22 Febbraio, 2024
Tags Posts tagged with "ambiente"

ambiente

10 dicembre – Tre deleghe fondamentali per Roma, strettamente connesse tra loro che rappresentano in gran parte il futuro di Roma. L’assessora all’agricoltura, all’ambiente e al ciclo dei rifiuti, Sabrina Alfonsi, nell’intervista a ‘’Radiocolonna Tv’’ confida di sentirsi impegnata, in prima persona,  nella mission di sviluppo sostenibile, che contribuisca alle battaglie per il pianeta e a tutti gli obiettivi fissati dalla “Agenda 2030”, offrendo ai romani una qualità della vita migliore. 

 

 

 

‘’L’inizio è la cura del verde (Roma è la capitale europea con più aree verdi n.d.r.) a partire dalla  riqualificazione di tutte le ville storiche e da una gestione della rete dei parchi volta a renderli tutti fruibili’’.  Sostiene l’assessora annunciando che uno dei primi provvedimenti che si sta già avviando è quello di consegnare ai municipi le aree verdi fino a 20.000 metri quadrati, insieme alle aree ludiche e agli arredi, mentre al Comune rimarranno in capo le alberature.  ‘’Perché servono -spiega – delle specializzazioni per sistemare nel migliore dei modi il patrimonio arboreo cittadino, come nel caso della “toumeyella” (cocciniglia) che sta colpendo molti pini di Roma’’.

Altro obiettivo dell’Alfonsi è quello di potenziare il servizio giardini nei Municipi, tornando  a scommettere sulla storica Scuola Giardinieri di Roma e dotando le ville storiche di un servizio di guardiania. 

Roma è anche il comune agricolo più grande d’Europa. Come coniugare questo aspetto della città con l’espansione urbanistica che finora l’ha in parte sacrificata?  

“Mi piace dire Agricoltura e agri-culture’’.  risponde Alfonsi.   ‘’ All’interno della città di Roma – continua – abbiamo due grandi aziende agricole comunali, con produzioni in house, e altre realtà agricole del circuito Coldiretti e Campagna Amica, che vanno ampliate e potenziate. Mi piace pensare a delle sperimentazioni di agricoltura sociale, rivolta alle persone più fragili, oppure a degli “agri-nido” rivolti ai bimbi 0-3 anni che potrebbero portare i più piccoli a vivere parte dei loro primi tre anni di vita in campagna, presso realtà agricole a ridosso della città urbanizzata.  Oppure, ancora,  trasformare alcune aziende agricole in agriturismi, per far cambiare  ai turisti in arrivo a Roma la percezione del turismo in città,  attraverso strutture nel verde che permettono in poco tempo di visitare il Centro Storico”.

In sostanza una nuova stagione per l’agricoltura romana che prelude anche nuovi posti di lavoro.  ‘’Ci sono anche da sviluppare le produzioni a chilometro zero fatte in città’’. Rileva l’assessora portando  esempio l’ olio IGP biologico con un suo marchio, che da quest’anno viene prodotto all’interno del grande Parco del Colosseo da 189 piante di ulivo. ‘’L’ etichetta è molto bella e raffigura il Colosseo ed un ramoscello di ulivo – dice Alfonsi – e sempre nel parco abbiamo anche miele e si produrrà presto anche vino, perché si stanno risistemando le Vigne Barberini’’…

‘’Coniugando meglio espansione urbanistica e agricoltura – sottolinea Alfonsi – potrebbe nascere opportunità di investimento per i fondi europei in arrivo con il Pnrr. Rilanciare l’agricoltura potrebbe diventare un modo per riorganizzare la città che a livello urbanistico si è sviluppata in maniera non omogenea. I terreni ‘’vuoti’’ – conclude – potrebbero diventare un asset per una diversa densificazione della città, ma questo sarà un lavoro che faremo insieme all’assessore all’urbanistica, per puntare su una innovativa urbanizzazione e la creazione di nuovi posti di lavoro ’’. 

16 giugno – Un museo d’arte contemporanea? No, il nostro meraviglioso nido a San Gregorio al Celio! Un piccolo mondo magico, dove arte e sostenibilità si fondono, dove la creatività e la fantasia dei piccoli sono stimolate dall’ambiente stesso. Sono veramente orgogliosa del risultato dei lavori fatti dall’ufficio tecnico del Roma Municipio I Centro e ancora più felice di essere qui oggi a festeggiare con i bimbi il fine anno, tra tele dipinte, video e opere! Grazie alle maestre che ogni giorno trovano nuovo modi di far crescere gli infiniti talenti dei bambini e delle bambine! #primomunicipio #roma

12 giugno – Al Parco del Tevere a Magliana – risanato grazie all’intervento della Regione Lazio – per il primo dei 3 appuntamenti di quest’anno di “Regina Aquarum”, il progetto di Tevereterno vincitore del bando per l’estate Romana per il triennio 2020/2021/2022. Valorizzazione e fruizione totale delle sponde del fiume, in uno dei sui tratti meno urbanizzati, attraverso eventi artistici e passeggiate guidate. Un grande ringraziamento ai volontari dell’Associazione Una Finestra Laica sul Territorio per la cura che riservano a questo luogo bellissimo.

Il terzo e ultimo evento di quest’anno si svolgerà sabato 9 ottobre con la consueta passeggiata “Itinerari dell’Acqua dal Gianicolo a Piazza Tevere”, organizzata in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina, il Museo Orto Botanico di Roma e l’Accademia dei Lincei.

 

27 maggio – Pedibus, bike to school, mobilità sostenibile! Chi va a scuola a piedi? Chi va a scuola in bici? Incentiviamo la #mobilitàsostenibile da e verso le scuole del nostro territorio, perché i piccoli cittadini e cittadine dei nostri istituti imparino fin da ora a prendersi cura dell’ambiente, del pianeta e della salute del nostro ecosistema! Oggi all’ IC Guicciardini all’Esquilino una giornata meravigliosa, con tutta la comunità educante, dedicata ai progetti strabilianti dei nostri bambini e delle nostre bambine! #primomunicipio #roma

21 aprile – In vista della celebrazione della Giornata della Terra prevista per domani, 22 aprile, insieme all”Ambasciata d’Israele a Roma, abbiamo voluto produrre un’azione concreta per dare un contributo alla città che accoglie da anni la comunità ebraica.

Oggi abbiamo messo a dimora un albero nel  giardino di Piazza Cairoli, nel centro storico della capitale, in prossimità del Tevere e vicino al Ghetto di Roma.

Oltre all’Ambasciatore Dror Eydar, la Presidente della Comunità Ebraica Ruth Dureghello
e Renzo Razzano, Presidente del CSV Lazio, Centro Servizi per il Volontariato.
“Per me, piantare un albero a Roma, dove un tempo sorgeva l’Impero Romano, è una questione il cui significato trascende il qui e l’ora” ha commentato l’Ambasciatore di Israele “Questa è una vittoria morale sull’idea che il popolo ebraico poteva essere sradicato, attraverso la distruzione della sua patria. L’albero che piantiamo oggi, è in onore della storica conferenza di Sanremo di centouno anni fa: una conferenza cruciale, che ha cambiato le sorti del popolo ebraico. Il processo che ha infine condotto, 28 anni più tardi, alla fondazione dello Stato d’Israele è iniziato qui, sul suolo italiano, nella città di Sanremo”.
Sono davvero felice per la scelta dell’Ambasciata, che mette in risalto la valenza del gesto non solo da un punto di vista ambientale, in vista della giornata di domani, ma anche il suo significato simbolico. Proprio 5 anni fa riaprivamo, grazie alla collaborazione dei cittadini del Rione  riuniti nell’Associazione Guglielmo Huffer che iniziarono a prendersene cura, questo giardino prima abbandonato. Da quel giorno, anche grazie al lavoro svolto dagli Assessori Anna Vincenzoni ed Emiliano Monteverdee alla Consigliera Alessandra Sermoneta, questo bene comune è tornato agli antichi splendori.

27 gennaio –  Oggi iniziano le piantumazioni degli alberi in Piazza San Silvestro che dopo i lavori di restauro era un luogo troppo assolato! Due Jacaranda e due Melia Azedarach, che coloreranno e ombreggeranno l’ellisse centrale della piazza.

Ringrazio la consigliera Nathalie Naim, il consiglio del Municipio Roma 1 centro, la giunta e gli uffici per aver proposto questo progetto, come richiesto fortemente dalla città! Ringrazio anche Daniele Diaco, presidente della commissione Capitolina, che ha trovato i fondi per rendere reale questo progetto e restituire ancora più bella questa Piazza alla cittadinanza! #primomunicipio #noiandiamoavanti #roma

INAUGURAZIONE DELLE RINNOVATE PIAZZA PASQUINO E CARDELLI, DOPO LA RIQUALIFICAZIONE CON ROMA SEI MIA

10 dicembre –  A pochi metri da Piazza Navona, nel cuore di Roma, c’è Piazza Pasquino, che deve il suo nome al fatto che proprio li nel 1501 venne ritrovata la statua del Pasquino, datata III secolo a.C., che fu posta all’angolo tra Via di S. Pantaleo e Via dell’Anima. Con gli anni quella statua divenne il simbolo della voce del popolo, che si esprimeva attraverso le “pasquinate”, brevi componimenti satirici posizionati ai piedi o al collo della Statua, attraverso i quali si esprimeva il sentimento popolare e la condanna verso la corruzione e la prepotenza esercitate dai rappresentanti del potere dell’epoca.

Oggi, grazie al Bando Roma sei Mia del Municipio I ed al progetto di riqualificazione promosso e realizzato dall’Associazione Amor con i suoi main sponsor G-rough e Society Limonta, questo spazio pubblico ricco di storia e di tradizioni viene liberato definitivamente dalle auto in sosta e restituito ai cittadini.

La nuova Piazza Pasquino è un’area pedonale aperta, avvolgente, delimitata da sedute e fioriere e caratterizzata da uno scenario volto a “ridare voce” al cittadino, sull’esempio dello “Speakers’ Corner” di Hyde Park a Londra. Uno spazio pensato per invitare all’incontro e al dialogo, il primo esempio di piazza storica in Italia, concepita secondo principi del Feng Shui Classico, antica arte della Metafisica Cinese con cui furono costruite le città imperiali.

 

 

Un progetto molto interessante ed un intervento veramente ben riuscito, di grande qualità,per il quale abbiamo ricevuto i complimenti da parte di numerosi cittadini, che noi volentieri giriamo ai proponenti e ai tecnici che lo hanno ideato” hanno detto a Primo Magazine la Presidente Sabrina Alfonsi e l’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio I, Jacopo Emiliani Pescetelli, nel corso della festa di inaugurazione del 10 dicembre scorso che ha riguardato anche l’altro intervento, appena concluso, per la riqualificazione di Piazza Cardelli sempre nell’ambito del programma Roma Sei Mia.

Il progetto di Piazza Pasquino e’ stato curato dagli Arch. Daniela Pastore e Luigi Straffi, fondatore della Feng Shui Roma & Architecture & Design School.

 

 

 

 

4 ottobre – All’Auditorium si Roma abbiamo parlato di Italia e di obiettivi di sviluppo sostenibile, con la presentazione del rapporto ASVIS, alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile. Dieci anni, dal 2020 al 2030, per raggiungere 17 punti fondamentali per la vita presente e futura: ambiente, parità di genere, sostenibilità, lavoro, istruzione, cambiamenti climatici. Una sfida a cui tutti dobbiamo contribuire, a più livelli: dal governo italiano ed europeo, finanziando un piano investimento green, fino ai cittadini, trasformando le nostre abitudini, i nostri comportamenti e rendendoli sostenibili. Un cambiamento globale, anche economico, per contrastare il cambiamento climatico. Per salvare il pianeta.

4 ottobre – In occasione della Festa degli Alberi nelle scuole, ricorrenza voluta nel 2000 dall’allora Ministro alle Politiche Agricole e Forestali Alfonso Pecoraro Scanio, oggi presente in qualità di Presidente della Fondazione UniVerde,, abbiamo reso ancora più bello il giardino della scuola Leopardi gestito dal Municipio.
Un giardino, che grazie alla collaborazione del comitato dei genitori e dell’agronomo Franco Paolinelli è oggi un fiore all’occhiello del nostro territorio e un esempio su come sia possibile gestire al meglio il verde della nostra città.
I 300 alberi della Leopardi, monitorati e periodicamente potati, sono stati oggi arricchiti da un nuovo melograno, un frassino e due gelsi.
Alla presenza della Sindaca Raggi e del Ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti, dell’assessora al verde del Campidoglio Laura Fiorini e dei nostri assessori alla scuola Giovanni Figà-Talamanca e all’ambiente Anna Vincenzoni abbiamo rinnovato questo lavoro di concerto con la scuola, le associazioni ambientaliste del quartiere e il comitato dei genitori dandoci appuntamento per nuove piantumazioni per la festa dell’albero in programma il prossimo 21 novembre.

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

 

 

 

1 ottobre – Stamattina sopralluogo al cantiere per la riqualificazione di Piazza Poli, finanziata e realizzata da S.A.C.E. grazie al bando “Roma sei Mia” del Primo Municipio. Terminata la prima parte dell’intervento, relativa allo spazio fronte Chiesa, resta da realizzare la seconda fase, che prevede l’allargamento del marciapiede per facilitare il transito a piedi su questa via che rappresenta il principale asse di collegamento pedonale tra piazza di Spagna e Fontana di Trevi.
Una riqualificazione iniziata nel 2015, con la rimozione di un grande dehor abusivo proprio all’inizio di Via Poli, e proseguita nei mesi scorsi con la riduzione dell’unica occupazione di suolo pubblico rimasta. Un lavoro che oggi si avvia finalmente a conclusione consentendoci di restituire a Roma un’altro spazio valorizzato nella sua bellezza e liberato dalla sosta selvaggia.

Repubblica On Line 1 ottobre 2019