverso un miglioramento dei mezzi di trasporto, ma anche liberandolo dall’eccesso di auto e dall’attraversamento di mezzi pesanti come i bus turistici.

Nella proposta del Municipio una rete ciclabile con infrastruttura digitale, integrata da un servizio di bike sharing; la realizzazione di piccole aree e brevi tratti stradali pedonali; l’estensione delle aree con zone 30 e ancora la revisione delle discipline di traffico e sosta con la creazione di corridoi ciclabili che le colleghino creando una rete.

Obiettivi raggiungibili in tempi brevi visto che la proposta in questione ha il merito di poter essere realizzata subito e con un dispendio di risorse limitato, perché si basa sul principio della creazione di un sistema, da realizzare integrando una serie di misure già previste dal PGTU, da sviluppare ulteriormente e attuare.

Sono diversi infatti i provvedimenti attualmente in studio nel Municipio, come quello dell’isola ambientale di Aventino, finanziata dalla precedente Amministrazione, quello dell’isola ambientale di Borgo, la ciclabile di via Andrea Doria che dovrebbe unire la ciclabile già esistente con la metropolitana di Cipro. E infine è stato richiesto uno studio all’agenzia della mobilità per i piani che riguardano Monti e il quartiere ebraico.

“La proposta che abbiamo presentato sulla quale apriamo un confronto pubblico è realizzata da professionisti – spiega la Presidente Sabrina Alfonsi – perché siamo convinti che oggi per governare Roma ci sia bisogno di mettere insieme tutte le forze migliori della città.  Pur nei limiti delle nostre competenze – continua Alfonsi – riteniamo che il Municipio possa giocare un ruolo e sedersi ai tavoli di confronto con l’assessorato, i dipartimenti, le aziende pubbliche e soprattutto con i cittadini e le associazione per affermare una visione alta di mobilità. Perché Roma si cambia soltanto con idee di grande respiro da costruire insieme con la partecipazione di tutti”.

Hanno partecipato all’incontro l’Assessore Regionale ai Trasporti Michele Civita e il Presidente della Commissione Trasporti del Senato Michele Meta.

 

Documenti allegati:  mappa-ciclopolitana – intervento-presidente

Ieri sera all’inaugurazione della Mostra “Trastevere intrecci di arte e di vita” presso il Museo di Roma in Trastevere, in Piazza Sant’Egidio.
Una mostra emozionante, che ci fa rivivere il Rione di Trastevere tra passato e presente, attraverso gli occhi dei residenti, degli artisti, degli artigiani e dei gestori dei locali del quartiere.

trastevere-1trastevere-2

Roma, 1 luglio 2016  –  Oggi ho presentato la Giunta che insieme a me guiderà il Municipio nei prossimi anni.
Quattro gli Assessori confermati rispetto al precedente mandato: Jacopo Emiliani Pescetelli, Emiliano Monteverde, Tatiana Campioni e Anna Vincenzoni. Due i nomi nuovi, Giovanni Figà-Talamanca e Cinzia Guido. Il primo porta in Giunta l’esperienza della lista civica #‎Noi‬ Per Sabrina Alfonsi Presidente. Il suo ingresso nella squadra è il riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto in questi anni come Presidente della Commissione Scuola, attraverso una grande lavoro di rete con tutte le componenti del mondo della scuola.
Cinzia ha lavorato a lungo nel campo della promozione culturale prima e poi nella comunicazione.
“Questa giunta si ispira a quel #‎NoiAndiamoAvanti‬ che è stato il nostro slogan dal momento in cui il Campidoglio è stato Commissariato e per tutta la campagna elettorale.
Siamo stati una vera squadra, e per questo i due/terzi dei componenti della precedente giunta vengono riconfermati, perché quanto abbiamo fatto in questi tre anni è stato premiato dal voto dei cittadini del primo municipio e noi vogliamo portare a compimento il lavoro iniziato.
Prima di presentare i singoli, voglio fare una premessa. Ho deciso di affidare le deleghe agli Assessori sulla base delle specifiche competenze municipali, lasciando a me stessa e al Consiglio il lavoro sui temi di competenza del Campidoglio come la mobilità, i rapporti con le aziende municipalizzate, il verde, i parchi e i giardini. Ci sarà esclusivamente una delega alle politiche ambientali, che noi interpretiamo in continuità con la politiche di gestione partecipata del verde che abbiamo attuato attraverso una ampia rete di rapporti con i numerosi comitati e associazioni nati proprio con questa finalità, come ad esempio l’Ass. Amici di Villa Sciarra, Parco degli Scipioni ecc…
Alcune deleghe le ho volute cambiare, chiedendo intanto al Vice Presidente Emiliani Pescetelli – riconfermato in questo ruolo – di assumersi tutta la parte della gestione dei rapporti con il Consiglio, perché questo sarà un mandato nel quale accanto ad una decisa azione amministrativa ci sarà anche la necessità di portare avanti una forte azione politica a cui dedicare una parte importante delle nostre energie e della nostra esperienza. Ho chiesto poi a Tatiana Campioni di lasciare i Lavori Pubblici in favore del Vice Presidente, perché l’esperienza che ha maturato in questi anni nei rapporti con le Sovrintendenze riteniamo possa essere importantissima nel settore del commercio nel quale, al di là dei temi ricorrenti che tutti conosciamo, abbiamo nell’immediato futuro due priorità assolute. La prima è l’approssimarsi dell’entrata in vigore della Direttiva Europea c.d. “Bolkenstein”, per l’attuazione della quale è fondamentale un rapporto stretto con gli enti di tutela e con il Campidoglio e soprattutto l’avvio di una attività di pianificazione. L’altra questione che consideriamo prioritaria è quella del contrasto alle due principali forme di abusivismo, quello commerciale e quello edilizio; due temi che ci appartengono, che hanno caratterizzato la nostra azione in questi anni e che siamo decisi a portare avanti.
Ad Anna Vincenzoni ho affidato le politiche ambientali, declinate nel senso già specificato, affidandogli inoltre il Bilancio, il Personale e la Sicurezza sul Lavoro.
Confermata invece la scelta di affidare le politiche sociali, la promozione della salute e lo sport a Emiliano Monteverde, forse la figura più tecnica della giunta.
A Cinzia Guido vanno deleghe importanti. La Cultura e i Beni Culturali, il Turismo, gli spazi pubblici e il Patrimonio, delega molto delicata visto tutto quello che sta accadendo in questo settore.
Giovanni Figà Talamanca avrà ovviamente la Scuola, l’edilizia scolastica e il verde scolastico. Anche queste deleghe molto importanti, anche in considerazione dei fondi messi a disposizione sia dal Campidoglio che dalla Regione Lazio, circa 6 miolioni di euro in totale, per la manutenzione delle scuole.

IMG-20160701-WA0018

IMG-20160701-WA0017

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
6SubscribersSubscribe