APERTURA DEL COMITATO ELETTORALE A VIA CANDIA

APERTURA DEL COMITATO ELETTORALE A VIA CANDIA

“Io ci rimetto la faccia. Riparto, e lo faccio con voi”. Sabrina Alfonsi, presidente uscente del I Municipio in quota Pd, e’ pronta a fare la sua campagna elettorale per tornare a guidare la city romana, un territorio che va dal Centro storico a Prati, dove oggi, in via Candia 138, ha inaugurato il suo comitato elettorale di fronte a cittadini ed esponenti politici. #Noiandiamoavanti’, questo lo slogan scelto
da Alfonsi e dalla sua squadra per tornare a governare il I Municipio dopo una consiliatura che si e’ fermata a meta’ mandato e che lei vuole proseguire “per raccogliere i frutti di quello che abbiamo seminato”.
Tantissimi i presenti nella sede del comitato elettorale, da svariati esponenti della Giunta municipale al vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, fino a esponenti del Pd romano, da Giulia Tempesta a Marco Palumbo e Mario Ciarla, ma anche l’ex assessore comunale Estella Marino e l’ex candidato sindaco Gianfranco Mascia. Con all’attivo un comitato di cittadini a suo favore ‘Si’, io voto Sabrina Alfonsi’ e una lista civica in arrivo, la minisindaco riparte “con piu’ emozione della scorsa volta,
perche’ abbiamo fatto tante cose, ma tante mancano ancora da fare- dice intervistata dall’agenzia Dire- Ecco perche’ il nostro slogan e’ ‘Noi andiamo avanti’, perche’ e’ un’esperienza interrotta e oggi dobbiamo vedere i frutti di quello che abbiamo seminato in questi primi due anni e mezzo”.

Alfonsi riparte dal “grande bagaglio” maturato, ma “anche piu’ consapevole delle difficolta’ di Roma e nella convinzione che Roma si possa governare”. Parole chiave della campagna e del programma, “legalita’, trasparenza e partecipazione. E poi decoro, ma soprattutto manutenzione urbana. Ancora di piu’- spiega Alfonsi- diciamo non grandi opere, ma cura del territorio. E’ questo che ci chiedono i cittadini”.

E se guarda al passato, Alfonsi dice che “questa esperienza e’ stata piu’ che formativa. Devastante da alcuni punti di vista”, dice riferendosi in primis a Mafia Capitale, ma anche alla fine traumatica della Giunta Marino. “Credo pero’ che la sfida piu’ grossa sia oggi, con piu’ strumenti e con piu’ trasparenza, con una macchina amministrativa che ha subito un duro colpo, ma che anche con noi e’ disponibile
a rimettersi in gioco. E’ un modo per continuare insieme ai cittadini- dice ancora- perche’ non si governa senza i Municipi e in questa consiliatura il decentramento deve diventare un diktat, le competenze separate devono essere il nostro faro”.

Alfonsi parla ai presenti e ricorda “l’importanza della partecipazione, perche’ laddove siamo riusciti in questi due anni e mezzo- dice- e’ stato con i processi che abbiamo fatto con la gente, le grandi reti che abbiamo costruito, il rapporto con tutti gli enti e le realta’ culturali, oltre la disponibilita’ dei privati con ‘Roma sei mia’ che con il bando delle adozioni del verde”. Tutte cose che Alfonsi condivide con “il nostro candidato sindaco, Roberto Giachetti. E’ un senso di responsabilita’ essere candidati- dice infine- perche’ non si puo’ lasciare il Municipio a meta’ di un percorso. Noi saremo in tanti”.

 

 

 

Articoli simili

0 29

0 35

NESSUN COMMENTO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.