TOC TOC, IL TEATRO NEI CORTILI

TOC TOC, IL TEATRO NEI CORTILI

11 marzo –  A distanza di un mese dalla nascita di TOC TOC TEATRO, il progetto nato per portare il teatro e lo spettacolo dal vivo nelle case, nei pianerottoli e nei cortili della città, il Municipio Roma I Centro sposa l’iniziativa e la inserisce nella programmazione dei propri eventi.

Dal 9 al 21 marzo la compagnia IlNaufragarMèDolce, che ha dato vita al progetto e che attraverso tantissimi interventi a domicilio ha emozionato nelle proprie case il pubblico di ogni età, dalle 10:00 alle 17:00 busserà alla porta degli abitanti del Primo Municipio. Zaino in spalla ricco di abiti di scena, strumenti musicali e un pizzico di magia per raggiungere tutti coloro che avranno voglia di prenotare la propria poltrona di Toc Toc Teatro. Le prenotazioni si possono effettuare all’indirizzo municipio01.cultura@comune.roma.it.

“Il consiglio del Municipio Roma I Centro ha istituito la festa del condominio del vicinato per non perdere il capitale di relazioni umane sviluppatesi in questo anno di pandemia in cui la solidarietà tra vicini si è rafforzata. Avremmo voluto celebrare la festa il 9 marzo, ma al momento non è possibile organizzare eventi, data la situazione sanitaria. Come Municipio Roma I Centro, abbiamo comunque voluto promuovere un’iniziativa che avvicinasse le persone e le facesse sentire in relazione con gli altri. Per questo abbiamo scelto di sostenere il progetto di Toc Toc Teatro, perché la nostra missione è sempre stata quella di non lasciare nessuno indietro, soprattutto chi nell’ultimo anno segnato dalla pandemia ha subito una struggente solitudine. Molto spesso sono stati i nostri anziani e le nostre anziane, relegati in casa e privati di ogni rapporto, per la loro sicurezza. Cinema, teatri, centri anziani ma anche visite ai nipotini: tutto sospeso. E allora è necessario cominciare a tessere nuovamente quelle reti di relazioni, di interessi, di emozioni anche attraverso il teatro. In sicurezza, certamente, e mantenendo la distanza: per questo la modalità prescelta prevede gli spettacoli sui ballatoi, nei cortili condominiali, negli spazi “sicuri” eppure vicini ai nostri cittadini e alle nostre cittadine. Un modo per ripartire su due fronti, sostenere i lavoratori del mondo della cultura, gli attori, i registi, il mondo del teatro e insieme riuscire a tornare vicini e a portare cultura, interesse emozione, a chi sta a casa”. Così in una nota la Presidente del Municipio Roma I Centro, Sabrina Alfonsi.

Sketch, monologhi, poesie, canzoni o racconti di piccole storie quotidiane e ricordi di una vita.

L’obiettivo principale è quello di sostenere emotivamente tutti coloro che da mesi sono a casa recuperando l’esercizio della costruzione delle relazioni, in particolare verso le persone con maggiori vulnerabilità attraverso atti performativi di breve durata. In un momento in cui tutto viene fruito tramite il web, l’iniziativa vuole favorire la fruizione dell’arte in presenza.

Il tutto si svolgerà nel rispetto delle misure di sicurezza, dai pianerottoli agli spazi aperti delle terrazze, dai cortili alle strade dove si affacciano le abitazioni, ma anche nei centri antiviolenza, nelle case famiglia e nei centri anziani.

La Compagnia Il NaufragarMèDolce si occupa principalmente di teatro sociale, incentrandosi su temi legati alla lotta contro la violenza sulle donne, omofobia, disoccupazione, integrazione, emarginazione e proprio questi temi saranno al centro delle tante performance in programma: Figlie di Sherazade, Rosadilicata, I fili di Penelope, Pesci fuor d’acqua sono solo alcuni dei titoli proposti agli spettatori. In scena Chiara Casarico, Tiziana Scrocca, Rita Superbi, Emanuela Bolco e Vania Castelfranchi di Teatro Ygramul. Per sostenere il progetto tra qualche settimana partirà anche un crowdfunding.

COMPAGNIA ILNAUFRAGARMEDOLCE

L’Associazione Culturale Il Naufragarmedolce, attiva dal 1996, nasce come Compagnia Teatrale Indipendente che auto-produce, realizza e promuove i propri spettacoli, attuando una modalità produttiva che vede nel lavoro collettivo la sua massima espressione.
Ad oggi sono stati realizzati spettacoli originali sulle tematiche della 
sovranità alimentare, degli OGM, dell’acqua come diritto inalienabile, del lavoro minorile, dei diritti negati alle donne, della precarietà del lavoro, la resistenza, l’importanza delle radici e l’utopia.

Caratteristica della Compagnia è quella di promuovere il teatro anche in luoghi non teatrali per restituire all’arte teatrale la propria originaria comunicativa e il senso di arte sociale, punto di aggregazione e di riflessione della comunità su sé stessa. Anche per questo motivo Il Naufragarmedolce ha collaborato con altre realtà che si occupano di problemi globali e nuovi modelli di sviluppo.


Fb: https://www.facebook.com/toctoc.teatrochebussallatuaporta

Articoli simili

0 791

NESSUN COMMENTO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.