MINISINDACI LANCIANO CONFRONTO PUBBLICO AL BRANCACCIO IL 23 GENNAIO

MINISINDACI LANCIANO CONFRONTO PUBBLICO AL BRANCACCIO IL 23 GENNAIO

 

(OMNIROMA) Roma, 08 GEN – Le esperienze di governo di centrosinistra per il rilancio della capitale: presidenti, consiglieri, attivisti, cittadini e militanti insieme per il futuro di Roma attraverso un’occasione di confronto pubblico per discutere idee e proposte, partendo dall’esperienza di governo di centrosinistra a Roma e nel Lazio e per stilare un programma per Roma per le prossime elezioni da consegnare a tutti i candidati sindaci. E’ “#perRoma”, l’iniziativa pubblica organizzata dai presidenti dei municipi che si terrà sabato 23 gennaio al Teatro Brancaccio, e presentata oggi alla Casa della città insieme al manifesto. “Siamo quelli che nei territori si impegnano a costruire tutti i giorni risposte ai cittadini, siamo la generazione di amministratori che si e’ forgiata nella fase più difficile della storia recente della città – si legge nel documento – Siamo quelli che non si fermano nell’azione #perRoma solamente perchè ci sono le elezioni alle porte ma che continuano ad attuare pezzi di programma condiviso pur nelle difficoltà della gestione commissariale: Roma e’ una questione nazionale e senza di essa non si governa l’Italia perchè se non riparte Roma non riparte il Paese”. “Il senso vero di questa iniziativa – ha spiegato la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi – nasce dal silenzio assordante in città, sembra che nessuno voglia prendersi la responsabilità di dire cosa metteremo nel programma delle prossime elezioni o di fare riflessioni su come e’ andata l’esperienza di governo. Noi siamo amministratori che governano i municipi nella fase più difficile della storia moderna della città tra crisi economica, indagine Mafia capitale e commissariamento. Siamo quelli che tutti i giorni cercano di dare delle risposte ai cittadini. Da tutti i nostri municipi vogliamo che questa esperienza possa segnare il passo, mettere in luce quali sono stati gli obiettivi raggiunti e rimettere in fila le parole d’ordine per tornare a governare. Portare la città a dire e scrivere insieme pezzi di programma che consegneremo a tutti i candidati sindaci facendo le primarie con tutti i candidati del centrosinistra. Ci auguriamo che sia un’iniziativa di popolo. Non vogliamo perdere le elezioni ma neanche vincere con alleanze che non tengono. Vogliamo dire la verità subito, non raccontiamo favole”. “Costruiamo un’iniziativa che ridefinisca un campo largo – ha continuato Andrea Catarci, presidente dell’VIII Municipio – Nessuna campagna elettorale si può decidere dentro un luogo chiuso, serve un mare aperto. Non si può pensare che proposte studiate a tavolino possano dare risposte a questa città. Noi proponiamo un momento di avvio che sappia anche guardare indietro a tutte le esperienze, anche l’ultima. C’è la volontà di guardare quanto di buono è stato fatto e di individuare i necessari punti di discontinuità. Un campo largo, un radicamento sociale mettendo al centro Roma e il suo futuro. Di qui al 23 gennaio proponiamo sul documento una grande raccolta di adesioni rendendolo accessibile a tutti i pezzi di città che sentono la necessità di questa sfida per un’iniziativa che parla alla città del suo futuro e inviteremo tutti i pezzi del centrosinistra”. “Oggi ci rivolgiamo a tutte le realtà di centrosinistra. Speriamo che questo nostro appello venga accolto da tutti anche se vorremmo che la classe politica ascoltasse la città. Di fronte a chi fa scatti in avanti creando i presupposti per una divisione autolesionista, vogliamo ribadire che nella prossima sfida elettorale, da cui dipendono le sorti e il futuro di Roma, il terreno di confronto è un centrosinistra unito e allargato”, ha aggiunto Maurizio Veloccia, presidente del XI Municipio. “E’ da tempo che non vedevo un manifesto senza nomi e questo perché non c’è nessuna volontà di prevaricare l’altro – ha sottolineato Daniele Torquati, presidente del XV Municipio – Abbiamo cercato di impostare un’iniziativa che non è contro qualcuno o a favore, è per il futuro dei cittadini romani”. Per la presidente del XII Municipio, Cristina Maltese “questa partecipazione che sono sicura ci sarà è per chiamare il mondo attivo della città perché è una capitale bellissima e se lo merita”.

Articoli simili

0 670