Tags Posts tagged with "abusivismo"

abusivismo

Roma, 2 marzo – LIBERATI I PORTICI DI PIAZZA VITTORIO DALLE BANCARELLE, DA OGGI TRASFERITE A VIA NAPOLI.

Erano uno dei simboli del degrado di piazza Vittorio, sfuggite al trasferimento dello storico
mercato ai tempi dell’amministrazione Veltroni. Ora sono solo un ricordo. Da oggi le
bancarelle sotto i portici di piazza Vittorio non esistono piu’ e sono state trasferite
ufficialmente, destinazione Via Napoli, in prossimità del mercato “Viminale” di via Cesare
Balbo.
I portici della piazza sembrano già diversi. Questa mattina gli operatori delle 7 postazioni
di sosta a rotazione presenti fino a poche ore fa ai lati della grande piazza ottocentesca
non si sono presentati. Erano attesi al mercato Viminale ma anche lì, pur autorizzati, non
hanno montato le loro postazioni, ufficialmente “per malumori” di vario genere. I portici,
invece, sono stati presidiati dagli agenti del gruppo della Polizia locale di Roma Capitale
assegnati al I Municipio e dalla presidente Sabrina Alfonsi, in compagnia dell’ assessore al
Commercio Tatiana Campioni.
“oGGI è una grande giornata- ha commentato la Presidente- questo era un obiettivo difficile ma
ci siamo riusciti ed abbiamo davvero restituito decoro e bellezza a questa parte dlla città. Questi portici liberi sono una grande bellezza, tanto per citare il titolo del film di Sorrentino che abita
qui. Dopo viale Trastevere e via Ferrari andiamo avanti perchè questo è uno degli
obiettivi che ci siamo posti e lo stiamo raggiungendo. Questa vicenda dimostra che
nonostante le procedure complicate quando la volontà politica c’è l’obiettivo si
raggiunge”.
L’Assessora Tatiana Campioni ha aggiunto che “questo intervento fa davvero capire come si possa far cambiare volto agli spazi pubblici, migliorando la loro vivibilità e restituendo piena visibilità
alle loro caratteristiche architettoniche. È stata una procedura molto complicata e molto
lunga, fatta di tante conferenze dei servizi, di istanze, di sopralluoghi e di tante riunioni
con le associazioni di categoria per trovare una soluzione condivisa, anche recependo le
proposte alternative che ci sono state presentate. Però credo che alla fine abbiamo
trovato la soluzione giusta, destinata a durare nel tempo. Grazie alla collaborazione degli
operatori, con l’occasione del trasferimento delle rotazioni da Piazza Vittorio, abbiamo
risistemato l’intero mercato Viminale, riducendo le dimensioni dei banchi, garantendo il
passaggio dei mezzi pubblici e l’accesso ai passi carrabili, rendendolo complessivamente
più ordinato e sicuro.del Mercato Da oggi ora scatteranno i controlli della Polizia locale per
evitare nuovi abusivi”.
“Ed ora – conclude la Presidente Sabrina Alfonsi – pensiamo già allo step successivo del
nostro piano di riordino del Commercio su area pubblica nel Primo Municipio: trasferire le
bancarelle di via Cola di Rienzo. Sarà il nostro obiettivo di fine mandato, e voglio anche
lasciare le carte a posto per il mio successore, per poter procedere e fare altrettanto con
quelle di viale Giulio Cesare. Noi stiamo anche procedendo con le decadenze delle
concessioni di nostra competenza- ha aggiunto Alfonsi- se anche l’assessorato comunale al
Commercio ci segue con le disdette delle concessioni per le rotazioni al 31 dicembre 2020,
anche per Cola di Rienzo sarà più veloce e facile mandare a bando solo le postazioni
compatibili”.

 

Roma, 13 settembre –

A seguito della sentenza del Tar del Lazio n. 6136/208 che ha annullato i titoli autorizzativi per le antenne di Via Andrea Doria, il I municipio, ha ordinato la demolizione della stazione radio-base nei pressi della scuola Cairoli, oggetto di una controversia che dura da tempo.

“In totale assenza di intervento da parte dell’amministrazione capitolina, che più di 7 mesi fa si era impegnata a sospendere con ordinanza della Sindaca il funzionamento degli impianti e che non ha dato seguito della sentenza del Tar del giugno 2018 che annullava le autorizzazioni, abbiamo disposto la demolizione delle antenne sostituendoci al Campidoglio”.

Questa la dichiarazione della Presidente del Municipio Roma I Sabrina Alfonsi e dell’Assessora all’ambiente Anna Vincenzoni.

“Dopo aver chiesto all’Arpa di verificare se le antenne fossero ancora in funzione dopo la sentenza e non potendoci sostituire alla prerogativa esclusiva della Sindaca nell’emissione di un’ordinanza di sospensione del funzionamento delle antenne come in più occasioni c’è stato richiesto di fare – precisa la Presidente Alfonsi – abbiamo trovato una soluzione alternativa, ordinando la loro demolizione per abusivismo edilizio”.

“Auspichiamo che nei 90 giorni di tempo per ottemperare all’ordine di demolizione – conclude l’Assessora Vincenzoni – anche il Comune si ricordi di Via Andrea Doria dando seguito alle promesse fatte mesi fa e sostenendoci in questa battaglia”.

12/13 Marzo – Nell’ambito delle operazioni di controllo del territorio decise al tavolo della Sicurezza con la Prefettura, questa mattina alle 5.00 uomini del Gruppo I della Polizia Locale e del Commissariato Borgo sono intervenuti a Piazzale degli Eroi, via Vittor Pisani e via Fra Albenzio in un’azione di contrasto alla vendita abusiva di merci rubate o prelevate dai cassonetti. Gli oggetti sequestrati sono stati avviati a discarica grazie all’intervento di 5 mezzi della AMA, e una persona è stata tratta in arresto per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Anche martedì 13 marzo  la Polizia Locale ha disposto interventi a contrasto dei mercatini illegali, stavolta in zona Esquilino. Gli agenti, provenienti dai gruppi Centro, GSSU, PICS e SPE, hanno iniziato le operazioni alle ore 12 :00 presso Porta Maggiore, dove ogni giorno tende a formarsi sui marciapiedi della fermata del tram un mercatino abusivo di ciarpame: i venditori, alla vista degli agenti si sono allontanati. Una persona, fermata, è stata portata presso il centro di fotosegnalamento della Questura.

A seguire, gli agenti sono intervenuti presso il vicino mercato “Esquilino”, per controllare i venditori abusivi che stazionano all’esterno e all’interno del mercato. Identificate alcune persone, con il sequestro delle mercanzie. Il bilancio complessivo di oggi è di 6 metri cubi di merce e materiali, convogliati a discarica a mezzo AMA, con tre persone sanzionate.

 

Roma, 22 febbraio  – Stamattina, dopo un iter complesso durato circa due anni, abbiamo concluso l’operazione di rimozione in danno della veranda realizzata dal Ristorante “Taberna Ulpia”, che per decenni ha occupato un affaccio sul Foro di Traiano”. Lo dichiara Sabrina Alfonsi, la Presidente del Municipio Roma I Centro in una nota stampa.
“Una vicenda con degli aspetti paradossali.La nostra attenzione è stata richiamata da una lamentela da parte di alcuni dei proprietari del palazzo, che a fronte della necessità di eseguire interventi di messa in sicurezza delle facciate per distacchi di intonaci, non erano nelle condizioni di poter montare i necessari ponteggi proprio a causa della presenza della struttura annessa al ristorante. Avviate le verifiche da parte del I Gruppo della Polizia Locale e dell’Ufficio Tecnico Municipale, abbiamo scoperto che questa occupazione era del tutto abusiva mascherando, dietro un’autorizzazione amministrativa per una tenda, una vera e propria struttura metallica ancorata alle pareti del palazzo storico per una superficie coperta di circa 100 mq. Il tutto senza nemmeno pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico, perché l’area interessata, con affaccio diretto sul Foro di Traiano, era stata considerata suolo privato e addirittura chiusa con un cancello. Una sommatoria di abusi da un lato, e di “distrazioni” da parte degli uffici che avrebbero dovuto controllare dall’altro, che si è protratta per decenni alla quale oggi mettiamo finalmente la parola fine, restituendo all’uso di tutti una porzione di uno dei luoghi più belli di Roma.
“La prima ingiunzione del Municipio ai proprietari del ristorante per la rimozione del cancello, dei tavoli e arredi e della tettoia abusiva risale a ottobre del 2015” aggiunge l’Assessora al Commercio del Municipio, Tatiana Campioni. “Dopo il ricorso al TAR della proprietà, sulla base di una istanza di condono presentata da tempo e fondata sul presupposto della natura privata dell’area occupata dalla veranda, il Municipio si è subito attivato per recuperare tutti gli atti che dimostrano che in realtà si tratta di un’area demaniale, e quindi pubblica, sollecitando pertanto l’Ufficio Condono Edilizio a definire l’istanza di condono presentata. A maggio del 2016 viene respinta la richiesta di condono dei proprietari del ristorante, e nel mese di ottobre il TAR si esprime confermando la proprietà pubblica dell’area. Questo ci ha consentito di avviare le procedure per la rimozione dell’abuso.

Posted by Sabrina Alfonsi on Wednesday, 22 February 2017

Roma, 5 febbraio 2017 – Una task Force composta da vigili del I Gruppo Prati, del GSSU e uomini della Polizia di Stato è intervenuta oggi a mezzogiornoa Via Andrea Doria e Via Vittor Pisani, nel Quartiere Trionfale, per reprimere il fenomeno del mercatino abusivo rom che si svolge nella zona. Numerose le merci sequestrate e avviate a discarica, molte le persone fermate e identificate. “E’ il seconda volta che interveniamo questa settimana” ha commentato la Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi, presente durante il blitz insieme agli assessori Anna Vincenzoni e Jacopo Emiliani Pescetelli. “In accordo con il Comandante del Primo Gruppo Prati,Roberto Stefano, abbiamo stabilito di intensificare per quanto possibile la frequenza dei controlli, con il supporto del Commissariato di Borgo, in attesa di incontrarci con tutte le altre forze dell’ordine e decidere una strategia comune di contrasto con l’obiettivo di porre fine a questa fonte di degrado”. “Dopo la pulizia della zona da parte di AMA, intervenuta con una squadra di operatori e due spazzatrici meccaniche” ha aggiunto l’assessore municipale Anna Vincenzoni” grazie alla collaborazione del Servizio Giardini sono stati posizionati alcuni grandi vasi con piante nella parte più ampia del marciapiede di Via Andrea Doria, con funzione di dissuasori, per ridurre gli spazi dove poter poggiare a terra le merci da vendere”.

 

ABUSIVISMO, ALFONSI: RIMOSSA OCCUPAZIONE ABUSIVA SUOLO PUBBLICO A TRASTEVERE
(OMNIROMA) Roma, 17 MAR – Questa mattina gli uomini del comando generale della polizia locale di Roma Capitale e dell’Ufficio tecnico municipale hanno proceduto alla rimozione di una imponente occupazione abusiva a Trastevere, in Vicolo del Piede. Il ristorante occupava il suolo pubblico con ben 26 tavoli e 50 sedie. Gli arredi esterni comprendevano anche vasi con piante, lanterne e 8 ombrelloni ancorati a parete con sostegni di ferro”. Così in una nota il Municipio I.
“Questo è uno dei primi locali oggetto di un nostro intervento di rimozione, già nell’estate del 2013, insieme al comando generale della polizia locale e alla delegata alla sicurezza del sindaco. L’occupazione del suolo pubblico, completamente abusiva, impediva di fatto il passaggio delle auto nel vicolo, e per questo motivo l’amministrazione aveva già comunicato il diniego alla richiesta di occupazione avanzata dai gestori. In questo caso, come per altre situazioni a Campo dè Fiori, abbiamo incontrato fortissime resistenze ad andare avanti nel procedimento amministrativo. Rispetto all’intervento di oggi – ha detto la presidente del Municipio Roma I, Sabrina Alfonsi, presente all’operazione – abbiamo ricevuto diverse segnalazioni e richieste di accesso agli atti da parte di cittadini e ci sono stati riferiti anche diversi episodi di atteggiamenti intimidatori nei confronti di residenti che avevano manifestato le loro rimostranze rispetto ad una occupazione dl suolo pubblico così invasiva”.

piede 2

L’azione del Municipio nel territorio per il ripristino della legalità continua in modo sistematico.
Una nuova operazione di contrasto all’occupazione abusiva del suolo pubblico e’ stata effettuata oggi dal Municipio Roma I in coordinamento con gli agenti del Gruppo I Trevi e del Comando Generale della Polizia Locale. E’ stata rimossa una struttura i ferro di oltre 14 mq che occupava senza autorizzazione il suolo pubblico in Via di Santa Maria del Pianto 20/22, in prossimità di un attraversamento pedonale e con restringimento della carreggiata. Oltre alla struttura in ferro, la cui rimozione ha richiesto l’intervento di una squadra di operai, sono stati prelevati 15 tavoli, 30 sedie, 3 mezzi ombrelloni, 6 lampade, 1 struttura in metallo, 1 pedana e 7 tende retrattili.

rimozioni2rimozioni3

Domenica 11 gennaio, con il supporto di AMA e dei PICS della Polizia locale abbiamo effettuato un sopralluogo a Piazzale dei Partigiani per verificare quanto ci è stato segnalato dai cittadini residenti rispetto al mercato che si svolge ogni domenica. La situazione che abbiamo riscontrato, con decine di furgoni che caricano e trasportano merci per l’Ucraina, richiede una indagine accurata da parte della Polizia Locale e della Guardia di Finanza sulla legittimità delle operazioni che si svolgono in quel luogo, ed anche una indagine amministrativa relativa alla modalità di utilizzo del parcheggio. Oggi stesso, insieme alla Vice Capo di Gabinetto del Sindaco con delega alla Sicurezza, decideremo come procedere. Con l’occasione, siamo intervenuti anche per riportare nei limiti previsti dalle autorizzazioni i banchi di vendita su via delle Cave Ardeatine.