25 Maggio, 2020
Tags Posts tagged with "lavori pubblici"

lavori pubblici

NUOVO APPALTO DEL PRIMO MUNICIPIO PER LA MANUTENZIONE DEI MARCIAPIEDI. 

24 dicembre – I marciapiedi del Centro soffrono per la carenza di manutenzione, come quelli del resto della città . Le risorse economiche assegnate ai municipi sono esigue rispetto al fabbisogno reale, e questo fa si che generalmente ci si concentri maggiormente sugli appalti per la manutenzione delle pavimentazioni stradali, per limitare i rischi derivanti dalla presenza di buche sulle carreggiate che costituiscono una fonte di pericolo reale, soprattutto per gli utilizzatori di veicoli a due ruote. Per ovviare a questo inconveniente, gli amministratori del Primo Municipio hanno deciso di dedicare una particolare attenzione al tema della sicurezza dei pedoni, attraverso un appalto specifico di importo poco superiore ai 350.000 euro lordi, che durerà un anno e sarà dedicato in via esclusiva agli interventi per la manutenzione ordinaria dei marciapiedi.

La novità di questo appalto” spiega la Presidente Sabrina Alfonsi“è che oltre ai lavori sulle pavimentazioni sconnesse dei marciapiedi e sui cigli stradali rotti o mancanti, una quota parte dei fondi, pari a circa un quarto dell’importo a base d’asta, sarà riservato a interventi di pulizia e ripristino del decoro delle sedi pedonali, come ad esempio il diserbo e la rimozione delle piante infestanti o la pulizia dei tombini. Si tratta di interventi, questi ultimi, ai quali fino a circa tre anni fa provvedeva l’AMA, ma che ora nessuno effettua più essendo stati esclusi dal contratto di servizio dell’azienda così come altre tipologie di intervento ( i servizi cosìddetti “extra TARI”) come ad es le derattizzazioni, disinfestazioni, il servizio di ritiro e conferimento a discarica delle merci sequestrate nei mercati abusivi. Per questo motivo abbiamo deciso di intervenire noi come amministrazione municipale”.

Aggiungono gli Assessori Jacopo Emiliani Pescetelli e Anna Vincenzoni “I primi interventi di questo tipo ad essere eseguiti attraverso il nuovo appalto, operativo da pochi giorni, riguarderanno l’ambito denominato “Trionfale”, ossia il triangolo compreso tra Via Andrea Doria e Viale delle Milizie da un lato, Circonvallazione Trionfale dall’altro e Viale Angelico – Viale G. Mazzini sul terzo lato. A seguire prevediamo di intervenire nelle zone di Trastevere ed Esquilino, distribuendo gli interventi nel corso dell’anno”.

Il diserbo riguarderà una superficie stimata di circa 500 mila metri quadrati: l’individuazione dei vari ambiti di intervento è stata effettuata incrociando i dati storici relativi al servizio effettuato dall’AMA negli anni precedenti con le segnalazioni pervenute agli Uffici municipali.

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 24. Dezember 2019

 

Roma, 13 novembre – Procedono spediti i lavori per la ripavimentazione di piazza delle Cinque scole, nell’ex Ghetto. Questo pomeriggio il cantiere è stato oggetto di un sopralluogo da parte del presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, in compagnia dell’assessore ai Lavori pubblici, Jacopo Maria Emiliani Pescetelli. La sostituzione totale della pavimentazione stradale, che fino a qualche giorno fa si presentava ancora piena di gigantesche toppe di alfalto miste a sampietrini sconnessi, sarà conclusa a fine febbraio, comunque entro la primavera.

L’intervento prevede il rifacimento totale della piazza con sampietrini, la protezione della fontana centrale con parapedonali cordonati, per evitare che quello spazio torni ad essere, come in passato, un parcheggio di motorini, e la chiusura dell’accesso contromano alla piazza per chi arriva dal lungotevere con altri parapedonali simili a quelli installati a Borgo. “Questa- ha detto Alfonsi- è una piazza che, anche a detta dei tecnici, è almeno da 15 anni che andava risistemata. Qui ormai c’era quasi più asfalto di sampietrini e c’erano toppe gigantesche che ora saranno rimosse. E’ una delle piazze più belle di questa zona e veramente non si poteva continuare così.

Inoltre c’era una grande richiesta da parte dei residenti e un comitato che ce lo chiedeva da tempo. Con questo restauro, inoltre, proteggiamo la fontana centrale e, chiudendo l’accesso contromano, ridiamo a tutta l’area una vivibilità maggiore”.
L’intervento in questione, ha chiarito Pescetelli, “è inserito in un appaltone da 560.000 euro che contiene anche il rifacimento del manto stradale di piazza del Biscione, piazza Bernini a San Saba, e delle strade intorno al mercato Trionfale”.

Prima di visitare piazza delle Cinque Scole,  Alfonsi ha anche visitato il cantiere di via Galvani, a Testaccio. Qui sono in corso lavori per il rifacimento integrale della carreggiata, dei marciapiedi e delle aiuole attorno ai gradi platani. Un appalto che durerà 90 giorni.

In questo caso l’intervento prevede il rifacimento dei marciapiedi a carico di Acea. La municipalizzata, dopo la recente posa di alcuni cavi, avrebbe dovuto rifare la carreggiata. Di questo se ne occuperà il Municipio che, in cambio, ha ottenuto l’intervento di Acea sui marcipiedi. “Questo tipo di lavori- ha commentato Alfonsi – sono quelli che vorremmo fare di più, ovvero utilizzare le risorse del titolo II sulla manutenzione straordinaria che è uno dei problemi delle strade della città. In passato sono stati spesi male troppi soldi della manutenzione ordinaria per mettere toppe che poi sono saltate troppo presto con uno spreco di denaro pubblico. Questo di via Galvani è un altro buon esempio di manutenzione straordinaria, che vede una positiva relazione anche con le aziende di pubblici servizi. In questo modo riusciamo, con una cifra importante ma non importantissima, a rifare completamente la strada, a sistemare intorno agli alberi e fare i marciapiedi”.

“Proseguiremo nello stesso modo- ha concluso Alfonsi- anche a via delle Terme Deciane e con altri piccoli interventi vicino a via Madonna dell’Orto e a via Giulia vicino al Virgilio. Ma questo di via Galvani è un intervento su cui puntavamo molto perché arriva dopo che siamo riusciti, nel recente passato, a finire il Pup di via Volta e ad aprire il giardino soprastante che ora è sistemato, curato e molto fruito dai cittadini. C’è infine un progetto dei commercianti per allargare parte del marciapiede in prossimità della fine della strada e ci sono diverse iniziative che porteranno ad un nuovo modo di vivere via Galvani”.

Roma, 17 settembre – Siamo all’avvio di un nuovo anno scolastico, con i soliti problemi che possiamo dire ormai “da sempre” caratterizzano questo momento così delicato. Il nostro Assessore alla Scuola, insieme all’ Ufficio Tecnico, ha svolto in questi mesi un preziosissimo lavoro per fare in modo di arrivare con le nostre scuole di ogni ordine e grado in ordine sotto ogni punto di vista, edilizio ed organizzativo.

Con grande soddisfazione oggi posso dire che grazie all’inaugurazione del nuovo nido nel plesso Ruspoli e alla creazione di due nuove sezioni ponte nelle scuole dell’infanzia Pianciani e Pestalozzi, abbiamo azzerato le liste d’attesa per i nostri bambini fino ai 6 anni di età.

Sul fronte dell’edilizia scolastica, abbiamo superato la scarsità delle risorse assegnate attraverso la ricerca costante di fondi. Questo ci ha consentito, ad esempio, di rimuovere l’amianto nelle scuole di nostra competenza, fino ad ora unico municipio a Roma ad aver realizzato questo obiettivo.

E si che i problemi non sono mancati, come nel caso della scuola Franchetti che ha rischiato di non riaprire per problemi collegati alla tenuta statica delle volte che sostengono i solai di alcune aule. Dopo le verifiche iniziali del Dipartimento Lavori Pubblici, il Municipio ha voluto eseguire – grazie ad una collaborazione con il  Dipartimento di Ingegneria l’Università Roma TRE – indagini strutturali supplementari e approfondimenti diagnostici sullo storico edificio, che hanno consentito ai tecnici incaricati di attestare la condizione di agibilità di esercizio dell’edificio, previa esecuzione di alcune opere di rinforzo delle volte che abbiamo già realizzato. Nei giorni scorsi ho incontrato i genitori per comunicare loro il regolare avvio dell’anno nella loro scuola.

Siamo intervenuti durante l’estate per l’adeguamento antincendio dei padiglioni della scuola Materna Badini, che sono stati completamente ridipinti all’interno, così come i locali della scuola media Manin all’Esquilino.

Siamo anche riusciti a restituire ai piccoli alunni della scuola dell’Infanzia Di Donato la loro scuola, completamente ristrutturata dopo che un incendio doloso l’aveva quasi completamente distrutta lo scorso anno. E oggi, insieme alla Sindaca, ho partecipato all’inaugurazione.

 

 

Scuola Manin

Scuola Badini

Scuola Franchetti – assemblea con i genitori

 

Roma, 16 maggio 2017  –  I lavori di riqualificazione di via Andrea Doria sono terminati e a inaugurare la nuova area, con il taglio del nastro, era presente, questa mattina, la presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi. Un intervento da 600mila euro che ha permesso il rifacimento del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, di 10mila metri quadrati di marciapiede, oltre ai tratti di pavimentazione stradale sconnessa e la segnaletica orizzontale, realizzazione dei primi percorsi loges evoluti che favoriscono gli spostamenti autonomi e sicuri alle persone con disabilità visiva mediante un sistema che fornisce, oltre alle tradizionali indicazioni tattili, anche delle informazioni vocali. E poi ancora l’arredo urbano, mediante la creazione di aiuole.

“Un intervento importante di riqualificazione che ha avuto una gestazione lunghissima e il problema vero in questo caso non sono stati i soldi, ma le procedure amministrative- ha dichiarato Alfonsi a margine della cerimonia di inaugurazione- Pero’ oggi siamo soddisfatti perche’  abbiamo ridisegnato completamente questo ‘Boulevard’, creato uno spazio per i pedoni e i ciclisti e risistemato quelle aree legate alle occupazioni di suolo pubblico.

Questo e’ un viale importante perche’ c’e’ una scuola, c’e’ il mercato trionfale, c’e’ un cinema e quindi e’ una strada molto vissuta e oggi c’e’ la possibilita’ per la cittadinanza di fruirla e fruirla in sicurezza”.

Ma le richieste dei cittadini non si sono fermate, come ha sottolineato la presidente Alfonsi: “Oggi ci hanno chiesto delle panchine, e poi faremo dei miglioramenti come la ridefinizione della viabilita’ o dei parcheggi delle strade che erano state interessate a della mobilita’ temporanea in funzione della costruzione del mercato, e che non erano state riviste in funzione delle necessita’ di oggi”.

Il progetto non finisce qui, la volonta’ e’ quella di proseguire con i lavori di questa ciclabile fino alla stazione Cipro della metropolitana. “Noi quando abbiamo fatto questa ciclabile, l’abbiamo fatta anche pensando che questa dovesse continuare per lo meno fino alla fermata Cipro della metropolitana, perche’ le ciclabili devono interconnettersi proprio con i punti di scambio con le metropolitane o i trenini, se vogliamo che diventino veramente un sistema alternativo di viabilita’ e non solamente una ciclabile per fare sport nel fine settimana. E’ ovvio che la sua destinazione finale dovrebbe essere Monte Ciocci- ha concluso- dove c’e’ la grande ciclabile perche’ in questo modo noi potremmo creare un anello, stiamo valutando varie fonti di finanziamento perche’ il Municipio non ha i fondi, ma il Comune ci ha chiesto quali ciclabili fare, noi abbiamo indicato proprio questa e speriamo di essere ascoltati”

I lavori stradali a Trastevere e Monti effettuati dalle Società di PP.SS – Acea Distribuzione e Italgas, costrette entro il 2015 dall’autorità di garanzia a potenziare e rimodernare le proprie reti – che sono da giorni all’attenzione della stampa per via delle proteste dei cittadini causate dai ripristini provvisori in asfalto su strade prevalentemente in selciato, ci consentiranno di risistemare completamente l’intero manto stradale di alcune delle strade più ammalorate del Centro Storico, realizzando una notevole economia di spesa per il Comune. Il rifacimento di Via Urbana a Monti ne è un esempio.

Stiamo programmando e coordinando settimanalmente con il Comando di polizia locale gli interventi, ma le procedure richiedono necessari tempi tecnici. I lavori di ammodernamento delle reti di distribuzione richiedono necessariamente quattro fasi: cavo e posa della nuova condotta,ripristino provvisorio dello scavo in asfalto e collaudo della nuova condotta, nuove aperture di cavi per l’esecuzione di allacci in modo da non provocare la sospensione delle erogazioni agli utenti finali,ripristino definitivo del manto stradale in selciato da parte di ditte specializzate.
A Trastevere, nel quadrante sud del Rione sono stati eseguiti scavi e ripristini provvisori in: Via delle Fratte di Trastevere, Via di San Francesco a Ripa, Via Cardinal Merry del Val, Via di San Gallicano, mentre sono iniziati i lavori di ripristino definitivo dell’intera sede stradale di Via dei Fienaroli,che termineranno il 6 marzo. A seguire saranno realizzati i ripristini definitivi delle strade sopra elencate.
Altre squadre sono al lavoro nel quadrante nord del Rione, dove in settimana saranno ultimati i lavori di rifacimento dell’intera sede stradale di Via del Cedro e Via dei Panieri. A seguire interventi saranno realizzati in Via e Vicolo del Mattonato, Vicolo dei Panieri, Vicolo del Leopardo, Vicolo della Frusta, Via della Scala, Via della Paglia”.

0 1272

È partito intorno alle 10.30 del 14 febbraio 2015  il count down per i lavori di messa in sicurezza definitiva della Panoramica di Roma. La fine del cantiere è prevista tra 114 giorni a partire, ovvero il 7 giugno, quasi un anno e mezzo dopo la grande alluvione del 31 gennaio 2014. Un lavoro importante che si avvia a conclusione.

C_Papi 196654C_Papi 196526