Tags Posts tagged with "centrosinistra"

centrosinistra

Ho fatto una chiacchierata con l’Agenzia di stampa DIRE sulle prospettive di #Roma e sulla sfida politica che tutte e tutti noi abbiamo davanti per rilanciare la città e i suoi servizi una volta superata la parentesi dell’amministrazione Raggi.

 

 

Roma, 22 maggio 2020 – Sabrina Alfonsi vuole dare il suo contributo alla costruzione del centrosinistra romano, senza escludere una sua partecipazione diretta alle primarie per il futuro candidato sindaco. E’ al suo secondo mandato da presidente del I Municipio, ottenuto con oltre 31mila voti al ballottaggio nel giugno del 2016, e dal suo lavoro in prima linea nel territorio piu’ centrale della citta’ sono nate esperienze e proposte da condividere. “Se mi candidero’? Nulla e’ chiuso. Le donne di solito sono sempre molto piu’ attente a fare i loro nomi ma non e’ che non esistono. Siamo piu’ riflessive e prima di buttare il nostro nome all’interno della mischia, tanto per apparire, facciamo dei ragionamenti”, ha detto Alfonsi intervistata dall’agenzia Dire per la rubrica ‘Direzione Roma‘, parlando delle prossime primarie per il candidato sindaco del centrosinistra in vista delle elezioni del 2021. Ora, puntualizza, “dobbiamo fare le primarie con una coalizione ampia e penso che alle primarie ci dovranno comunque essere dei ticket donna-uomo o uomo-donna, tenendo insieme anche figure che hanno grandi relazioni internazionali. Servono a Roma per farla tornare la grande Capitale del Mediterraneo”.

BASTA CON IL ‘MACHO’, CANDIDATO SINDACO PUÒ ESSERE DONNA

“Mi permetto una battuta: ‘uomini, uomini, uomini’. Sui giornali e nelle indiscrezioni si parla solo di ‘uomo forte’ per Roma. Leggiamo sulla stampa di Ciaccheri e Caudo, oppure di Enrico Letta, di Sassoli o dello stesso Zingaretti. Questo mi fa un po’ tristezza: le donne l’hanno detto a chiare lettere che l’Italia riparte se il pensiero collettivo e l’immaginazione collettiva e’ paritaria. Mi piacerebbe leggere nomi di donne che potrebbero assolutamente competere, sia locali che nazionali o internazionali. Bisogna solo iniziare a farli anche se qui c’e’ sempre il ‘macho’ che arriva prima di ogni altra definizione”, ha detto la presidente del I Municipio.

“Il pensiero delle donne deve essere paritario se non predominante in questo momento storico- ha aggiunto Alfonsi– Non a caso queste task force tutte al maschile, ad esempio, in questi mesi si sono dimenticati i bambini o gli adolescenti. Non perche’ siamo mamme ma davvero perche’ abbiamo una visione del mondo diversa”.

“Ora- ha concluso Alfonsi tornando al tema del candidato- bisogna costruire un percorso e abbiamo dato dimostrazione che quando il centrosinistra si e’ confrontato con le primarie ha funzionato, per vincere e per governare. Io ci sono particolarmente affezionata, senza le primarie forse 7 anni fa non sarei diventata presidente del I Municipio. Anche allora si diceva che per il I Municipio era meglio un uomo di una donna e sempre qualcuno pensava ad un uomo forte. Dobbiamo accelerare e rifare questo percorso: alle primarie poi potranno partecipare tutti, donne e uomini che pensano di poter dare un contributo di idee“.

APPOGGIO A RAGGI? VOCE INCOMMENTABILE, LEI HA FALLITO

“Un appoggio ad un Raggi bis? E’ una voce incommentabile. E’ vero esattamente il contrario: se qualcuno poteva pensare ad un’alleanza o un’intesa tra PD e M5s il fatto che loro ripropongono Raggi taglia qualunque possibilita’ di un qualunque accordo. Raggi e’ stato un grande fallimento e lo sta dimostrando anche adesso– ha aggiunto Alfonsi– mentre rilancia la sua candidatura ecco che secondo lei tornano gli ‘zozzoni’. Peccato che il lockdown ha dato esattamente la dimostrazione che non si tratta di zozzoni quando invece si tratta di un’azienda, Ama, che riesce a garantire un terzo della gestione dei rifiuti e dello spazzamento. Funzionava, tra virgolette, durante il lockdown ma appena la citta’ riparte ecco che non ce la fa. E intanto sempre mentre si ricandida continuano a cadere i Municipi, dove tra l’altro lei vuole mettere come commissario delegato il presidente che e’ caduto senza prendere in alcuna considerazione la democrazia”. “Questa ipotesi dunque non e’ assolutamente percorribile- conclude Alfonsi– non c’e’ possibilita’ di accordo con questa amministrazione”.

 

di Emiliano Pretto – Agenzia DIRE

 

L'Alleanza del Fare

IN DIRETTA – Governare bene, radicare il cambiamento. Nel Lazio è possibile grazie a tante forze unite, l’Alleanza del Fare

Gepostet von Nicola Zingaretti am Samstag, 5. Mai 2018

6 Marzo – Abbiamo festeggiato la vittoria di Nicola Zingaretti alle elezioni per la guida della Regione Lazio. I cittadini hanno riconosciuto e premiato – con una riconferma storica – l’ottimo lavoro svolto in questi cinque anni dal Presidente Zingaretti e dalla sua Giunta, che hanno saputo riportare i conti del Lazio da una situazione al limite della bancarotta al risanamento di Bilancio.

Ed ora avanti, tutti insieme, per rigenerare il Centrosinistra.

Posted by Emiliano Monteverde on Monday, 5 March 2018

SABRINA ALFONSI: ANDREA E’ LA PERSONA GIUSTA PER SUPERARE QUESTO MOMENTO DI DIFFICOLTA’ DEL PARTITO

Roma, 7 marzo – Per cambiare, costruire un Pd unito e forte con Orlando segretario. Si e’ costituito ieri, nella nuova sede del Partito democratico di via dei Cappellari 69, a Roma, il Comitato del Primo Municipio che sosterra’ l’attuale ministro della Giustizia, Andrea Orlando, nella corsa per la segreteria del Partito democratico. Un comitato che prende l’avvio l’indomani della chiusura del tesseramento, che ha visto il Pd in crescita e in buona salute in un territorio dove lo stesso Partito democratico ha vinto a giugno le Amministrative e dove il ‘Si” ha prevalso al Referendum costituzionale in netta controtendenza rispetto a tutto il Paese. Un comitato con una forte presenza di giovani e persone attive sul territorio, che ha come primo obiettivo quello di portare avanti una campagna elettorale aperta di dialogo e ascolto dei cittadini per ricostruire il rapporto tra il partito e la citta’. Questo a partire dalle principali riforme attuate dal Governo a guida Pd, riportando al centro del dibattito i valori di un centrosinistra laico e riformista, attento alle questioni sociali che solo una candidatura di solidita’ e spessore come quella del ministro Orlando puo’ garantire.

Fanno parte del comitato molti esponenti del Pd locale: dalla presidente del Municipio, Sabrina Alfonsi, all’assessore alle Politiche sociali, Emiliano Monteverde; dall’assessora alla Cultura, Cinzia Guido, al presidente del Consiglio municipale, Davide Curcio. E poi la capogruppo del Pd in Municipio, Sara Lilli, la segretaria del Pd Centro storico e presidente della Commissione municipale alla Cultura, Giulia Urso, la segretaria del Pd Prati Trionfale, Susanna Mazza’. E ancora Giovanni Biagi, coordinatore dei Giovani democratici del Municipio, e la coordinatrice del Pd di Testaccio, San Saba, Aventino e Miani Federica Assanti. “Sostengo con convinzione la candidatura di Andrea Orlando, penso sia la persona giusta per far superare al partito un momento di estrema difficolta’” dichiara Sabrina Alfonsi. “In questi ultimi anni abbiamo scontato pesantemente le divisioni interne al partito, e Andrea puo’ rappresentare senz’altro la figura in grado di restituire al Pd una gestione collegiale ed un progetto politico forte, per dare una speranza alle migliaia di elettori del centro sinistra che in questo momento non hanno una casa”. Il Comitato invita tutti quelli che vogliono conoscere meglio il profilo del candidato Andrea Orlando all’incontro che si terra’ domenica 12 marzo al teatro Eliseo al quale parteciperanno lo stesso ministro Andrea Orlando e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Roma, 14 gen. – Sala strapiena questa mattina a Palazzo Santa Chiara per l”iniziativa “Roma, e” ora di esserci”, per la presentazione cittadina del documento per il congresso del Partito Democratico di Roma promosso, tra gli altri, da Sabrina Alfonsi – presidente del Municipio I, e dagli ex presidenti di Municipio Valerio Barletta, Paolo Marchionne, Andrea Santoro e Maurizio Veloccia e che ha raccolto in dieci giorni circa 300 firme a sostegno. Le parole d”ordine della giornata sono: Commissariamento finito, si vada rapidamente ad un Congresso ricostituente per il PD Roma, per un partito libero, aperto, autonomo, che torni ad essere un interlocutore credibile, in grado di fare una proposta per Roma per farla uscire da una stagione di declino in cui sembra fatalmente caduta. L”appuntamento di Piazza Santa Chiara e” solo l”inizio di un percorso che dovra” snodarsi nelle prossime settimane in tutta la citta”, con un obiettivo chiaro: ricostruire un partito utile ai cittadini, rimettendo insieme le migliori energie della citta”. Su questi temi si sono succeduti sul palco gli interventi di Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi e Alberto Bitonti segretari di Circolo del Pd; Sara Lilli capogruppo nel Consiglio del Primo Municipio, Valerio Barletta, del segretario della CGIL Funzione Pubblica di Roma e Lazio Natale di Cola,; Sabrina Alfonsi, Paolo Marchionne, Emiliano Monteverde e Valentina Brinis, operatrice ed esperta dei problemi dell”immigrazione; Emiliano Orlandi, segretario di circolo e dipendente di Almaviva, alternati da spezzoni video e letture di articoli di giornale, prima dell”intervento di chiusura di Andrea Santoro. In sala, tra gli altri, Valeria Baglio, Estella Marino, Walter Tocci, Lionello Cosentino, Marta Leonori, Giovanni Caudo, Paolo Masini, Enzo Foschi, Giancarlo D”Alessandro, Antonio Rosati. “Non saranno i grillini e non sara” la destra a rimettere a posto Roma” dichiarano i promotori dell”iniziativa.

“Per dare alla nostra citta” una nuova speranza c”e” bisogno di una grande forza politica, una forza che solo un grande partito come il PD puo” avere, e quindi e” necessario riaprire un percorso di discussione per rifondare il partito romano e per riannodare le fila di un centrosinistra che oggi e” disgregato “. “Non c”e” nessuna voglia di mettere sotto accusa o fare guerre a qualcuno. I mali del PD di oggi vengono da lontano, non sono certo colpa del Commissario, ma questa fase ora va chiusa riaprendo la discussione in un Congresso cittadino, per analizzare fino in fondo gli errori compiuti in questi anni, dei quali tutti, a vari livelli, dobbiamo assumerci la paternita”, e soprattutto per capire come per riportare il partito tra la gente, in quelle periferie dove e” stato perso il maggior numero di consensi”. “Il PD non e” Mafia Capitale. Questo va detto a voce alta, smettendola di auto-flagellarci come abbiamo fatto negli ultimi due anni, per affermare invece che c”e” ancora un partito sano che puo” e deve recuperare la credibilita” e la forza per tornare a governare questa citta”. Identita” forte, porte aperte a chi crede che il cambiamento sia possibile e organizzazione sul territorio; queste sono le caratteristiche del Pd che vogliamo contribuire a rifondare”. “La novita” di questa iniziativa e” che parte dal basso. Vogliamo investire nel grande capitale umano che abbiamo a disposizione, per restituire alla citta” un partito che sia utile a Roma, che selezioni una classe dirigente, che sia piu” accogliente verso gli elettori che vogliono dare il loro contributo, che faccia rete con le realta” del territorio. Gli interventi che ci sono stati oggi dal palco dimostrano che nel partito esiste una classe dirigente diffusa, preparata, che aspetta solo di essere “riconosciuta”. Dobbiamo avere un Progetto per Roma. L”obiettivo non e” quello di vincere il Congresso , ma far tornare il PD ad essere forte e riconoscibile per tornare a essere una alternativa di governo e vincere le prossime sfide elettorali.

Come riformare l”assetto del governo della citta” e dare efficienza alla macchina amministrativa, come eliminare i meccanismi che riproducono la corruzione, come far funzionare le aziende municipalizzate, come aiutare il lavoro, come affrontare i temi del sociale e dell”accoglienza dei migranti. Questi temi sono spariti dall”agenda politica, e noi dobbiamo riportarli all”interno dell”orizzonte degli obiettivi del PD. Tornare a confrontarsi con le forze sindacali, costruire una linea alternativa di governo della citta”, prendere per mano il partito e riportarlo la” da dove siamo venuti. Da oggi proviamo a scrivere un”altra storia. Una storia nuova e diversa perche” e” cambiato il mondo ed e” cambiata Roma e quindi non puo” non cambiare la proposta che il partito Democratico e il centrosinistra tutto formulano alla citta”.

 

REPUBBLICA_santachiara_15012017

CORRIERE_santachiara_15012017

MESSAGGERO_santachiara_15012017

ROMATODAY_14012017

Piazza Santa Chiara, la presidente Alfonsi e gli ex minisindaci: Congresso ricostituente per il Pd romano

santa chiara intervento Alfonsi

Carissime/i,

in queste ultime settimane insieme ad iscritti ed amministratori del Partito Democratico di Roma, abbiamo avviato un percorso di riflessione, anche nella prospettiva del prossimo congresso cittadino, su come ricostruire il Partito Democratico in città, dopo la lunga stagione del commissariamento.

Insieme abbiamo individuato un luogo di incontro, una “piazza” fisica e virtuale (www.piazzasantachiara.it)  all’interno della quale confrontarci.

Con questi presupposti è stato elaborato un documento,  una semplice base di discussione dalla quale partire, che verrà presentato il prossimo 14 gennaio dalle ore 9.30 nel teatro di Piazza Santa Chiara 14, in Roma.

Questo appuntamento sarà anche l’occasione per tutti coloro che lo vorranno di confrontarci sul futuro del Pd e della città.

Pensiamo infatti che ricostruire un partito libero, aperto, autonomo sia una precondizione fondamentale affinché il Pd torni ad essere un interlocutore credibile in città, in grado di proporre un progetto per aiutare Roma ad uscire da una stagione di declino in cui sembra fatalmente caduta.

Ti aspettiamo dunque all’appuntamento del  14 gennaio invitandoti ad esprimere la tua idea sul PD e sulla città.

 

Istruzioni per l’uso:

L’incontro è aperto a tutti: iscritti, elettori del centrosinistra, semplici cittadini, curiosi.

Sappiamo che in tanti hanno qualcosa da dire perché sono mesi che non possono farlo. Per questo sabato mattina si potrà intervenire in 3 modi specificando sempre se “Per il Pd” oppure “Per Roma”:

-durante l’incontro con un intervento di 4 minuti (in quattro minuti si possono dire un sacco di cose) prenotandosi con una mail a piazzasantachiara@gmail.com e scrivendo “voglio intervenire”

– con un videomessaggio da postare sulla pagina Facebook (www.fb.com/piazzasantachiara)

– con un contributo o un documento scritto che sarà pubblicato sul sito www.piazzasantachiara.it e condiviso per arricchire il documento. I contributi possono essere inviati sulla mail o sulla pagina Facebook.

Roma, è ora di esserci