20 Novembre, 2019
Cultura e Turismo

18 ottobre – Oggi abbiamo firmato una convenzione tra Municipio Roma I Centro e Tokeville, una start up innovativa nata come team multidisciplinare dell’università Roma Tre e vincitrice del bando della Regione Lazio StartCup Lazio per le migliori idee di impresa. Un progetto che mira a rigenerare i luoghi coinvolgendo cittadini ed esercizi commerciali virtuosi nell’individuazione e nella cura della città. Un modo nuovo di interagire gli uni con gli altri, una piattaforma nata con l’obiettivo di ricreare una comunità locale, su base municipale e cittadina, più partecipe, attiva, sensibile sui temi della sostenibilità delle nostre scelte e sull’ambiente! Un bel progetto, che sosteniamo con grande piacere: perché coniuga innovazione, sostenibilità e un nuovo modo di comunicare con le istituzioni, più agile ed efficace! #primomunicipio #solocosebelle #noiandiamoavanti

LA FESTA DEL CINEMA DI ROMA NELLE STRADE DEL PRIMO MUNICIPIO.

15 ottobre – “Dopo il successo dello scorso anni tornano i tappeti rossi sulle strade e nelle piazze più celebri di Roma. In occasione della quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, da domani mercoledì 16 ottobre a domenica 27 ottobre, saranno infatti ben 10 gli appuntamenti da non perdere che avranno come protagonisti attori registi musicisti e ballerini e come location alcune tra le più belle strade e piazza del Municipio”.

Questa la dichiarazione di Sabrina Alfonsi e Cinzia Guido rispettivamente Presidente e Assessora alla cultura del Municipio Roma I Centro.

“La cultura e il cinema di qualità hanno bisogno di farsi conoscere anche al grande pubblico e le vie della nostra città sono il luogo perfetto. Questo progetto è stato reso possibile anche grazie alla disponibilità delle associazioni dei commercianti e di Federalberghi. Il programma è denso di appuntamenti: il 16 ottobre una preapertura a Via della Frezza con il vernissage di “Mano Artigiana”, la mostra dello scultore Dante Mortet, nei concept store Fòndaco, con un incontro a tema “il cinema fatto a mano”. Il 18 ottobre tra Via dei Banchi di Santo Spirito e Ponte Sant’Angelo si terrà una performance artistica con cantanti lirici in omaggio al documentario di Ron Howard su Pavarotti. Il 19 a Piazza di Pietra andrà in scena il concerto della Banda della Polizia di Stato con le più celebri colonne sonore ed esibizione di auto d’epoca. Tre appuntamenti in Via Veneto: il 22 omaggio a John Travolta, il 23 un flash mob diretto da Giancarlo Scarchilli sul tema della “Dolce vita” in cui invitiamo i cittadini a partecipare vestiti a tema e il 25 ottobre, dalla terrazza del civico 124, la soprana Natalia Quiroga Romero eseguirà brani di celebri film. Il 24 ottobre a Via dei Condotti è in programma un’altra performance artistica e un balletto per celebrare i 50 anni di Woodstock. La coreografia sarà di Chiara Sasso e anche qui i cittadini sono invitati a prendere parte alla scenografia con vestiti a tema. A Palazzo Merulana il 22 ci sarà il concerto della Banda dei Carabinieri mentre il 26 Fabrizio Gifuni leggerà brani di “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” di Carlo Emilio Gadda. Infine –concludono Alfonsi e Guido – domenica 27 ottobre in Piazza San Lorenzo in Lucina alle ore 19 le colonne sono dei fil più celebri saranno diffuse dal terrazzo di Palazzo Fiano”. (Comunicato Agenzia Dire).

Alcune immagini degli eventi della manifestazione:

FESTIVAL DEI CORI

5 ottobre – Una serata di musica emozionante, davvero. Nella bellissima cornice della sala Alessandrina nel Complesso Monumentale del Santo Spirito in Sassia, abbiamo accolto i ragazzi di Samotracia, grazie al patto di amicizia e scambio culturale stretto tra l’Isola greca e il primo municipio. Un percorso lungo, iniziato tre anni fa e che ha condotto una classe del liceo Tasso in Grecia ed ora i ragazzi di Samotracia a Roma, seguendo il fil rouge del viaggio di Enea nel Mediterraneo, dalla Grecia all’Italia. Due cori a confronto, due culture che si comprendono pur parlando lingue diverse: il Coro del liceo di Samotracia e il Coro che Non C’è, composto da ragazzi di vari licei romani. È nata così la prima edizione del Festival dei Cori! Noi crediamo profondamente nell’Europa unita e oggi abbiamo ripercorso, attraverso la musica, una delle radici comuni che ci appartengono. Un grazie particolare alla Comunità Ellenica, che ha voluto sostenere con forza questo progetto, e a tutti coloro che hanno contribuito a rendere vivo questo bellissimo patto di amicizia!

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Samstag, 5. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Samstag, 5. Oktober 2019

 

 

2 ottobre – All’Asiatica film festival prospettive e sguardi si incontrano! Ierii al Wegil abbiamo inaugurato 10 giorni di colori, musiche e immagini di un mondo che esercita una grande fascino, da sempre, sull’immaginario di tutti noi, l’Oriente. In questi anni di governo del municipio abbiamo voluto costruire un territorio inclusivo, solidale, aperto al mondo: sono felice che sia proprio il nostro territorio ad ospitare questo festival che parla di intercultura, di solidarietà, di curiosità verso l’altro.

ROMA. MUNICIPIO I: DOMANI TUTTI IN TAXI PER AIUTARE AMATRICE.

27 settembre – L’anno scorso centinaia di persone avevano raggiunto a bordo di un taxi Amatrice, luogo simbolo del devastante terremoto che nel 2016 ha messo in ginocchio molte cittadine, borghi e paesi dell’Italia centrale. Ora i taxisti dell’Associazione Tutti Taxi per Amore, scortati dai motociclisti dell’Associazione Motociclisti Forze dell’Ordine, ci riprovano con ancora piu’ entusiasmo e con la voglia immutata di essere vicini alle popolazioni colpite dal sisma. Sabato 28 settembre infatti e’ in programma una nuova edizione di ‘Un pranzo per Amatrice’, l’iniziativa di solidarieta’ che vede coinvolti 100 taxi dell’Associazione che si metteranno a disposizione per accompagnare gratuitamente ad Amatrice le 600 persone che hanno deciso di partecipare al grande pranzo organizzato per raccogliere fondi da destinare a iniziative sociali. Ci saranno anche tre pullman messi a disposizione dal Municipio Roma I Centro, partner dell’iniziativa, che accompagneranno gli iscritti dei Centri Anziani Municipali e il Coro del Villaggio Breda. “Ormai da qualche anno collaboriamo con l’Associazione Tutti Taxi per Amore su iniziative di carattere sociale- afferma la presidente del Municipio, Sabrina Alfonsi- a questa teniamo particolarmente, e cerchiamo di promuoverla al massimo, per fare in modo che riscuota un successo ancora maggiore di quello dello scorso anno, perche’ in queste zone ci sono ancora tantissimi problemi. E’ importante che le persone vengano qui, c’e’ bisogno di rimettere in moto l’economia locale devastata dalle conseguenze del terremoto, e iniziative come questa possono dare un contributo significativo a far si’ che questi luoghi non vengano dimenticati”. “E’ un modo per rinnovare la nostra vicinanza a quelle popolazioni e per mantenere la promessa fatta dopo il sisma, quando il Primo Municipio fu impegnato da subito nella raccolta di beni di prima necessita’, di tornare ogni anno in modo concreto nei luoghi colpiti da quel terribile evento” aggiunge Anna Vincenzoni, assessora alla Mobilita’ del Municipio I Centro. “Chi e’ rimasto ad Amatrice, le persone che ci abitano e i commercianti che operano nei centri commerciali, oggi vivono di una microeconoma che ha bisogno di essere sostenuta- dice Marco Salciccia, presidente di Tutti Taxi per Amore- I nostri taxi e i pullman del Municipio portano gratuitamente chi ha deciso di partecipare e, oltre al pranzo, semplicemente attraversando la strada per chi vorra’ farlo, si potra’ dare un ulteriore contributo alla ripresa dell’economia locale acquistando uno dei tanti ottimi prodotti locali”. L’appuntamento per la partenza del corteo e’ alle 8.30 a Saxa Rubra alla fermata del trenino.

(Comunicato Agenzia Dire)

10 settembre – Al Convegno su Governance e regolamentazione del mercato turistico a Roma organizzato all’Associazione ALBAA – Associazione Laziale Bed e Breakfast Affittacamere e Affini. Un momento di riflessione importante su come ridurre l’abusivismo, e di conseguenza la concorrenza sleale, delle attività ricettive extra-alberghiere nella nostra città.

Ad una delle tavole rotonde, quella intitolata “Piani strategici per il Turismo di Roma e Lazio tra sostenibilità, innovazione ed accessibilità per migliorare ed accrescere la competitività”, erano state invitate a partecipare l’Assessore Regionale al turismo Lorenza Bonaccorsi, la Presidente el Municipio I, Sabrina Alfonsi, il Direttore del Dipartimento Turismo, Formazione e Lavoro di Roma Capitale, M. Cristina Selloni e il Presidente del Convention Bureau di Roma e Lazio, Onorio Rebecchini.

Il tema n discussione era uno di quelli strategici per lo sviluppo di Roma. Primo Magazine ha chiesto alla Presidente Sabrina Alfonsi la sua opinione riguardo ad un tema che coinvolge in pieno il territorio che amministra.

“Il nostro Paese, ed in particolare le sue città d’arte, è tradizionalmente una delle mete turistiche più ambite al mondo grazie alla sua storia e all’immenso patrimonio di bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche di cui è dotato. Ciò nonostante, dobbiamo chiederci se stiamo valorizzando al meglio questa ricchezza naturale, quali siano i possibili margini di miglioramento e quali gli strumenti idonei a cogliere le opportunità che il mercato ci presenta.

Per quanto riguarda la Capitale, sebbene possiamo registrare con soddisfazione una crescita del turismo del 3% rispetto al 2017, è pur vero che il turismo che a livello globale è cresciuto del 7% .Quindi se è vero che Roma cresce, cresce comunque la metà rispetto al trend generale. Nella nostra città il turismo non è legato esclusivamente al patrimonio culturale e archeologico, ma si declina in tanti modi – dal turismo fieristico a quello enogastronomico, da quello religioso a quello legato ad eventi specifici – penso ad esempio alla Mostra del Cinema di Roma o a grandi concerti, dal Circo Massimo all’Auditorium. Tutti questi “turismi” diversi hanno il loro fulcro nel cuore della città, che dell’afflusso costante di persone fa una delle sue risorse. I flussi turistici sono però legati ai grandi temi amministrativi, la mobilità prima di tutti, la gestione del decoro e della pulizia, la regolamentazione degli esercizi ricettivi e commerciali per combattere in modo efficace la cosiddetta “shadow economy”, quell’economia sommersa che a Roma si traduce in 33 mila affitti brevi da parte di privati che nella maggior parte dei casi sono attività illegali con tutti i crismi dell’imprenditorialità. In questo senso, dobbiamo potenziare i tanti turismi di Roma per riuscire a renderli risorsa per la città, investendo in servizi e in promozione. L’unico modo per restare competitivi e assicurare la qualità e gli standard che il mercato mondiale richiede piuttosto che la quantità.

Troppo spesso ci concentriamo sugli arrivi dei turisti e non su quante notti si fermano e quanti pasti consumano.

Le scalinate dei nostri monumenti piene di turisti intenti a consumare un panino e il drammatico dato che vede in meno di 2 giorni e mezzo la durata media dei pernottamenti, sono due esempi di un fenomeno sociologico che si sta affermando. Fino a relativamente pochi decenni fa, chi viaggiava era benestante, per gli alti costi del trasporto e del pernottamento; ora i viaggi aerei costano poche decine di euro e muoversi è diventato comune. Questo ha portato ad un allargamento del bacino di chi può permettersi di viaggiare, con conseguente maggiore differenziazione dell’offerta, in un momento in cui l’economia e il commercio stanno cambiando velocemente grazie a Internet. Il turismo è investito appieno dalla rivoluzione tecnologica. Dalla rete Internet transita l’informazione utilizzata da una parte crescente dei viaggiatori per progettare le proprie vacanze e selezionare le mete preferite. La rete consente di prenotare direttamente i servizi di viaggio, di accedere alle informazioni relative alle strutture ricettive, alle attrazioni paesaggistiche, culturali e ricreative. Le tecnologie digitali sono cruciali per conferire visibilità e accessibilità alle aree e alle strutture meno note, contribuendo per questa via a valorizzarle. Su questo fronte l’economia italiana registra ritardi, e il settore turistico non fa eccezione. Dalla capacità di colmare il ritardo nell’innovazione dipenderà la possibilità di sostenere la crescita e innalzare il nostro livello di benessere. E poi è necessario un sistema organico di norme per la salvaguardia della qualità complessiva del nostro Centro Storico, che si sta progressivamente svuotando dei suoi abitanti, così come delle vecchie botteghe storiche, che hanno lasciato il posto a negozi food di ogni genere. Diventa perciò indispensabile regolamentare gli esercizi commerciali, le strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere, le attività commerciali su aree pubbliche di particolare valore archeologico, storico, artistico e paesaggistico, per verificare la loro compatibilità con le esigenze di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e monumentale. È dall’area del centro storico, che proviene una buona parte del P.I.L. commerciale della città, non dimentichiamolo. E se si degrada e impoverisce il centro storico, si impoverisce anche la città intera. Il Centro storico di Roma è il cuore pulsante della Cultura del nostro paese, ed è imperativo per la politica valorizzarlo, tutelarlo e difenderlo.

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 10. September 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 10. September 2019

30 maggio – Alla Camera di Commercio di Roma per la presentazione della ricerca sui giovani romani promossa da ACLI di Roma all’interno del progetto “Generare futuro”. Per generare futuro serve recuperare la speranza. Questo il compito della politica, ma anche degli organi di informazione, per il futuro. Per chi volesse approfondire ecco il video del mio intervento. #primomunicipio #noiandiamoavanti #nessunoescluso

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Donnerstag, 30. Mai 2019

 

16 maggio – Sono molto orgogliosa di aver ricevuto, al Forum PA e in rappresentanza del Municipio Roma I Centro, il premio “Best practice patrimoni pubblici 2019” per il progetto di Palazzo Merulana concretizzatosi grazie alla famiglia Cerasi.
Il Premio intende segnalare le esperienze e i progetti più innovativi promossi e sviluppati in partnership tra Enti Pubblici ed Imprese Private per la gestione e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari, urbani e territoriali di proprietà pubblica o di interesse pubblico. Questo premio intercetta anche il progetto Culture Hub, promosso da CoopCulture, finalizzato alla messa in rete degli operatori culturali del territorio per la realizzazione di buone progettualità e la condivisone di buone idee da cui possano scaturire nuove linee di indirizzo culturale.
La sede scelta, proprio Palazzo Merulana, è la location perfetta. Un luogo che in questo primo anno non è stato un classico museo, ma un centro di produzione e promozione culturale e di spazio aperto alla creatività e alla partecipazione che ha visto coinvolti più di 600 operatori culturali, realizzando circa 120 progetti per un totale di 150 giorni di programmazione, con una media di un’iniziativa ogni due giorni. #primomunicipio 

 

4 maggio – AL WEGIL AL VIA RASSEGNA ‘CILENTO CAPITALE’

(DIRE) Roma, 3 mag. – Quarta edizione della rassegna Cilento Capitale, che sara’ ospitata, in questo fine settimana, negli spazi di WeGil in Largo Ascianghi, 5.

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Sonntag, 5. Mai 2019

 

La rassegna, nata nel 2016 da un’idea di Antonio D’Agosto ha lo scopo di promuovere le bellezze naturalistiche, archeologiche ed enogastronomiche del Cilento. Nei due giorni, tra le altre cose, sara’ possibile degustare ed eventualmente acquistare prodotti enogastronomici del Cilento, assistere a un confronto tra le cucine e i sapori del Cilento e del Lazio, ammirare la mostra fotografica sulle bellezze offerte da questa terra straordinaria. Mi piace sottolineare anche l’appuntamento di domenica 5 maggio alle ore 12 quando, insieme all’assessore alle Politiche sociali del nostro Municipio Emiliano Monteverde, ad Anna Marchei della Comunita’ di Sant’Egidio, a Cono Delia, sindaco di Morigerati e allo stesso organizzatore Antonio D’Agosto, ci siamo confrontati sulla sfida dell’accoglienza che i nostri due territori vogliono lanciare all’intero paese, di fronte alle politiche di “criminalizzazione” dei migranti e dei richiedenti asilo attuate da questo Governo. 

 

 

16 aprile – Migliorare l’azione politica ed amministrativa significa anche alzare lo sguardo oltre i propri confini per cercare lo scambio di esperienze e di buone pratiche con altri enti locali, con l’obiettivo di offrire ai propri cittadini il meglio.

Con questo spirito la Presidenza del Primo Municipio, fin dal primo mandato, ha avviato una serie di contatti con altre pubbliche amministrazioni che hanno portato, nel tempo, risultati molto interessanti.

Ricordiamo ad esempio l’ormai pluriennale gemellaggio con la XIII^ municipalità di Parigi, dal quale nasce l’interscambio tra due culture affini che ha dato origine alla Settimana Francese a Roma e quella italiana a Parigi.

Anche il patto di amicizia con l’isola greca di Samotracia, siglato a maggio del 2016 con il Sindaco Athanassios Vitsas, è basato sulla reciprocità degli interessi e sull’amore per le comuni radici culturali, ed è diventato lo strumento per promuovere scambi turistici e culturali tra Roma e l’isola greca, in particolare rivolti agli studenti.

Condividere la cultura è il modo migliore per creare il senso di comunità, quello che forse manca oggi nella nostra Europa. Lavorare sui giovani va proprio in questa direzione, per evitare che l’Europa diventi una cosa diversa da come l’avevamo immaginata.

In questa stessa direzione va il Protocollo di collaborazione siglato il 15 aprile scorso nello studio del Sindaco di Bari, Antonio De Caro, dalla Presidente Sabrina Alfonsi  e da Micaela Paparella, la Presidente del Municipio I del capoluogo pugliese. Due donne, rappresentanti delle due Municipalità che rappresentano i Centri Storici delle due Città, dopo essersi incontrate ed essersi trovate in sintonia, nelle scorse settimane hanno deciso di avviare una collaborazione con l’obiettivo di promuovere e consolidare i rapporti di amicizia e scambio in ambito culturale, sociale e turistico tra le due città.

“Uno degli aspetti più interessanti del protocollo – spiegano le due Presidenti – è sicuramente legato alla grande attenzione che entrambe le nostre Amministrazioni riservano a tematiche molto importanti quali i diritti civili, la parità di genere e la partecipazione dei cittadini, anche quelli più giovani, come testimoniano la presenza in entrambi i territori della Casa delle Donne e la promozione di strumenti per coinvolgere i ragazzi delle nostre scuole e fargli conoscere i meccanismi che regolano il funzionamento degli organi di rappresentanza politica ed amministrativa a livello municipale”.