20 Settembre, 2020
Decoro

9 dicembre – questa mattina una squadra di operai, coordinata dai tecnici del Municipio Roma I, ha avviato gli interventi di ripristino dello stato dei luoghi presso l’immobile sito in Via di Monte Testaccio, 94/95, in esecuzione di una determinazione dirigenziale che ha contestato ai proprietari il cambio di destinazione d’uso dei locali da magazzino a pubblico esercizio, la fusione non consentita dei locali dei due civici 94 e 95 con diversa distribuzione degli spazi interni e infine la realizzazione all’esterno di una pensilina aggettante e di una struttura metallica avente presumibilmente la funzione di incanalare il pubblico verso la biglietteria d’ingresso.

Il locale in questione, aperto ufficialmente come Associazione Culturale, era stato chiuso a marzo di quest’anno con un Decreto della Questura di Roma

L’intervento di oggi riguarda la demolizione degli abusi esterni, ossia la struttura metallica e la pensilina; per gli abusi interni, è stato concesso ancora qualche giorno alla proprietà per provvedere in modo autonomo all’eliminazione degli abusi, in mancanza di che si procederà d’ufficio alla rimozione coattiva degli abusi con spese a carico dei responsabili.

Ai proprietari dell’immobile è stata irrogata una sanzione pecuniaria amministrativa pari a €.15.000.

Quello di oggi è il primo intervento per ricondurre alla legalità l’assetto urbanistico di un sito che ha una sua rilevanza storica e archeologica, nel quale nel corso dei decenni si sono stratificati una serie di occupazioni, cambi di destinazione d’uso e di abusi edilizi che ha generato una situazione di fatto assai complessa” commenta la Presidente del Municipio Sabrina Alfonsi, presente sul posto nel corso delle operazioni. “Con i nostri Uffici abbiamo un quadro della situazione relativo ad una ventina di civici di Via Monte Testaccio per i quali sono stati rilevati abusi edilizi con diverso grado di definizione, ma si tratta sicuramente di un dato incompleto. Per questo abbiamo deciso di mettere ordine e stiamo procedendo ad affidare a due studi tecnici l’incarico di svolgere una analisi dettagliata degli insediamenti presenti intorno a Monte dei Cocci, con l’obiettivo di verificarne la legittimità urbanistica/edilizia e, in caso di accertamento di non conformità, avviare i successivi provvedimenti di ripristino dello stato dei luoghi e di demolizione”.

L’area di studio è stata divisa in due parti – aggiunge Jacopo Emiliani Pescetelli, Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio I- in modo tale che le indagini sulle 96 particelle catastali interessate possano procedere in parallelo, accorciando i tempi.

Ai tecnici viene richiesta una ricognizione puntuale della documentazione già in possesso degli uffici municipali, il rilievo fotografico della situazione esistente, l’esecuzione di sopralluoghi presso le singole unità immobiliari insieme agli agenti della Polizia Locale, ed infine una ricognizione delle pratiche esistenti presso l’Ufficio Condono”.

Con questo programma – conclude Alfonsi – insieme allo studio per il recupero del piccolo borgo adiacente a Campo Testaccio e al Campo Stesso ai quali stiamo lavorando, contiamo di dare un segnale forte per la riqualificazione di uno dei rioni più ricchi di storia della città”.

MUNICIPIO I, PIAZZA BAINSIZZA: PARTITI I LAVORI PER IL NUOVO SISTEMA DI IRRIGAZIONE DELLO SPAZIO VERDE.

3 ottobre – In una Roma in cui la manutenzione dei giardini è ormai un lontano ricordo, il Primo Municipio si muove in controtendenza. Sono partiti infatti i lavori per la realizzazione del sistema di irrigazione dell’area verde di Piazza Bainsizza, riqualificata nello scorso mese di Dicembre.

“E’ il primo degli interventi previsti per dotare di sistemi analoghi le aree a verde acquisite in manutenzione dal Municipio I, perché la mancanza del giusto apporto di acqua spesso compromette il buon esito degli interventi di sistemazione del verde ” – spiega la Presidente Sabrina Alfonsi. “ A seguire i lavori riguarderanno Piazza dei Quiriti, via Tommaso Gulli, Piazza Prati degli Strozzi, Piazza Risorgimento, Viale degli Ammiragli e Largo Chiarini. Noi crediamo fermamente nel valore educativo del bello, del verde, dello spazio condiviso: per questo abbiamo adottato, dopo averle richiesti al Comune, diverse aree verdi, ultima in ordine di tempo quella di Piazza Pepe, per la quale è già in programma un altro importante progetto di riqualificazione”.

“120 giorni, questo è il tempo previsto per i lavori, con un investimento di circa centomila euro – conclude l’assessora all’ambiente Anna Vincenzoni – Gli spazi che il Comune ci ha consegnato con impianti fatiscenti, inesistenti o distrutti, ora potranno  rifiorire”. (Comunicato Agenzia Dire)

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Donnerstag, 3. Oktober 2019

1 ottobre – Stamattina sopralluogo al cantiere per la riqualificazione di Piazza Poli, finanziata e realizzata da S.A.C.E. grazie al bando “Roma sei Mia” del Primo Municipio. Terminata la prima parte dell’intervento, relativa allo spazio fronte Chiesa, resta da realizzare la seconda fase, che prevede l’allargamento del marciapiede per facilitare il transito a piedi su questa via che rappresenta il principale asse di collegamento pedonale tra piazza di Spagna e Fontana di Trevi.
Una riqualificazione iniziata nel 2015, con la rimozione di un grande dehor abusivo proprio all’inizio di Via Poli, e proseguita nei mesi scorsi con la riduzione dell’unica occupazione di suolo pubblico rimasta. Un lavoro che oggi si avvia finalmente a conclusione consentendoci di restituire a Roma un’altro spazio valorizzato nella sua bellezza e liberato dalla sosta selvaggia.

Repubblica On Line 1 ottobre 2019

18 settembre – “Siamo soddisfatte dell’incontro avuto ieri con la nuova assessora al Verde del Campidoglio, Laura Fiorini. Dopo la nostra richiesta, il dipartimento sta provvedendo al ripristino dell’area ludica di piazza Dante con il posizionamento di nuovi giochi”. Questa, in una nota, la dichiarazione di Sabrina Alfonsi e Anna Vincenzoni, rispettivamente presidente e assessora all’Ambiente del Municipio Roma I Centro. “Come ribadito anche con la nostra ultima nota all’assessorato capitolino in data 13 settembre- hanno aggiunto- c’e’ la massima disponibilita’ del nostro Municipio a collaborare con il Campidoglio per migliorare concretamente la qualita’ dei servizi offerti alle nostre cittadine e ai nostri cittadini. In questa caso- precisano Alfonsi e Vincenzoni- si concretizzera’ con la messa a disposizione del nostro ufficio tecnico, che affianchera’ l’ufficio aree ludiche del Campidoglio, per il posizionamento dei nuovi giochi”. “Auspichiamo- concludono la presidente e l’assessora all’Ambiente- che questo positivo inizio di collaborazione e disponibilita’ dimostrata dalla neo assessora Fiorini sia l’inizio di un nuovo corso che metta al primo posto l’interesse e i bisogni dei cittadini”. 

 

 

 

 

Aggiornamento:

ROMA. A PIAZZA DANTE ARRIVANO I GIOCHI, POI ADDIO CANTIERE E RESTYLING. (DIRE) Roma, 25 set. – Piazza Dante riprende lentamente vita. Nonostante i circa dieci anni di occupazione forzata da parte del cantiere necessario per i lavori sulla nuova gigantesca sede a Roma degli 007 italiani, la piazza-giardino, nel cuore dell’Esquilino a due passi da piazza Vittorio, sta finalmente tornando alla normalita’. Il primo passo e’ la nuova area ludica, che sara’ pronta entro la prossima settimana. Quello successivo sara’ la liberazione del cantiere, che dovrebbe avvenire entro fine ottobre. Il primo passaggio e’ stato di fatto compiuto. Questa mattina si e’ svolto un sopralluogo degli assessori alle Infrastrutture e ai Lavori pubblici del I Municipio, Jacopo Emiliani Pescetelli e Anna Vincenzoni e dei responsabili delle aree ludiche del Comune. “L’area ludica entro pochi giorni sara’ rimessa a disposizione dei bambini del rione- ha spiegato Vincenzoni- grazie all’arrivo di un’altalena, dello scivolo riparato e di una nuova altalena a rete. Due settimane fa i giochi ancora presenti erano stati sigillati per le condizioni in cui versavano. Cosi’ abbiamo chiesto alla nuova assessora all’Ambiente, Laura Fiorini, di intervenire. Loro avevano dei giochi ma non l’appalto per poterli utilizzare. Noi invece abbiamo una ditta assegnataria di un appalto che la settimana prossima potra’ quindi sistemare i giochi”. Quello relativo all’area ludica e’ solo il primo passo di una ristrutturazione piu’ incisiva della piazza. A fine ottobre, infatti, i giardini dovrebbero essere liberati dal cantiere e a quel punto potra’ anche partire un intervento di riqualificazione strutturale della piazza. “Abbiamo apprezzato la tempestivita’ con cui il nuovo assessore ha reagito alle nostre sollecitazioni- ha commentato la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi- Da parte nostra siamo disponibili a collaborare all’individuazione delle soluzioni ai problemi quando troviamo la stessa disponibilita’ dall’altra parte. Ora dobbiamo lavoriamo affinche’ piazza Dante sia restituita nella sua interezza ai cittadini e torni ad essere un gioiello del rione con un restyling piu’ incisivo”. (Zap/ Dire) 13:00 25-09

9 settembre – Oggi insieme all’Assessora all’ambiente Anna Vincenzoni abbiamo firmato con l’Associazione Trastevere Attiva una convenzione per la gestione condivisa dell’area verde di Monte Aureo. Il Municipio I Centro garantirà il controllo e, in caso di necessità, gli interventi da parte dei Gruppi della Polizia Locale.Trastevere Attiva si impegna a intervenire attraverso la manutenzione ordinaria e con opere di miglioria concordate con il Municipio. Continua il nostro lavoro di condivisione e collaborazione tra Istituzioni e Cittadini per la gestione dei nostri beni comuni. #verdecondiviso #primomunicipio

 

 

12 luglio – stamattina si sono compiute le operazioni formali per la consegna al Municipio I dell’area verde di Via Guglielmo Pepe all’Esquilino da parte della Sovrintendenza capitolina, dopo un intervento di pulizia e sfalcio dell’erba da parte del Servizio Giardini.

“Siamo molto soddisfatte di questo risultato, che arriva oggi dopo due anni dalla nostra richiesta” hanno commentato la Presidente Sabrina Alfonsi e l’Assessora all’Ambiente del Primo Municipio, Anna Vincenzoni, presenti alla consegna. “Si tratta di un passaggio assai significativo, perché per la prima volta un’area di pregio di oltre 2.500 mq, con al suo interno importanti testimonianze archeologiche, va sotto la gestione diretta di un Municipio.

Un’operazione molto attesa anche dai comitati dei cittadini, con i quali abbiamo attivato da subito una stretta collaborazione che continuerà nei prossimi mesi, perché si tratta di un’area situata in un contesto urbano destinato a subire grandi trasformazioni nel prossimo futuro, anche grazie alle ricadute del grande progetto di riqualificazione della sede del Poligrafico dello Stato, che si trova a poche decine di metri di distanza.

Ora il passo successivo  – concludono Alfonsi e Vincenzoni – è quello di procedere a una riqualificazione dell’intera area attraverso interventi di qualità, grazie a una gara per la progettazione del giardino che abbiamo pubblicato proprio in questi giorni.

Dopo la sconcertante serie di dichiarazioni della Sindaca e di tutto il suo apparato di comunicazione (compreso Marco Travaglio, con il suo articolo Ecoballe sul Fatto Quotidiano) tese a dirottare su altri le responsabilità del disastro sulla gestione dei rifiuti a Roma negli ultimi anni, qui di seguito un interessante video girato dai radicali Alessandro Capriccioli e Massimiliano Iervolino che una volta per tutte chiarisce  le competenze sulla raccolta, sul trattamento e sullo smaltimento dei rifiuti.

Dopo di che, e l’ho già detto in diverse occasioni, quello che trovo ignobile è l’atteggiamento di una Sindaca che in tre anni – con i suoi continui cambi di Dirigenza –  è riuscita a distruggere una azienda pubblica strategica per la città senza avere la benchè minima idea di come andare avanti. Tutto questo mentre i cittadini romani sono arrivati al limite della sopportazione.

 

Massimiliano Iervolino e io ringraziamo Marco Travaglio per il suo articolo di oggi, in cui parla di "ecoballe" sui rifiuti sparando a sua volta altre ecoballe: è l'occasione per spiegare, una volta per tutte, di chi sono le competenze sulla raccolta, sul trattamento e sullo smaltimento dei rifiuti. Così, tanto per evitare che si arrivi al campionato del mondo di superballe senza colpo ferire. Buona visione.

Gepostet von Alessandro Capriccioli am Dienstag, 9. Juli 2019

2 luglio – Stamattina abbiamo liberato Viale Trastevere dalle bancarelle e dai furgoni degli ambulanti, e li abbiamo spostati a Via Merry del Val. È stato complicato, il risultato di un lungo lavoro di concertazione con gli operatori senza alcun aiuto dal Campidoglio, che pure ha la competenza sulle cosiddette rotazioni. Ma alla fine ci siamo riusciti, e il risultato vale sicuramente la pena. Grazie a tutti quelli che ci hanno lavorato, e ora continuiamo con Via Ferrari e Piazza Vittorio Emanuele. #noiandiamoavanti

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 2. Juli 2019

 

COMMERCIO, ALFONSI E CAMPIONI: “VIALE TRASTEVERE LIBERATA DALLE BANCARELLE”

“Dopo una vera e propria battaglia durata anni, questa mattina finalmente abbiamo eseguito lo spostamento di 12  bancarelle che occupavano i marciapiedi di Viale Trastevere in difformità rispetto alle prescrizioni del  codice della strada e del piano generale del traffico urbano, con pesanti ripercussioni sia sul traffico che sul decoro dell’area”.

Così Sabrina Alfonsi e Tatiana Campioni, rispettivamente Presidente e Assessore al Commercio del Municipio Roma I Centro, presenti oggi a Via Merry del Val.

“Pur essendo materia di competenza del Dipartimento dello Sviluppo Economico, e malgrado l’assenza del Campidoglio in tutta la fase istruttoria, come Municipio ci siamo sempre adoperati per trovare una sistemazione alternativa per questi banchi, attraverso una lunga concertazione con gli operatori che ci ha condotto all’individuazione della nuova area di Via Merry del Val”.

“La notizia di oggi – aggiungono Alfonsi e Campioni – è che su 12 postazioni (1 fissa e 11 a rotazione) che questa mattina avrebbero  dovuto montare il banco a Merry del Val, solo due sono state allestite, segno evidente che molto probabilmente gli operatori non erano in possesso delle necessarie autorizzazioni. Questo dimostra che la presenza della Polizia Locale ha fatto desistere eventuali abusivi e che tutta la partita delle rotazioni a Roma nasconde situazioni di anarchia e di abusivismo. come del resto sta evidenziando l’inchiesta giudiziaria in corso.

“Le battaglie per il decoro e la legalità – concludono  – non vanno mai abbandonate, neanche quando le difficoltà sembrano prendere il sopravvento. La giornata di oggi lo dimostra. Il lavoro non si ferma qui e nelle prossime settimane ci occuperemo dello spostamento delle 7 postazioni di Via Ferrari nel mercato di Via Tito Speri e dell’insostenibile situazione dei portici di Piazza Vittorio Emanuele II.

La Repubblica.it

 

2 luglio – Flashmob contro il #degrado a Trionfale, organizzato dagli amici dell’Oratorio San Giuseppe al Trionfale e dell’Opera Don Luigi Guanella, perché la nostra città è invasa da cumuli di rifiuti e miasmi! Uomini, donne, bambini e ragazzi che hanno a cuore il bene comune e pensano che #Romameritadipiù#primomunicipio #stopdegrado #noiandiamoavanti

Corriere.it

 

1 luglio – Oggi, insieme all’Assessora all’ambiente Anna Vincenzoni, abbiamo firmato una convenzione per la condivisione della gestione del giardino di Piazza del Fante con l’Associazione “Amici della Vittoria e… dintorni”.
Come Municipio ci occuperemo della cura e manutenzione del giardino oltre a individuare sponsorizzazioni per migliorarla. L’Associazione si impegna a valorizzare l’area organizzando iniziative, da concordare con il Municipio, mantenendone la destinazione a uso pubblico.

Questa è la nostra idea di collaborazione tra cittadini e istituzioni.
#primomunicipio #noiandiamoavanti  #verdecondiviso