22 giugno, 2018
DaybyDay

26 maggio  –  Continua il mio impegno e quello di tanti altri  nel sostenere la candidatura di Giovanni Caudo alla Presidenza del III Municipio. Oggi ho fatto il giro dei gazebo posizionati in 10 piazze di quel Municipio, dove i sostenitori di Giovanni vanno ad incontrare le persone e parlare.

Ripartiamo da li,dal dialogo con le persone, per provare a superare la diffidenza e la delusione di molti e riportarli al voto.

Come recita lo slogan scelto dal Prof. Caudo per la sua campagna elettorale, “Rieducare alla speranza è oggi l’orizzonte più alto dell’azione politica”.

Ripartiamo dalle elezioni del 10 giugno nei Municipi III e VIII per cominciare a riprenderci la città.

 

 ALFONSI: MOZIONE GUERRINI ATTACCO POLITICO ALLE DONNE.

21 Maggio – “E’vero che a Roma c’è un tema legato al Patrimonio disponibile, ma è anche altrettanto vero che in questo momento sembra esserci anche un tema di donne”. Lo ha detto Sabrina Alfonsi, la Presidente del Municipio Roma I Centro, presente questa mattina in senato alla Conferenza stampa sulla Casa delle Donne.

“Dico questo perché per nessuna altra situazione collegata ai contenziosi di tipo patrimoniale, per nessun altro spazio dato in concessione dal comune, si è praticata la strada scelta per la Casa Internazionale, quella di predisporre un documento specifico, una mozione, da votare poi in Assemblea Capitolina a maggioranza, senza alcun confronto né con le Associazioni delle Donne nè tantomeno con le forze politiche dell’opposizione.

Bisogna dirlo, perché altrimenti rischiamo di perdere il punto di vista. Il documento della Consigliera Guerrini non è ragionieristico, non parla della valorizzazione del patrimonio pubblico, ma è un attacco esplicito alla Casa, alle attività che vi si svolgono e ai contenuti. Per questo credo che noi oggi dobbiamo essere al presidio e all’incontro per riaffermare a testa alta il principio che,  oggi più di 10 anni fa, la città ha ancora più bisogno della presenza della Casa Interazionale, in un momento in cui la politica si sta dimenticando delle donne e sui temi della parità di genere stiamo facendo passi indietro anzichè progredire. Ringrazio tutte le amiche e compagne che in questi anni, grazie al loro impegno quotidiano, hanno contribuito a mantenere viva e a far crescere questa magnifica esperienza”.

 

rassegna stampa e alcune immagini del presidio tenutosi nel pomeriggio in Campidoglio durante l’incontro della delegazione della Casacon le Assessore e la Sindaca

repubblica 22 maggio

corriere della sera 22 maggio

messaggero 22 maggio

il manifesto 22 maggio

 

14 maggio –  Questa mattina la Presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi, accompagnata dall’Assessore alle Scuole Giovanni Figà Talamanca e dall’Assessore alle Politiche Sociali, Emiliano Monteverde, ha salutato gli alunni di tre classi della Scuola Media “D. Manin” in partenza via treno dalla Stazione Termini per il Cilento, per un viaggio di istruzione con corsi di vela , organizzato dalla Scuola con il sostegno del Primo Municipio e la collaborazione della Lega Navale.

“Si tratta della prima scuola che usufruisce del contributo messo a disposizione dal Municipio” ha dichiarato la Presidente Alfonsi. “Abbiamo deciso stanziare in bilancio risorse che potranno essere utilizzate dalle scuole per favorire la partecipazione ai viaggi di istruzione anche di quegli alunni che, per ragioni economiche, resterebbero esclusi. E’ una richiesta esplicita che proviene da una mozione approvata dal Consiglio Municipale delle Bambine e dei Bambini, che noi abbiamo immediatamente messo in pratica. E abbiamo voluto che stamattina a salutare i ragazzi in partenza insieme a noi ci fossero anche il Presidente e il Vice Presidente del Mini Consiglio Municipale.

“Abbiamo promosso un contatto con la Lega Navale perché ci piaceva l’idea di garantire a questi ragazzi un’esperienza  di sport e divertimento nella natura” ha aggiunto l’Assessore alle Politiche Sociali Emiliano Monteverde. “la vela è uno degli sport migliori per insegnare l’importanza del gioco di squadra, il rispetto per il mare, lo spirito di collaborazione”.

“Nella comunicazione che abbiamo inviato a tutti gli istituti del territorio “ aggiunge l’Assessore alle Scuole Giovanni Figà Talamanca” abbiamo specificato che sarebbero stati privilegiati i progetti  che per l’organizzazione dei viaggi avessero preferito mezzi di trasporto sicuri e sostenibili dal punto di vista ambientale, come le ferrovie.  L’iniziativa ha avuto successo. Dopo questo primo gruppo di 58 ragazzi della Scuola Manin, a breve  seguiranno i viaggi dei ragazzi delle terze dell’Istituto Claudio Abbado per Trento e della Scuola Buonarroti per Venezia” conclude l’Assessore.

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 14. Mai 2018

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 14. Mai 2018

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 14. Mai 2018

 

 

10 Maggio  –  “Una operazione culturale di grande spessore” così la Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi, presente all’inaugurazione di questa mattina, definisce l’apertura di Palazzo Merulana.

“Un recupero edilizio importante si trasforma in uno spazio nuovo per la cultura, grazie alla straordinaria collezione di opere d’arte messa a disposizione da Elena e Claudio Cerasi ed anche in virtù della loro idea che questo spazio viva anche grazie alla collaborazione e alla sinergia con la grande rete culturale e civica del territorio.

Insieme alla riqualificazione di Piazza Dante e al restauro dell’ex Zecca, Palazzo Merulana rappresenta un altro importantissimo contributo per il rilancio del Rione Esquilino e una buona notizia per tutta la città”.

10 maggio – Oggi pomeriggio alle 14.00 presso il monumento situato in Largo delle Vittime del Terrorismo alle Terme di Caracalla, si è svolta una breve cerimonia di commemorazione di tutti i caduti in azioni terroristiche con la deposizione di una corona, accompagnata dalla Banda dell’Arma dei Carabinieri.

Alla Cerimonia, promossa dal Primo Municipio in collaborazione con l’Associazione Fratelli Mattei e l’Associazione Domenico Ricci, hanno partecipato la Presidente Sabrina Alfonsi e l’Assessora all’Ambiente del Primo Municipio, Anna Vincenzoni, Giampaolo Mattei e Giovanni Ricci, esponenti dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Locale, i rappresentanti delle Associazioni dei familiari provenienti da ogni parte d’Italia ed alcuni dei ragazzi vincitori del concorso “Tracce di Memoria”, premiati questa mattina in Quirinale dal Presidente Mattarella e dalla Ministra Valeria Fedeli in occasione della Giornata per le Vittime del Terrorismo.

“Abbiamo voluto raccogliere l’appello di Giampaolo Mattei e Giovanni Ricci di fare in modo che questa piccola area verde, dedicata alle Vittime degli anni più bui di questo Paese, venisse sottratta al degrado per acquisire la dignità e il rispetto che merita per ciò che rappresenta. Per questo abbiamo chiesto ed ottenuto dal Dipartimento Patrimonio di prenderla in carico al Municipio per la manutenzione ordinaria.” ha detto la Presidente Sabrina Alfonsi durante il suo intervento.

“Dopo la firma di un protocollo nel marzo scorso abbiamo avviato – insieme alle Associazioni dei Familiari e con la collaborazione dell’ Associazione Architetto Simonetta Bastelli – un percorso che ha il suo centro in questo giardino, per farlo diventare un vero luogo della Memoria, che guarda non solo al passato ma soprattutto al futuro, alle giovani generazioni, che devono essere consapevoli di fatti tragici che hanno segnato profondamente la nostra storia recente”.

 

Avviato il cantiere per la demolizione dei due dehors dell’ex Cafè Veneto di Via Veneto. Una presenza ingombrante, 184 metri quadri realizzati in struttura in ferro e rivestimenti in travertino, divenuta anche pericolosa a causa del degrado. Dopo il Caffè Strega e il Caffè de Paris, continuiamo il nostro impegno – insieme agli operatori commerciali della zona – per restituire immagine e decoro ad una delle strade di Roma più conosciute al mondo. #noiandiamoavanti #primomunicipio

 

ALFONSI: ORGOGLIO PER EVENTO UNICO NEL SUO GENERE

(DIRE) Roma, 8 mag. – “Siamo felicissimi di essere riusciti anche quest’anno a proporre questa bella manifestazione, alla quale teniamo moltissimo e che rappresenta uno dei nostri motivi di orgoglio”. A dirlo e’ la presidente del Primo Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, commentando la IV edizione del Grande Concerto delle scuole del territorio, ospitato quest’anno per la prima volta all’Auditorium della Conciliazione. Più di 500 giovani musicisti delle orchestre e dei cori delle scuole medie a indirizzo musicale si sono alternati sul palco offrendo un estratto dei loro repertori musicali, per poi unirsi in un’unica grande orchestra per l’esibizione finale. A concludere l’appuntamento, le performance dei gruppi musicali e delle formazioni corali delle scuole superiori.
Vasto il repertorio in cui si sono cimentati i vari istituti, dalla musica classica a quella moderna: dalle ‘Danze ungheresi’ di Brahms, a ‘Fantasia’ di Gershwin, fino a ‘Caro Diario’ di Nicola Piovani o a ‘I Magnifici 7’ di Bernstein, passando per brani di Morricone, Fox, Djawadi, Hawkins e Rodrigo. Gran finale con il ‘Va’ pensiero’ di Giuseppe Verdi e ‘O fortuna’ dai Carmina Burana di Orff. Ma non e’ mancato il pop-rock con incursioni nella discografia di Beatles, Led Zeppelin, King Crimson e Lenny Kravitz.
“Si tratta di un grande sforzo organizzativo- ha aggiunto Alfonsi- anche in considerazione della scarsità di risorse a disposizione del Municipio per l’organizzazione di eventi culturali come questo, che sono comunque necessari se si vuole garantire a questi ragazzi l’emozione e la soddisfazione di esibirsi su un palco vero e davanti a una platea numerosa. Un grande evento, unico nel suo genere a Roma, che coinvolge centinaia di persone tra musicisti, genitori e insegnanti. La bontà del progetto è confermata dall’ampia partecipazione delle scuole: del resto la musica è un elemento che unisce, crea empatia, insegna ai ragazzi che suonano in un ensemble che i risultati migliori si ottengono soltanto quando le energie si uniscono e tutti vanno nella stessa direzione. E’ un grande insegnamento di vita, un percorso didattico e formativo che dovrebbe essere supportato in modo adeguato dalle istituzioni perché’ rappresenta uno potente stimolo per i nostri giovani a coltivare la partecipazione alla vita civile e sociale”.
Al concerto hanno partecipato i ragazzi delle terze medie degli istituti Parco della Vittoria, Regina Margherita, Visconti, Virgilio, via delle Carine, Claudio Abbado, Regina Elena, il coro della scuola Di Donato; il coro del Liceo Albertelli, le band dei licei Newton, Virgilio e Cavour.

 

SCUOLA. ROMA, MUNICIPIO I: GRANDE CONCERTO AD AUDITORIUM CONCILIAZIONE ALFONSI: ORGOGLIO PER EVENTO UNICO NEL SUO GENERE(DIRE) Roma, 8 mag. – "Siamo felicissimi di essere riusciti anche quest'anno a proporre questa bella manifestazione, alla quale teniamo moltissimo e che rappresenta uno dei nostri motivi di orgoglio". A dirlo e' la presidente del Primo Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, commentando la IV edizione del Grande Concerto delle scuole del territorio, ospitato quest'anno per la prima volta all'Auditorium della Conciliazione. Più di 500 giovani musicisti delle orchestre e dei cori delle scuole medie a indirizzo musicale si sono alternati sul palco offrendo un estratto dei loro repertori musicali, per poi unirsi in un'unica grande orchestra per l'esibizione finale. A concludere l'appuntamento, le performance dei gruppi musicali e delle formazioni corali delle scuole superiori.Vasto il repertorio in cui si sono cimentati i vari istituti, dalla musica classica a quella moderna: dalle 'Danze ungheresi' di Brahms, a 'Fantasia' di Gershwin, fino a 'Caro Diario' di Nicola Piovani o a 'I Magnifici 7' di Bernstein, passando per brani di Morricone, Fox, Djawadi, Hawkins e Rodrigo. Gran finale con il 'Va' pensiero' di Giuseppe Verdi e 'O fortuna' dai Carmina Burana di Orff. Ma non e' mancato il pop-rock con incursioni nella discografia di Beatles, Led Zeppelin, King Crimson e Lenny Kravitz."Si tratta di un grande sforzo organizzativo- ha aggiunto Alfonsi- anche in considerazione della scarsità di risorse a disposizione del Municipio per l'organizzazione di eventi culturali come questo, che sono comunque necessari se si vuole garantire a questi ragazzi l'emozione e la soddisfazione di esibirsi su un palco vero e davanti a una platea numerosa. Un grande evento, unico nel suo genere a Roma, che coinvolge centinaia di persone tra musicisti, genitori e insegnanti. La bontà del progetto è confermata dall'ampia partecipazione delle scuole: del resto la musica è un elemento che unisce, crea empatia, insegna ai ragazzi che suonano in un ensemble che i risultati migliori si ottengono soltanto quando le energie si uniscono e tutti vanno nella stessa direzione. E' un grande insegnamento di vita, un percorso didattico e formativo che dovrebbe essere supportato in modo adeguato dalle istituzioni perché' rappresenta uno potente stimolo per i nostri giovani a coltivare la partecipazione alla vita civile e sociale".Al concerto hanno partecipato i ragazzi delle terze medie degli istituti Parco della Vittoria, Regina Margherita, Visconti, Virgilio, via delle Carine, Claudio Abbado, Regina Elena, il coro della scuola Di Donato; il coro del Liceo Albertelli, le band dei licei Newton, Virgilio e Cavour.(Red/ Dire18:34 08-05-18 .

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Mittwoch, 9. Mai 2018

I ragazzi e le ragazze delle nostre scuole, ora, all’Auditorium della Conciliazione! Bravissimi!

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 8. Mai 2018

La Grande Orchestra delle Scuole nel “Va pensiero” di Giuseppe Verdi”. Da non credere che suonano insieme dopo averla provata una volta soltanto!.

La Grande Orchestra di tutte le scuole nel "Va Pensiero". E' da non credere che suonano insieme per la prima volta…

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 8. Mai 2018

Va Pensiero, grande orchesta delle scuole del Primo Municipio

Grande successo del Concerto delle Scuole del Primo Municipio, giunto alla quarta edizione, quest'anno all'Auditorium Conciliazione. Oltre 700 musicisti di 12 scuole si sono alternati sul palco, l'impegno di ciascuno per un meraviglioso risultato comune. Ecco uno dei brani eseguiti dalla grande orchestra delle scuole (150 strumenti e oltre 100 coristi, di 7 diverse scuole)

Gepostet von Giovanni Figà-Talamanca am Dienstag, 8. Mai 2018

Roma, 8 maggio  –  #Legalita‘ e #Trasparenza. In questi anni abbiamo lavorato per aumentare gli anticorpi necessari a contrastare il virus del malaffare. Ora portiamo avanti la nostra battaglia per ottenere le risorse che servono ad informatizzate le procedure amministrative. Solo così sarà possibile snellire la burocrazia e combattere la corruzione. Il mio personale ringraziamento va anche a chi ha avuto il coraggio di denunciare. #Noiandiamoavanti

Roma, 8 maggio  –  Da tempo il Primo Municipio lavora insieme al Coni per un intervento di ristrutturazione e valorizzazione degli spazi di sport presenti nel Parco di Colle Oppio, nella zona conosciuta da tutti come “polveriera”. Il Coni mette a disposizione le risorse, i cittadini, le associazioni e le scuole da tempo segnalano l’importanza di un intervento che salvi quella zona da degrado e incuria, la Giunta del Primo Municipio approva l’intervento, Sovrintendenza, Parco archeologico, Uffici tecnici del Municipio danno parere favorevole con alcune giuste prescrizioni.

Finalmente dopo anni è possibile mettere mano a questo spazio dove in tanti sono cresciuti giocando a pallone o a pallacanestro. L’intervento non è invasivo, non prevede nuove strutture migliora quello che già c’è, lo riorganizza. Finalmente uno spazio in un posto bellissimo, aperto a tutti per attività sportive, uno spazio che può, attraverso la rete con le attività civiche e sociali della zona di uscire dal tunnel di abbandono che lo ha caratterizzato in questi anni. Spazi di sport per le scuole della zona la mattina, opportunità per il territorio il pomeriggio. In Commissione Municipale si avvia anche il confronto per un modello di cura partecipata da tutti i soggetti sportivi e scolastici della zona.

In tutto questo il gruppo consiliare 5 stelle del Municipio si oppone dicendo prima che lo sport nei parchi è un fastidio, poi che Colle Oppio dovrebbe essere come il Palatino a pagamento.

Questa visione miope non ha alcun riscontro, noi andiamo avanti e allora si cerca di spostare la discussione a livello comunale, ad una Commissione Ambiente dove il Primo Municipio non è invitato a partecipare. Peccato che autorevoli esponenti comunali del Movimento si dicono d’accordo con il progetto avanzato dal Primo Municipio e la maggioranza comunale si spacca.

Qualcuno fa finta di scoprire che li sotto ci sono le Terme di Tito (le mappe del Palladio del secolo XVI ce lo confermano…) e si indigna, ma è proprio la Sovrintendenza a dire che in attesa di un qualsiasi intervento che nessuno ha mai deliberato e che necessita di parecchi milioni di euro di investimento un utilizzo leggero del suolo come quello previsto in questo progetto non crea alcun problema e anzi, garantisce una sua preservazione dal degrado e dall’incuria. E quindi di che stiamo parlando ?

Noi andiamo avanti per riconsegnare ai cittadini uno spazio fruibile e vivibile da tutti. Se e quando si vorrà avviare il lavoro di valorizzazione del sito archeologico sepolto da decenni saremo i primi a gioire di questa scelta e a sostenere il ripensamento della destinazione d’uso di quelle aree.

Roma, 4 maggio  –  Ci risiamo. Oggi il Comune di Roma ha provato a sgomberare l’Angelo Mai di Parco San Sebastiano, centro culturale e civico di grande importanza per il territorio e l’intera città. Dopo una trattativa durata ore, lo sgombero è stato rinviato in attesa delle determinazioni del TAR Lazio sulla richiesta di sospensiva avanzata dai gestori. L’ennesimo schiaffo di questa amministrazione, che sulla base di un malinteso concetto di legalità sta uccidendo una dopo l’altra le migliori eserienze culturali e sociali della città. In questi ultimi dodici mesi abbiamo atteso pazientemente l’arrivo di un regolamento per le concessioni dei beni del patrimonio disponibile per usi culturali e sociali che mettesse fine a una pratica odiosa che ha il solo risultato di spegnere la città e lasciare in abbandono il patrimonio di tutti. Questa città ha bisogno di essere governata: non si può lasciare nelle mani degli Uffici il destino di tante realtà che in questi anni hanno arricchito la città con il loro impegno civico.

 

Repubblica.it del 04.05.2018

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
10SubscribersSubscribe