28 Novembre, 2022
Tags Posts tagged with "regione lazio"

regione lazio

26 gennaio – Finalmente una buona notizia!  Grazie alla pronta disponibilità del Governo ad accogliere la richiesta di intervento partita dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio, si può dare il via alla fase di attuazione della procedura di recupero ambientale riguardante il sito della grande discarica di Malagrotta, chiusa nel 2013 e mai bonificata dal proprietario. A questo scopo verranno utilizzate le risorse, circa 250 milioni di euro, messe a disposizione dal Ministero della Transizione ecologica attraverso il Fondo Coesione e Sviluppo. Sotto il profilo strettamente tecnico, l’incarico di coordinare tutta la fase progettuale ed attuativa dell’intervento assegnato al Commissario Unico a capo della task force nazionale per la bonifica delle discariche abusive, il generale dei carabinieri forestali Giuseppe Vadala’, rappresenta una garanzia che i tempi stringenti previsti per le varie fasi della procedura saranno rispettati. Entro la fine dell’anno dovranno essere aperti i cantieri, e l’intervento di capping dovrà essere concluso entro il 2025. Per quanto riguarda l’Assessorato all’Ambiente, avvieremo fin da ora un percorso di confronto con i Municipi interessati e con i residenti della Valle Galeria per costruire insieme a loro un programma di interventi per la realizzazione di un grande parco e di aree attrezzate, per fare in modo che quello che per decenni ha rappresentato un grave vulnus ambientale diventi una nuova opportunità per la riqualificazione di questo territorio.

 

22 dicembre – Le terre pubbliche devono generare benefici pubblici! #Agricoltura e politica del cibo sono assi fondamentali dello #svilupposostenibile per la nostra città, una Capitale agricola che già produce ogni anno olio IGP, farina da grano antico, miele, vino, carne oltre a latte e formaggi, nelle Aziende Agricole comunali di Castel di Guido e Tenuta del Cavaliere.

L’ascolto delle tante realtà che compongono il mondo agricolo romano è essenziale per attuare una visione di lungo periodo, che possa proiettare #roma in avanti, anche grazie al dialogo che intendiamo costruire attraverso il Consiglio del Cibo cittadino.
Oggi a Castel di Guido al convegno organizzato da Regione Lazio, ARSIAL e CONAF – Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali su Terre pubbliche e PNRR abbiamo affrontato tanti temi, dal distretto del cibo al marchio Roma, dal contrasto allo spreco alimentare alla declinazione sociale dell’agricoltura, per includere, sostenere e dare prospettive di lavoro a persone che convivono con diverse fragilità, dalla disabilità al reinserimento lavorativo.
Una occasione di grande confronto per coltivare idee e progetti e far ripartire un settore che può essere motore per la nostra città.

Il 2022 per la Tenuta di Castel di Guido – 2mila ettari sull’Aurelia, a una trentina di chilometri dal Centro di Roma – di proprietà della Regione Lazio, ma gestita dal Comune, dovrebbe essere l’anno del rilancio dopo un declino durato troppi anni.

Oltre ad ospitare un’importante biodiversità a livello di flora e fauna la Tenuta di Castel di Guido  produce  carne, latte e grano ‘’a chilometro zero’’ e con basso impatto sull’ambiente. All’intorno un suggestivo paesaggio bucolico dove è possibile anche incontrare ‘’butteri’’ che lavorano nella azienda agricola impegnati a spostare le vacche frisone (per il latte) e maremmane (per la carne).

Castel di Guido interpretA veramente la vocazione agricola di Roma.  ‘’Negli anni scorsi si è sempre messo in discussione il suo destino, ma per noi è senz’altro lo sviluppo di una realtà che produce oltre a carne e latte anche un grano particolare con il quale si può realizzare pasta per diabetici’’. Allo studio due importanti progetti d’impatto sociale:  il primo con ragazzi autistici ed un altro con diverse fragilità.

Castel di Guido si avvia infatti ad assumere un ruolo strategico nello sviluppo dell’agricoltura romana. “Ho trovato un grandissimo consenso verso il mondo agricolo di Roma, intorno al quale si muovono molte realtà come associazioni, cooperative ed imprese che si sono dimostrate soddisfatte di vedere una volontà politica forte su questo settore, che può dare una vivibilità diversa a Roma.  Oltre all’aumento dei posti di lavoro puntiamo a uno sviluppo sostenibile attraverso una food policy che combatta le disuguaglianze a partire da ciò che si mangia, garantendo più cibo vicino a dove lo si consuma, e smaltendo i rifiuti dove si producono’’.

Nel 2022 al rilancio di Castel di Guido, dovrebbe seguire anche quello dell’altra realtà presente nel panorama agricolo cittadino, ovvero la Tenuta del Cavaliere, 300 ettari a una ventina di chilometri sulla Tiburtina. In particolare il coordinatore delle aziende agricole gestite dal Comune di Roma, Marco Colombo, ha prospettato la possibilità che il Comune riacquisti la proprietà di queste aziende grazie ad un contratto di affitto stipulato con la Regione Lazio, che permetterebbe di impostare un piano di azione pluriennale volto allo sviluppo di tutti i settori produttivi delle tenute.

Infine, l’agricoltura , oltre ai vantaggi sul piano produttivo e occupazionale,  può essere un importante asset per il turismo. ‘’Sia a Castel di Guido, sia alla Caffarella si possono visitare interessanti reperti archeologici. In passato nei Grand Tour, c’era sempre sullo sfondo dei monumenti cittadini, a pochi passi dagli alberghi, la gita fuori porta ai Castelli e nella campagna romana. Oggi possiamo pensare invece a un turista che dorma in un agriturismo e poi si rechi nel centro città per visitare monumenti e musei. Ponendo le premesse di un ritorno a un turismo che non sia più quello mordi e fuggi.’’

25 agosto: Finalmente #Lucha y Siesta torna alla città! Una casa aperta a tutte, un bene comune, un rifugio che ha salvato tante donne e anti bambini, un centro antiviolenza che non chiuderà, ma continuerà a svolgere il suo fondamentale lavoro. Grazie all’intervento della Regione Lazio che si è aggiudicata l’asta, Lucha continuerà ad essere un riferimento, uno spazio femminista aperto e vivo nella città. Con le sue attiviste, le storie, i volti, le persone, i colori. Un patrimonio che Roma non poteva perdere. D’ora in poi, c’è più Lucha in città! #benicomuni #regionelazio #luchaysiesta

30 luglio – Conferenza stampa di presentazione dell’Arena estiva “Notti di Cinema a Piazza Vittorio”, realizzata da ANEC Lazio con il sostegno della Regione Lazio, del Comune di Roma e altri Enti, e con il Patrocinio del Municipio Roma I Centro. Una manifestazione che propone anche quest’anno un programma ricco ed articolato, non solo cinema ma aree di ristorazione, stand espositivi e di artigianato, musica dal vivo e attività sportive.

Una edizione particolarmente importante, quella che sta per partire, perché dopo il periodo durissimo imposto dai lockdown che hanno messo in ginocchio tutto il comparto della cultura, queste manifestazioni all’aperto, in totale sicurezza, hanno il compito di aiutare a ricreare nel pubblico l’abitudine ad andare al cinema, a tornare finalmente a godere della magia del grande schermo e dei fantastici viaggi della mente che solo il cinema sa regalare.

12 giugno – Fine di una lunga giornata in trasferta al Casale della Cervelletta, con i ragazzi del Piccolo Cinema America. Un sito magnifico, per la cui ristrutturazione la Regione Lazio ha reso disponibili risorse per avviare il recupero del “Colosseo di Roma Est”, luogo del cuore Fai, senza avere per mesi alcuna risposta dal Comune di Roma. Sul grande schermo “Hotel Gagarin” di Simone Spada.

 

 

COMUNICATO STAMPA. ALFONSI-VELOCCIA (PD). RAGGI RISPONDA ALLA REGIONE LAZIO SU CASALE CERVELLETTA. 
“Roma è stanca di promesse non mantenute. La Sindaca Raggi risponda alla Regione Lazio riguardo al Casale della Cervelletta. Non può essere che ogni bene comune recuperabile grazie alla capacità di enti con una guida politica diversa dai 5 Stelle, si fermi, come accaduto nel caso di Campo Testaccio. Il Casale della Cervelletta è uno di quei luoghi riscoperti dai Romani  anche grazie all’attività dei ragazzi del Cinema America, che hanno portato cinema, emozioni e sentimenti in un’area  bene comune della città, prima abbandonata. Rigenerazione e riqualificazione, riapertura degli spazi alla cittadinanza sono le parole chiave per far ripartire Roma. Ci auguriamo che la Sindaca colga l’opportunità di recuperare completamente il Casale e non solo parzialmente, come accaduto finora. Basta cose fatte a metà, Roma è stanca di continuare a perdere opportunità”.
Così in una nota congiunta Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio Roma I Centro, e Maurizio Veloccia, direzione PD Roma. (Comunicato Agenzia DIRE)

7 giugno – Spazi culturali che tornano alla città! In via degli Orti d’Alibert nasce Scena, grazie al grande lavoro della Regione Lazio! Cinema, mostre, dibattiti che ritrovano il loro luogo, quel Filmstudio che ha scandito le serate di cinema di tutte e tutti noi! #primomunicipio #roma

 

I locali del Film Studio, storico cinema nel cuore di Trastevere, diventano “Scena“, cioè Spazio, cinema, Eventi e Nuove Arti. L’intervento della Regione Lazio, che nel 2019 ha riacquistato in via definitiva questi locali, ha trasformato lo spazio (con 760mila euro di lavori) in un centro di incontro e scambio di idee dedicato al cinema, alla letteratura, alle arti, alla formazione, alla fotografia (con una grande attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale) e animato da una programmazione di rassegne di cinema, tematiche sul fumetto e sul cinema di genere, masterclass, appuntamenti per i più piccoli, proiezioni dei film coprodotti grazie al bando Lazio cinema International.

E ancora, presentazione dei festival di cinema del Lazio, appuntamenti di formazione e di progetti con le scuole della Regione, mostre fotografiche e video arte. Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, ha inaugurato lo spazio, riorganizzato in una sala cinema e audiovisivi da 70 posti e uno spazio polifunzionale per incontri e presentazioni con una caffetteria, insieme a Giovanna Pugliese, responsabile ufficio cinema, Armando Leone, memoria storica del Film Studio, e i registi Giuliano Montaldo e Margareth Von Trotta. La programmazione inizierà questa sera, in occasione dell’inaugurazione al pubblico, con la proiezione del film “The Rossellinis”, di Alessandro Rossellini. A giugno e luglio saranno previste rassegne gratuite di Eleonora Danco, Susanna Nicchiarelli e Daniele Vicari, con l’anteprima nazionale del suo ultimo film “Il giorno e la notte”. Saranno proiettati i film vincitori del bando Lazio cinema International, oltre allo spazio dedicato agli incontri della Città Incantata e all’animazione, all’incontro fra cinema e Poesia con i poeti del Trullo.

Dopo l’estate sarà la volta delle rassegne d’autore e d’autrice di Margareth Von Trotta, Giuliano Montaldo, Massimiliano Bruno, Ferzan Ozpetek, Costanza Quatriglio, Gianfranco Rosi, e gli incontri letterari in collaborazione con AIE, ADEI, CEPELL e Librerie di Roma. Tra le mostre, da giugno a settembre Scena apre con quella dedicata al fumetto e alla Città Incantata, curata da Luca Raffaelli. Si tratta di un meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo e che vive dell’incontro di artisti del fumetto, dell’animazione, dell’illustrazione e della street art a confronto con i loro diversi stili e universi. Scena avrà un comitato d’indirizzo gestito dalla Regione Lazio e LazioCrea e che vedrà coinvolti, per il momento, alcuni soggetti culturali come l’Associazione Filmstudio, Roma Lazio Film Commission, Officine Pasolini, Scuola Gian Maria Volonté, Fondazione Cinema per Roma, Luce Cinecittà, I.I.S.S. Cine-tv Roberto Rossellini, Anec, Anac e 100 autori. Tra i soggetti che saranno invitati a un lavoro comune ci saranno il Centro Sperimentale di Cinematografia, l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, i Nastri d’Argento, la Cineteca di Bologna, RAI Cinema e RAI Movie, il Fondo Moravia, Doc.it – Associazione Documentaristi Italiani, ATCL, AAMOD, la Fondazione Roma Europa, il Cinema Aquila, Alice nella città, realtà del territorio come il Municipio I di Roma Capitale, il Cinema Nuovo Sacher, la Casa Internazionale delle donne, il Cinema America, la Comunità di Sant’Egidio, la Comunità Ebraica di Roma e altre realtà che vorranno essere coinvolte. “La Regione vuole preservare il patrimonio dell’esperienza culturale del Film Studio e rilanciarlo nel futuro con le giovani generazioni- ha spiegato Giovanna Pugliese- Sarà un polmone culturale nel luogo che era di ricercatezza, sperimentazione e avanguardia e stiamo pensando di avviare dei laboratori con i detenuti del vicino carcere FI Regina Coeli”.

1 giugno – Con Nicola Zingaretti e Alessio D’Amato questa mattina presso la Farmacia Marchetti di Via Emilio Fàà di Bruno, a Della Vittoria. Da questa mattina partono le vaccinazioni nelle prime 513 farmacie territoriali del Lazio che a regime diventeranno 800. Grazie al lavoro del Presidente Nicola Zingaretti e dell’assessore Alessio D’Amato, il Lazio è la prima Regione italiana a far partire questo servizio ai cittadini. 20.000 vaccini a settimana all’inizio e circa 60.000 mila a pieno regime. Ormai la metà della popolazione adulta del Lazio ha ricevuto la prima dose. Ma non bisogna fermarsi. Basta andare sul sito Salute Lazio, inserire il proprio codice fiscale e cercare la farmacia più vicina. #primomunicipio #roma #salute #lazio #covid19

 

20 maggio – Da ora in poi nella Regione Lazio c’è più parità!
Grazie a Eleonora Mattia, a Marta Leonori e a tutte le consigliere e i consiglieri della Regione Lazio che hanno portato avanti questa battaglia! Il gender gap è stato acuito terribilmente dalla pandemia e i dati riguardo la perdita di opportunità sono impietosi, se pensiamo che su 101mila posti di lavoro andati in fumo nel 2020, 99mila sono di donne. Tuteliamo e promuoviamo il lavoro di tutte e tutti, dando pari opportunità e pari diritti! Passo dopo passo, costruiamo la democrazia paritaria! #parità #regionelazio

 

🎀 Approvata legge regionale sulla parità retributiva
La pandemia ha evidenziato molte criticità del nostro sistema, una di queste è senz’altro la disparità di genere che molte donne continuano a vivere nel mondo del lavoro, oltre che nella società.
I dati Istat sull’occupazione femminile sono impietosi: su 101mila posti di lavoro persi nel mese di dicembre 2020, 99mila erano occupati da donne. Inoltre, l’Italia presenta oggi uno dei peggiori gap salariali tra generi in Europa.
L’UE indica un divario del 5% a fronte di una media europea del 15%, ma si tratta solo della differenza tra i salari orari medi in percentuale su quelli maschili.
Cause del divario retributivo nel nostro paese sono la divisione del lavoro di genere, l’organizzazione dei tempi del lavoro e l’assenza di servizi complementari che permettano di conciliare le esigenze lavorative con quelle familiari.
Proprio per cercare di intervenire per migliorare questi dati preoccupanti, abbiamo approvato poco fa la legge regionale presentata dalla collega Eleonora Mattia sulla parità retributiva di genere e il sostegno all’occupazione e all’imprenditoria femminile, che prevede diversi strumenti per contrastare l’abbandono lavorativo delle donne, per favorire l’occupazione femminile stabile e di qualità e la creazione di uno Sportello donna che, presso i centri per l’impiego del nostro territorio, favorirà l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Inoltre promuove strumenti per il sostegno dell’imprenditoria femminile e per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, con buoni per l’acquisto di servizi di baby-sitting e di caregiver.
La Legge istituisce inoltre la “Giornata regionale contro le discriminazioni di genere sul lavoro”, che si celebrerà ogni anno il 7 giugno e che promuoverà l’educazione, l’informazione e la sensibilizzazione in materia di discriminazione su tutto il territorio regionale.
Una bella notizia e una legge che rappresenta un vero e proprio orgoglio per la Regione Lazio e per tutte e tutti noi!
Non chiediamo molto, solo una cosa: parità!

A seguito dell’accordo stipulato tra Regione Lazio e associazione di categoria delle Farmacie Convenzionate, approvato con Determinazione n. G13092 del 6/11/2020, è possibile recarsi presso le Farmacie che hanno aderito per effettuare i test sierologici o i test antigienici per la rilevazione della presenza del virus del Coronavirus.

Prezzi massimi richiesti:
€. 20,00 per il test sierolgico
€. 22,00 per il test antigenico

Elenco delle Farmacie in cui è possibile fare i test nel territorio del Municipio I.

ANTICA FARMACIA REALE – VIA DEL GAMBERO 13-A
FARMA ACQUISITION SRL – VIA CIPRO 42 / 44
FARMACIA BISOZZI – CIRCONVALLAZIONE TRIONFALE, 57
FARMACIA CELIMONTANA – VIA CELIMONTANA, 9/A
FARMACIA DEI QUIRITI – PIAZZA DEI QUIRITI, 1
FARMACIA ERCOLANI – PIAZZALE CLODIO, 54
FARMACIA MAGNANIMI – VIA MARIANNA DIONIGI, 33
FARMACIA NICCOLINI – VIALE ANGELICO 86
FARMACIA PAVESE – VIA CICERONE, 30
FARMACIA PIRAM – VIA NAZIONALE 228
FARMACIA S.CHIARA – VIA PIEMONTE 95
FARMACIA SCIPIONI – VIA DEGLI SCIPIONI 59
FARMACIA STRAMPELLI SAS – VIA S. CROCE IN GERUSALEMME 22/A
FARMACIA GRIECO – PIAZZA DEL VIMINALE 23
FARMACIA LONGO – PIAZZA VITTORIO EMANUELE 46
FARMACIA LUCCHETTI – VIA DEL CORSO 242
FARMACIA MARCHETTI – VIA SIMONE DE SAINT BON, 91
FARMACIA MERULANA – VIA MERULANA 185
FARMACIA MOSTACCI – VIALE AVENTINO 78 C
FARMACIA PUCCI – VIA DELLO STATUTO 35
FARMACIA RELLECATI – PIAZZA S MARIA IN TRASTEVERE 7
FARMACIA FABIO MASSIMO – VIA FABIO MASSIMO,78

L’elenco completo delle Farmacie di Roma in cui è possibile effettuare i test è disponibile sul sito
WWW.SALUTELAZIO.IT

 

PRESENTAZIONE DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO CHE FINANZIA L’INTERVENTO PER IL RECUPERO DI CAMPO TESTACCIO.

 

23 luglio – Ieri pomeriggio al mercato Testaccio, con Emiliano MonteverdeMaurizio VelocciaClaudia Santoloce e Massimiliano Monnanni, Presidente della ASP Asilo Savoia, abbiamo presentato la delibera 435 della Giunta della Regione Lazio su #CampoTestaccio. Grazie a Nicola Zingaretti e a tutta la giunta per l’enorme sostegno. Uno spazio pubblico che tornerà ad essere campo di gioco, quel campo dove 93 anni fa è nata la A. S. ROMA. Un luogo che torna al servizio della città, del rione, dei cittadini grazie al lavoro congiunto tra istituzioni: ma che soprattutto in questo modo resta uno spazio pubblico gestito dal pubblico, accessibile a tutte e tutti, come richiesto dai cittadini durante il percorso partecipativo. Noi crediamo fortemente nella collaborazione per il bene comune: è il momento per il Campidoglio di fare una scelta di campo e giocare insieme questa partita per il bene di Roma.

 #primomunicipio #solocosebelle #noiandiamoavanti #CampoTestaccio #Mancanosololechiavi

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Donnerstag, 23. Juli 2020

 

 

Il video integrale dell’incontro

 

Assemblea pubblica presentazione delibera regionale Campo Testaccio.#primomunicipio #campotestaccio

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Mittwoch, 22. Juli 2020