Tags Posts tagged with "atac"

atac

Roma, 13 settembre – Grazie all’astensione dei consiglieri M5s,  l’assemblea capitolina ha respinto la delibera che vietava nuove edificazioni all’interno dell’area, presentata dal I municipio e appoggiata dai residenti e da Italia Nostra.

La proposta del municipio prevedeva l’adozione di una variante al PRG per scongiurare la possibilità di nuove edificazioni e aumenti di cubature nell’area.

“In quest’area ci sono stati diversi tentativi di riconversione, tutti con proposte di aumenti di cubature. Io qui oggi rappresento tutti i comitati, le associazioni e i cittadini che si sono battuti perchè quel luogo rimanesse nelle cubature esistenti e non venissero aumentate” ha dichiarato  Jacopo Emiliani Pescetelli, vicepresidente e assessore ai lavori pubblici del I municipio, intervenuto durante la seduta dell’assemblea per illustrare la delibera municipale prima della votazione. Provvedimento che, chiedendo la variazione del Piano Regolatore Generale con la rimozione della “perimetrazione a servizi pubblici di livello urbano” e la sua sostituzione con “zonizzazione di città storica – edifici isolati (T9) verde e servizi pubblici di livello locale” avrebbe evitato la prossima, probabile speculazione edilizia.

L’astensione di oggi della maggioranza è la prova concreta di come il concordato intervenuto per l’azienda Atac, che di fatto sarebbe la ragione dell’astensione dei consiglieri pentastellati, travalica gli interessi dei romani e pone come obiettivo la tutela solo di numeri e dati economici.

La mancata approvazione di oggi è un’occasione mancata per la tutela pubblica di una parte pregiata della città. A perdere oggi è un’idea di città condivisa e partecipata.

 

MARTEDI’ 16 GENNAIO 2018 – ORE 18.00

Studio SPIN  –  Via Vodice, 8

 

Roma, 15 gennaio 2018  –   Il Primo Municipio incontra  martedì 16 gennaio tutti i cittadini, Associazioni e Comtati che in questi ultimi anni hanno partecipato alla discussione sulla destinazione da dare all’ex deposito Atac “Vittoria” di Piazza Bainsizza, che si è concretizzata nella elaborazione di una proposta progettuale ed in una raccolta di firme trasmesse alla Sindaca e al Presidente dell’Assemblea Capitolna.

 

Nella seduta del 26 ottobre 2017 è stata approvata all’unanimità una proposta di delibera di iniziativa municipale che corregge e integra quella dell’assemblea capitolina numero 39 del 2011, votata durante l’amministrazione del Sindaco Alemanno. Tale modifica consentirebbe, nell’ambito della richiesta di adozione di variante al Piano Regolatore Generale, di realizzare nel complesso edilizio dell’ex deposito proprio verde e servizi a livello locale, escludendo così ogni ipotesi di speculazione a favore del mantenimento di quel bene a servizio della città. La deliberazione del Municipio, ai sensi del regolamento comunale, dovrà essere calendarizzata per la discussione in Assemblea Capitolina nelle prossime settimane.  A sostegno di questa richiesta sono state raccolte 2500 firme,  consegnate alla Sindaca e al Presidente dell’Assemblea Capitolina.

Di seguito i video della trasmissione del TGR Lazio “Buongiorno Regione” andata in onda venerdì 10 gennaio

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 12. Januar 2018

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 12. Januar 2018

Roma, 22 luglio 2017 – Il referendum promosso dai radicali per la messa a gara nel 2018 del servizio di trasporto pubblico a Roma e’ una iniziativa forte, che ha avuto il merito di aprire la discussione su uno dei temi centrali per la qualita’ della vita dei cittadini romani, e come merita di essere sostenuto da tutte le forze politiche che hanno a cuore il futuro di questa citta'”. Lo dichiara Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio Roma I Centro, in una nota stampa. “Gia’ nella fase di confronto in preparazione del congresso romano, sono stata tra quelli che avevano detto che il partito romano avrebbe dovuto schierarsi apertamente a favore di questa giusta battaglia, uscendo dall’ambiguita’ di posizioni di comodo. Da anni la cattiva gestione di Atac drena risorse importanti – che potrebbero essere meglio utilizzate per la citta’ – mentre la qualita’ del servizio e’ precipitata a livelli di inefficienza drammatici, soprattutto negli ultimi tempi. E’ interesse degli stessi lavoratori, che con un’azienda solida e con la clausola di salvaguardia verrebbero tutelati di piu’ e meglio che mantenendo in vita artificiosamente una azienda tecnicamente gia’ fallita”, prosegue Alfonsi. “Se e’ vero che il Pd ha l’ambizione di tornare a governare Roma, deve avere il coraggio di aprire una discussione franca sulle riforme strutturali di cui la capitale ha bisogno, e questa e’ una di quelle piu’ urgenti. Deve farlo per la citta’, e anche per mettere in evidenza le contraddizioni di chi – come la sindaca e la maggioranza 5 Stelle che siede in Campidoglio – in campagna elettorale ha sventolato la bandiera della necessita’ del cambiamento, mentre ora che governa difende lo status quo- conclude la minisindaca- Sono convinta che il Pd debba scendere in campo a sostegno dell’iniziativa dei Radicali. Io stessa mi sono messa a disposizione gia’ dalla scorsa settimana per l’autentica delle firme, e sono contenta che Roberto Giachetti abbia deciso di firmare. Ora ci aspettiamo che il Pd di Roma, accogliendo l’invito del segretario nazionale a discuterne, dia un segnale di sostegno pieno all’iniziativa, anche perche’ il termine del 12 agosto si sta avvicinando e ci sono ancora migliaia di firme da raccogliere”.

Purtroppo il PD romano ha deciso di non scendere in campo apertamente a sostegno di questa iniziativa, lasciando agli iscritti la libertà di aderire in forma personale. Come amministratore pubblico, ho deciso di mettermi a disposizione per l’autentica delle firme. Come cittadina e iscritta al partito, ho ritenuto giusto promuovere, con il supporto del Circolo PD di Trastevere, una iniziativa di raccolta firme che si è svolta sabato 22 luglio a piazza San Cosimato, alla quale hanno partecipato anche Roberto Giachetti, Mario Ciarla, Luciano Nobili e Stella Bianchi.

Questa sera alle 18,30 genitori, associazioni, comitati di cittadini e utenti della struttura residenziale e del centro diurno del Dipartimento di Salute Mentale presenti in via Montesanto 71 – nel quartiere Delle Vittorie – si incontreranno per ribadire l’assoluta contrarietà a qualsiasi trasferimento di tali servizi. Verrà ribadita la ferma opposizione a qualsiasi sfratto della struttura da parte di Atac.
Il Municipio I è al fianco dei cittadini e ribadisce la necessità che strutture così radicate nel territorio e in forte sintonia con la rete dei servizi sociali come quella di Via Montesanto vengano preservate.

Il mantenimento della struttura socio sanitaria di Via Montesanto era stata una delle richieste imprescindibili avanzate dai cittadini e dai Comitati in esito al percorso di partecipazione svolto 3 anni fa dal Dipartimento Urbanistica sul riutilizzo dell’ex Deposito Atac di Piazza Bainsizza. E’ impensabile che qualsiasi strategia di valorizzazione di quel bene da parte di Atac vada a colpire realtà così importanti per un territorio vasto come quello del nuovo primo Municipio.
Siamo certi che la grande unità di intenti del Municipio, della ASL, delle Associazioni, dei cittadini e del Consiglieri municipali – mobilitati in difesa di questa importante realtà territoriale – fermerà sul nascere qualsiasi ipotesi da parte di Atac volta alla smobilitazione di questi spazi. Nella conferenza sanitaria locale convocata domani mattina dal delegato del Sindaco per i rapporti con la ASL, il Municipio ribadirà la sua posizione a sostegno di questa mobilitazione.