2 Dicembre, 2020
Tags Posts tagged with "commercio"

commercio

14 ottobre – La ripartenza della città e del suo centro storico in via di spopolamento passa anche dall’elaborare questa crisi travolgente, rendendo la nostra città più eco-sostenibile, più Slow, più vicina ai bisogni dei suoi abitanti e delle persone che scelgono di visitarla ogni anno. Oggi con Andrea Amoruso Manzari  e gli operatori del settore abbiamo parlato del comparto del lusso, che attira ogni anno a Roma migliaia di persone, con le esperienze, le fiere, le attività e le aziende che sono ormai brand universali. Ogni settore può dare il suo vitale contributo a far ripartire la nostra città. #primomunicipio  #noiandiamoavanti #romafutura

La ripartenza della città e del suo centro storico, spopolato, passa anche dall'elaborare questa crisi travolgente, rendendo la nostra città più eco-sostenibile, più Slow, più vicina ai bisogni dei suoi abitanti e delle persone che scelgono di visitarla ogni anno. Oggi con Andrea Amoruso Manzari e gli operatori del settore abbiamo parlato del comparto del lusso, che attira ogni anno a Roma migliaia di persone, con le esperienze, le fiere, le attività e le aziende che sono ormai brand universali. Ogni settore può dare il suo vitale contributo a far ripartire la nostra città. #primomunicipio #solocosebelle #noiandiamoavanti #romafutura

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 12. Oktober 2020

 

10 giugno  Stasera sono stata ospite di Andrea Bozzi a “Roma di Sera”, in onda in diretta dalle 19.30 alle 20.30 su SUPERNOVA TV (Canale 14 Dtt Roma e Lazio) e contemporaneamente in streaming su Fb, sulla pagina del Quotidiano online @italiasera. Conlui abbiamo parlato di alcuni degli argomenti che in questi giorni trovano spazio sulla cronaca cittadina.

 

ROMA DI SERA ospiti: la Presidente del Municipio I – Centro storico Sabrina Alfonsi (Pd) – "Ditelo a Odissea" con Carlo Andrea Tortorelli – Alfredo Giordani della rete "Vivinstrada

Sono 18 i nuovi contagi da "Coronavirus" oggi nel Lazio, di cui 10 a Roma. A "Roma di Sera" oggi ospitiamo la Presidente del Municipio I – Centro storico Sabrina Alfonsi (Pd) che molti danno in lizza come candidata Sindaca nelle elezioni 2021 per il campidoglio. Con lei parleremo della "movida violenta" per cui si è rivolta al Prefetto, dei tavolini in centro aumentati dalla Sindaca per ristoranti e bar e dei "centri estivi" che dovrebbero partire il 15 giugno. Poi la rubrica "Ditelo a Odissea" con Carlo Andrea Tortorelli. Quindi Alfredo Giordani della rete "Vivinstrada", da sempre in prima linea per chiedere maggiore sicurezza per ciclisti e pedoni. Con lui parleremo anche della tragedia dell'Infernetto, dove dopo la morte del giovanissimo Mattia, investito da un auto, i suoi amici hanno ridipinto le strisce pedonali. Come sempre potete dire la vostra chiamando in diretta al n.0645423080, scrivendoci via whatasapp o commentando Qui… Seguiteci!

Gepostet von Italia Sera am Mittwoch, 10. Juni 2020

26 maggio, flash mob in Piazza del Campidoglio. Insieme al PD ROMA – Partito Democratico di Roma al Pd Campidoglio al Partito Democratico del Lazio al Gruppo consiliare PD Regione Lazio abbiamo rinnovato alla stampa le nostre preoccupazioni rispetto ai ritardi del Campidoglio per l’approvazione di un indirizzo chiaro in favore del rilancio del commercio nella nostra città.

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 26. Mai 2020

8 maggio – Nel pomeriggio si è svolta la Conferenza stampa sulla proposta di Delibera del Partito Democratico di Roma per il distanziamento fisico delle occupazioni suolo pubblico e l’azzeramento della COSAP e per sostenere le attività commerciali chiamate a fronteggiare l’emergenza.

La proposta di deliberazione che come PD abbiamo presentato oggi in conferenza stampa è uno strumento idoneo a regolamentare la materia della maggiore occupazione di suolo pubblico per gli esercizi di somministrazione come strumento utile per aiutare gli operatori dl commercio a superare la fase critica attuale.
Un provvedimento snello, che avrà una durata limitata nel tempo – la scadenza prevista è al 31 dicembre 2020- e che prova a rispondere ai due grandi interrogativi di questi giorni, ovvero come riaprire le attività economiche nel rispetto delle regole previste per il distanziamento interpersonale, visto come fattore principale per la sicurezza e la prevenzione dal contagio, e poi come garantire un valido sostegno agli operatori commerciali consentendo, attraverso l’incremento degli spazi esterni, di recuperare in tutto o in parte la quota di tavoli persa all’interno dei locali per le esigenze di distanziamento.

Quindi una apertura concreta all’aumento delle OSP, con le percentuali diverse che sono state indicate per il Centro Storico (+35%) rispetto al resto della città (+50%). Un’apertura che, però, deve mantenere il carattere dell’eccezionalità e della temporaneità, perché non siamo d’accordo con chi vuole utilizzare l’emergenza come cavallo di troia per reintrodurre una deregulation che ci riporterebbe indietro di anni nella battaglia per il decoro del Centro Storico.

Un provvedimento che si muove nel solco di quanto già annunciato dal Ministro per i Beni Culturali, che prevede di intervenire per alleggerire il peso del sistema dei vincoli vigenti sul sito Unesco, attraverso la “sospensione” di alcuni vincoli come ad esempio quello relativo al rispetto del cono visivo e quello relativo alla distanza minima di un metro dai palazzi vincolati. Sono previste nella proposta di delibera anche altre deroghe, di competenza più strettamente comunale, come la possibilità di posizionare i tavoli con pedane sulle strisce blu in caso di mancanza di spazio sui marciapiedi, e quella di utilizzare per il posizionamento dei tavoli anche le immediate pertinenze del locale purchè non distanti più di 20 metri.

Inoltre, quale ulteriore contributo economico a favore degli operatori, nella proposta di delibera si prevede la sospensione del versamento dei canoni relativi a COSAP e TARI dal 12 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2021.

Per quanto riguarda le modalità di presentazione delle richieste, la proposta anche in questo caso si muove nel solco di quanto verrà a breve previsto dalla normativa nazionale per la semplificazione degli iter burocratici nella fase emergenziale. Sarebbe auspicabile uno strumento analogo alla SCIA, che consentirebbe agli operatori il riavvio in tempi davvero brevi per le loro attività.

Crediamo di aver fatto un buon lavoro, che cerca di aiutare gli operatori economici oggi in difficoltà senza introdurre stravolgimenti permanenti delle regole, e lo metteremo a disposizione della città portandolo lunedì prossimo in Assemblea Capitolina e in tutti i Municipi.

 

la proposta di delibera

 

La diretta Facebook della Conferenza stampa

CONFERENZA STAMPA PD ROMA

Roma oltre COVID 19: più spazio per lo sviluppo di una città più sicura per tutti e per difendere economia e lavoro.

Gepostet von PD ROMA – Partito Democratico di Roma am Freitag, 8. Mai 2020

 

L'immagine può contenere: 2 persone, tra cui Sabrina Alfonsi, testo

30 aprile – Ci sono fasi in cui la politica si riappropria della P maiuscola e, senza rinunciare ai propri principi, sa riconoscersi in principi universali che accomunano tutte e tutti. Questa mattina il Consiglio del Municipio Roma I Centro ha approvato, all’unanimita’, l’istituzione della cabina di regia per affrontare nel modo piu’ unitario possibile l’emergenza Covid sul territorio. Sarà formata, oltre che dalla sottoscritta, dal Presidente del Consiglio e da tutti i capigruppo di maggioranza e opposizione che ringrazio per la collaborazione per il sincero contributo che hanno fornito per affrontare l’emergenza in queste settimane.

 

CORONAVIRUS. IN MUNICIPIO I ROMA NASCE CABINA REGIA, ALFONSI-CURCIO: GRANDE LAVORO (DIRE) Roma, 30 apr. – Questa mattina il Consiglio del Municipio Roma I Centro ha approvato all’unanimita’ l’istituzione della cabina di regia formata dal presidente del Municipio, dal Presidente del Consiglio e da tutti i capigruppo di maggioranza e opposizione, per affrontare nel modo piu’ unitario possibile l’emergenza Covid sul territorio. “Sono soddisfatto che questo primo Consiglio telematico dopo lo scoppio dell’emergenza sia coinciso con la formalizzazione di questa cabina di regia- dichiara il presidente del Consiglio Davide Curcio- Voglio sottolineare il fatto che ci siamo arrivati con piu’ di un mese di fitto lavoro delle commissioni in cui c’e’ stato un generoso lavoro da parte dei consiglieri e di tutti i capigruppo per fornire proposte migliorative degli interventi messi in campo dalla giunta”. “Sono davvero molto felice di questo atto- aggiunge la presidente Alfonsi- perche’ l’istituzione della cabina di regia e’ semplicemente la formalizzazione del grande lavoro fatto insieme, lontano dalle telecamere, in questi quasi due mesi. Penso alla rimodulazione dei servizi e delle attivita’ dei nostri centri giovanili municipali e’ alla realizzazione del sito internet Aiutiamoci a casa nostra come strumento di agile che ha permesso di valorizzare la ricca rete sociale del nostro territorio e sostenere le attivita’ commerciali che si sono organizzate per la vendita a domicilio. Ringrazio capigruppo Lilli, Campanini Costantini, De Gregorio, Esposito, Morziello, Naim, Labbucci, Tozzi e Veloccia per il lavoro svolto. Governare insieme un’emergenza non significa rinunciare ai propri principi ma mettere al primo posto quelli universali e condivisi. La fase due sara’ ancor piu’ complicata della fase uno e il fatto di poter contare sulla volonta’ di uno sforzo comune non rafforza solo la sottoscritta ma l’intera istituzione e il nostro rapporto con un territorio che ha un tessuto sociale straordinario. Penso ai tre giovanissimi cittadini del nostro municipio nominati, pochi giorni fa dal Presidente della Repubblica Mattarella, Alfieri della Repubblica. Anche questo un motivo di orgoglio sicuramente condiviso da tutte e tutti. A tal proposito ho inviato loro un ringraziamento personalmente invitandoli a partecipare al prossimo consiglio dei bambini e dei ragazzi”. (Red/ Dire) 14:10 30-04-20 NNNN

Roma, 2 marzo – LIBERATI I PORTICI DI PIAZZA VITTORIO DALLE BANCARELLE, DA OGGI TRASFERITE A VIA NAPOLI.

Erano uno dei simboli del degrado di piazza Vittorio, sfuggite al trasferimento dello storico
mercato ai tempi dell’amministrazione Veltroni. Ora sono solo un ricordo. Da oggi le
bancarelle sotto i portici di piazza Vittorio non esistono piu’ e sono state trasferite
ufficialmente, destinazione Via Napoli, in prossimità del mercato “Viminale” di via Cesare
Balbo.
I portici della piazza sembrano già diversi. Questa mattina gli operatori delle 7 postazioni
di sosta a rotazione presenti fino a poche ore fa ai lati della grande piazza ottocentesca
non si sono presentati. Erano attesi al mercato Viminale ma anche lì, pur autorizzati, non
hanno montato le loro postazioni, ufficialmente “per malumori” di vario genere. I portici,
invece, sono stati presidiati dagli agenti del gruppo della Polizia locale di Roma Capitale
assegnati al I Municipio e dalla presidente Sabrina Alfonsi, in compagnia dell’ assessore al
Commercio Tatiana Campioni.
“oGGI è una grande giornata- ha commentato la Presidente- questo era un obiettivo difficile ma
ci siamo riusciti ed abbiamo davvero restituito decoro e bellezza a questa parte dlla città. Questi portici liberi sono una grande bellezza, tanto per citare il titolo del film di Sorrentino che abita
qui. Dopo viale Trastevere e via Ferrari andiamo avanti perchè questo è uno degli
obiettivi che ci siamo posti e lo stiamo raggiungendo. Questa vicenda dimostra che
nonostante le procedure complicate quando la volontà politica c’è l’obiettivo si
raggiunge”.
L’Assessora Tatiana Campioni ha aggiunto che “questo intervento fa davvero capire come si possa far cambiare volto agli spazi pubblici, migliorando la loro vivibilità e restituendo piena visibilità
alle loro caratteristiche architettoniche. È stata una procedura molto complicata e molto
lunga, fatta di tante conferenze dei servizi, di istanze, di sopralluoghi e di tante riunioni
con le associazioni di categoria per trovare una soluzione condivisa, anche recependo le
proposte alternative che ci sono state presentate. Però credo che alla fine abbiamo
trovato la soluzione giusta, destinata a durare nel tempo. Grazie alla collaborazione degli
operatori, con l’occasione del trasferimento delle rotazioni da Piazza Vittorio, abbiamo
risistemato l’intero mercato Viminale, riducendo le dimensioni dei banchi, garantendo il
passaggio dei mezzi pubblici e l’accesso ai passi carrabili, rendendolo complessivamente
più ordinato e sicuro.del Mercato Da oggi ora scatteranno i controlli della Polizia locale per
evitare nuovi abusivi”.
“Ed ora – conclude la Presidente Sabrina Alfonsi – pensiamo già allo step successivo del
nostro piano di riordino del Commercio su area pubblica nel Primo Municipio: trasferire le
bancarelle di via Cola di Rienzo. Sarà il nostro obiettivo di fine mandato, e voglio anche
lasciare le carte a posto per il mio successore, per poter procedere e fare altrettanto con
quelle di viale Giulio Cesare. Noi stiamo anche procedendo con le decadenze delle
concessioni di nostra competenza- ha aggiunto Alfonsi- se anche l’assessorato comunale al
Commercio ci segue con le disdette delle concessioni per le rotazioni al 31 dicembre 2020,
anche per Cola di Rienzo sarà più veloce e facile mandare a bando solo le postazioni
compatibili”.

 

24 febbraio 2020 – Stamattina al via lo spostamento delle 5 soste a rotazione da Via Ferrari e una da Via Settembrini all’interno del mercato su strada di Via Tito Speri, vicino a Piazza Mazzini. Una soluzione che restituisce decoro e fruibilità ai marciapiedi di Via Ferrari e garantisce agli operatori delle postazioni dignitose. Nei prossimi giorni, con il supporto dei nostri vigili, monitoreremo la situazione per verificare che tutto funzioni come deve.

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 24. Februar 2020

 

16 dicembre – Oggi abbiamo presentato alla stampa un grandissimo lavoro: tutta la riorganizzazione del commercio su area pubblica in Centro storico, graficizzato per ogni Rione e per ogni ambito del Tavolo del decoro.

Il dato importante e’ che 256 luoghi di pregio, da Fontana di Trevi a piazza Navona a piazza della Rotonda o Castel Sant’Angelo, potranno essere liberati dal commercio su area pubblica, ormai non piu’ compatibile con il Centro storico della citta’.

Sempre che il Campidoglio faccia la sua parte…

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Montag, 16. Dezember 2019

 

relazione descrittiva

Corriere della Sera  –  Il Messaggero  –  Repubblica  –  Il Tempo

 

 

13 dicembre – Il Municipio aveva dato il diniego al trasferimento, e il Tar Lazio ci ha dato ragione su tutto. Abbiamo scritto un pezzetto di storia

Una sentenza storica quella del Tribunale Amministrativo del Lazio sul ricorso proposto da McDonald’s Development Italy LLC, dopo che il Muncipio Roma I Centro aveva dato il diniego al trasferimento dell’autorizzazione di somministrazione da un locale di 20 mq ad un locale di 400 mq in Piazza della Rotonda.

Ricorso infondato e respinto su tutti gli atti impugnati dalla ricorrente che viene condannata al pagamento di tutte le spese del giudizio.

Come sosteniamo da tempo, il TAR conferma che non esiste il silenzio assenso su tutti i procedimenti che riguardano beni che fanno parte del patrimonio culturale. Il nostro no al trasferimento della autorizzazione è fondato, come si legge nella sentenza, su una pluralità di motivazioni ciascuna delle quali è idonea a legittimare il diniego.

Avevamo contestato irregolarità edilizie e urbanistiche nei locali, l’assenza dei pareri necessari della Soprintendenza, vizi nella procedura ma soprattutto il fatto che venisse trasferita una licenza di somministrazione da un piccolo locale di 20 mq di Piazza della Rotonda ad un Palazzo di 400mq che, oltre ad affacciare su Piazza della Rotonda ai civici 1,2, e 3, affaccia anche su Salita dei Crescenzi,in aperto contrasto con il Regolamento Comunale che vieta il trasferimento in locali adiacenti o disposti ad angolo con particolari Vie e Piazze , di particolare pregio, come è nello specifico Piazza della Rotonda . Un vivo ringraziamento alla Dirigente del Settore Commercio del Municipio, che con tenacia e coraggio ha portato avanti il procedimento.

Per quanto riguarda Noi, continueremo – attraverso l’azione politica ed amministrativa – a salvaguardare la vivibilità da parte dei residenti e la fruibilità di aree del nostro territorio assolutamente uniche , nelle quali sono concentrati la maggior parte dei monumenti e degli edifici storici considerati patrimonio dell’Umanità.