21 settembre, 2018
Tags Posts tagged with "esquilino"

esquilino

IN PIAZZA VITTORIO AL FIANCO DEI CITTADINI DI ESQUILINO PER RESPINGERE RAZZISMO E VIOLENZA”.

Roma, 11 luglio  –  “Il raid razzista di Forza Nuova di due notti fa in piazza Vittorio è uno sfregio al nostro Municipio e al rione di Esquilino che da più di 20 anni è conosciuto in tutta Italia come esperienza avanzata in tema di integrazione di cittadini stranieri per questo stasera sarò personalmente in Piazza Vittorio accompagnata dall’intera giunta del Municipio I al fianco dei cittadini del rione che hanno convocato una mobilitazione a partire dalle ore 19,30”.

Questa la dichiarazione della Presidente del Municipio I Sabrina Alfonsi in merito al raid razzista di due notti fa in Piazza Vittorio.

“È intollerabile – incalza l’Alfonsi – che 20 persone possano girare con caschi in testa o sotto braccio, intimando a indefiniti “stranieri” di tornare a casa loro. La casa di quei cittadini è in questa città, da molti anni, a differenza di questi “militanti” vero e proprio corpo estraneo a un territorio, ricco invece di associazioni culturali, di cittadini, religiose e di genitori delle nostre scuole, da sempre in prima fila, con il Municipio al fianco, nella costruzione di percorsi di integrazione e accoglienza”.

“Questo fenomeno – spiega ancora Alfonsi – è diretta conseguenze del clima politico costruito dal neo Ministro dell’Interno e Presidente del Consiglio de facto Matteo Salvini. Le dichiarazioni delle forze dell’ordine riportate dal quotidiano la Repubblica in cui dichiarano che stanno “costantemente vigilando” sull’escalation di odio e violenza che i gruppi di estrema destra che “sembrano aver perso la testa” hanno messo in campo dopo la nascita del nuovo governo, ne sono la conferma.

“Il tema delle migrazioni è un tema complesso – aggiunge la Presidente del Municipio I – che si può affrontare con semplici denunce e annunci o mettendo in campo, come fatto dal nostro Municipio, azioni concrete. In questa direzione va il progetto di nascita dei tre nuovi poli multiculturali che garantisce ludoteche, mediazione culturale, formazione nelle scuole, animazione del territorio, accompagnamento alla genitorialità per stranieri e italiani. Un progetto integrato e strutturato sulla multiculturalità. E non ci fermeremo qui. A settembre, dopo l’inizio delle scuole, il Municipio lancerà in collaborazione con le stesse, una grande giornata di mobilitazione dell’integrazione e dell’accoglienza e una campagna di incontri e approfondimento nei centri anziani”.

“Non mi stupisce – conclude Alfonsi – il totale silenzio della Sindaca Raggi ormai corrente di minoranza della Lega del Ministro Salvini, ma fortunatamente gli anticorpi della città al razzismo sono forti e questa sera la nostra voce e quella dei tanti cittadini che sono sicura parteciperanno, coprirà il silenzio assordante del Campidoglio”.

 

Roma, 25 giugno – Il 18 maggio del 2017 un incendio devastò alcune aule della scuola d’infanzia Di Donato. Da subito presi l’impegno di restituire alle bambine e ai bambini della Di Donato le loro aule. e dopo un anno eccoci qui: promessa mantenuta.

“E’ stata una vera gioia e una soddisfazione immensa assistere alla felicità negli sguardi dei bambini quando, questa mattina, hanno avuto la possibilità di rientrare nella loro scuola e recuperare i loro spazi di gioco e di apprendimento” ha commentato la Presidente Sabrina Alfonsi. “L’inaugurazione di oggi è arrivata alla fine di un percorso lungo, che ha scontato anche il ritardo con il quale il Campidoglio ha reso disponibili i fondi per l’intervento. Ci tenevamo che i bambini rientrassero al più presto, anche perché avremo bisogno di alcune settimane per ripristinare i locali utilizzati per ospitarli e restituirli alla scuola media, in tempo per l’inizio del prossimo anno scolastico. Voglio ringraziare i genitori e gli insegnanti per il supporto che ci hanno fornito in tutti questi mesi, ed anche i nostri tecnici per la cura con cui hanno seguito ogni dettaglio dei lavori” conclude la Presidente.

“L’intervento di ripristino, che ha avuto un costo complessivo di circa 200.000,00 euro per sei mesi di lavori” – aggiunge l’Assessore Giovanni Figà Talamanca – “ha riguardato il completo rifacimento dei bagni, compreso il consolidamento del solaio di calpestio, la sostituzione degli infissi e l’installazione di grate anti-intrusione, il ripristino degli intonaci e le tinteggiature dei locali. Un intervento edilizio di grande qualità, attuato in stretta sinergia con la Soprintendenza statale, che rappresenterà anche lo standard di riferimento per l’intervento di riqualificazione dell’intero edificio, per il quale sono stati richiesti all’Amministrazione Capitolina fondi che tuttora risultano indisponibili perché legati ad entrate non realizzate. Stiamo cercando di ottenere in sede di assestamento una copertura finanziaria che sia realmente disponibile per poter procedere all’affidamento della progettazione e della realizzazione dell’intervento, che ci consentirebbe di acquisire un altro importante tassello nell’opera di riqualificazione e adeguamento a norma del patrimonio edilizio scolastico del Municipio”. 

10 Maggio  –  “Una operazione culturale di grande spessore” così la Presidente del Primo Municipio Sabrina Alfonsi, presente all’inaugurazione di questa mattina, definisce l’apertura di Palazzo Merulana.

“Un recupero edilizio importante si trasforma in uno spazio nuovo per la cultura, grazie alla straordinaria collezione di opere d’arte messa a disposizione da Elena e Claudio Cerasi ed anche in virtù della loro idea che questo spazio viva anche grazie alla collaborazione e alla sinergia con la grande rete culturale e civica del territorio.

Insieme alla riqualificazione di Piazza Dante e al restauro dell’ex Zecca, Palazzo Merulana rappresenta un altro importantissimo contributo per il rilancio del Rione Esquilino e una buona notizia per tutta la città”.

26 Aprile – Questa mattina, ospiti della trasmissione del TGR Lazio “Buongiorno Regione”, la Presidente Sabrina Alfonsi e l’Assessora al Commercio del Municipio I Tatiana Campioni hanno illustrato contenuti ed obiettivi della Deliberazione n.14 approvata lo scorso 27 febbraio, con la quale la Giunta del Primo Municipio di Roma ha assunto determinazioni in merito alla rilocalizzazione dei posteggi di commercio su area pubblica in alcune zone del territorio municipale.

“La nostra idea e’ sempre stata quella di elaborare un piano regolatore complessivo, in funzione dell’applicazione della Direttiva Bolkestein, che avesse come obiettivo quello di riassegnare soltanto le postazioni su area pubblica compatibili con il Codice della Strada, la tutela dei monumenti e il decoro della citta’- commenta la presidente Sabrina Alfonsi- Il rinvio di tale applicazione ci costringe a ricollocare i banchi. Quello di ieri e’ un primo provvedimento in tale direzione, per iniziare a mettere ordine in alcune vie e piazze che sono attualmente soggette ad una massiccia occupazione del suolo pubblico da parte delle bancarelle. Abbiamo scelto di cominciare da Esquilino, Prati e Trastevere, ma il Consiglio Municipale sta gia’ lavorando per esaminare la situazione con riferimento ad altri luoghi del Municipio, quali ad esempio Via Nazionale, Passeggiata del Gianicolo, Piazza Santa Maria Maggiore, Castel Sant’Angelo.

La deliberazione del Municipio, che è stata inviata al Dipartimento Attivita’ Produttive per il successivo iter, prevede, ad Esquilino, lo spostamento delle 9 postazioni presenti a Piazza Vittorio Emanuele II all’interno dei mercati di Via Turati, Via Cesare Balbo e Via Sommelier. A Viale Trastevere e’ previsto lo spostamento di 11 banchi a Via Cardinale Merry del Val, come da progetto del Dipartimento di Architettura dell’Universita’ La Sapienza elaborato a seguito di una convenzione con il Municipio. Per quanto riguarda Prati, a Via Cola di Rienzo le 21 postazioni poste agli incroci con le altre strade verranno spostate all’interno dell’area parcheggio della stazione metro Cipro. Le 9 postazioni di Via Ferrari vengono trasferite all’interno del mercato di Via Tito Speri, mentre i banchi attualmente presenti a Viale Giulio Cesare, a Via Germanico (angolo Ottaviano) e Via degli Scipioni (angolo Ottaviano), per un totale di 18, saranno trasferite a Viale Giulio Cesare angolo con Via Barletta. La delibera prevede anche l’invio al Dipartimento Commercio degli elenchi delle postazioni c.d. ‘anomale’ ricadenti nel territorio del Municipio I, specificando che le stesse non potranno essere convertite in posteggi fissi in quanto la maggior parte di esse risulta in contrasto con le normative vigenti. Il Dipartimento Sviluppo Economico dovra’ procedere o al rilascio del titolo in altri Municipi o alla decadenza della postazione, come previsto dal Regolamento approvato con delibera dell’A.C. n 30/2017.

“E’ talmente forte la nostra volonta’ di ridare decoro al centro storico- conclude l’assessora al Commercio del Municipio, Tatiana Campioni- che ci stiamo occupando anche di ricollocare le postazioni del Commercio su area pubblica chiamate ‘rotazioni’ che sono la stragrande maggioranza e che sono tutte di competenza del Comune, il quale in questi due anni avrebbe gia’ dovuto fare Piani di rilocalizzazione, come previsto dai Regolamenti ancora vigenti. Vista la loro inerzia, stiamo procedendo noi ad individuare aree alternative, fermo restando che sara’ impossibile ricollocarle tutte nel nostro territorio e pertanto il Comune dovra’ pensare al trasferimento in altri Municipi.

 

del.n.14.2018

12/13 Marzo – Nell’ambito delle operazioni di controllo del territorio decise al tavolo della Sicurezza con la Prefettura, questa mattina alle 5.00 uomini del Gruppo I della Polizia Locale e del Commissariato Borgo sono intervenuti a Piazzale degli Eroi, via Vittor Pisani e via Fra Albenzio in un’azione di contrasto alla vendita abusiva di merci rubate o prelevate dai cassonetti. Gli oggetti sequestrati sono stati avviati a discarica grazie all’intervento di 5 mezzi della AMA, e una persona è stata tratta in arresto per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Anche martedì 13 marzo  la Polizia Locale ha disposto interventi a contrasto dei mercatini illegali, stavolta in zona Esquilino. Gli agenti, provenienti dai gruppi Centro, GSSU, PICS e SPE, hanno iniziato le operazioni alle ore 12 :00 presso Porta Maggiore, dove ogni giorno tende a formarsi sui marciapiedi della fermata del tram un mercatino abusivo di ciarpame: i venditori, alla vista degli agenti si sono allontanati. Una persona, fermata, è stata portata presso il centro di fotosegnalamento della Questura.

A seguire, gli agenti sono intervenuti presso il vicino mercato “Esquilino”, per controllare i venditori abusivi che stazionano all’esterno e all’interno del mercato. Identificate alcune persone, con il sequestro delle mercanzie. Il bilancio complessivo di oggi è di 6 metri cubi di merce e materiali, convogliati a discarica a mezzo AMA, con tre persone sanzionate.

 

ALFONSI: GENTILONI PRESIDENTE AMATO, FELICI PER SUA VISITA. 

(DIRE) Roma, 2 mar.- “Il presidente Paolo Gentiloni ha iniziato a visitare i centri anziani gia’ da tempo e c’e’ stata per lui sempre un’accoglienza molto calorosa. Tutti i centri anziani lo hanno chiesto. Per cui siamo stati molto felici quando lui ha dato una disponibilita’ a venire qui. Per loro e’ chiaramente il Presidente del Consiglio e avere la possibilita’ di interloquire direttamente con lui e di scambiare anche delle opinioni a poche ore dal voto e’ interessante. Il presidente Gentiloni e’ un presidente che ha dato tanta tranquillita’ a tutta l’Italia ed e’ riuscito a portare avanti delle riforme che erano state messe in campo con una credibilita’ europea molto ampia. È un presidente amato quindi per noi averlo qui nel nostro collegio e’ molto importante e siamo contenti di sverlo avuto qui”. A dirlo, la Presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, al termine della visita del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nel Centro sociale anziani Esquilino.

 

 

cof

Mercoledì 21 febbraio  –  Pubblichiamo l’intervista rilasciata dalla Presidente Sabrina Alfonsi all’Agenzia di Stampa DIRE al termine della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza convocato per esaminare gli eventuali provvedimenti per la sicurezza del Rione Esquilino.

 

Posted by Sabrina Alfonsi on Wednesday, 21 February 2018

“La sindaca ha ritenuto non indispensabile la mia presenza” al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha discusso di alcune misure per il decoro e la sicurezza nel rione Esquilino. “Non e’ una questione di presenzialismo, ma avendo lavorato tanti mesi con la Prefettura avrei voluto raccontare dove le problematiche si fermano. Io sono felice che oggi si stato fatto il Tavolo in Prefettura. Avevo scritto una lettera alla sindaca per far chiedere alla prefetta di fare un tavolo sull’Esquilino”. Lo ha detto all’agenzia Dire la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi.

 

Posted by Sabrina Alfonsi on Wednesday, 21 February 2018

DASPO URBANO NON E’ LA SOLUZIONE AI PROBLEMI DI ESQUILINO.
“Il Daspo e’ un provvedimento totalmente nuovo, mi sarebbe piaciuto essere presente oggi in Prefettura per capire come lo utilizziamo, dove vengono portate queste persone e se qualcuno ha stabilito dei confini. Noi abbiamo un ottimo rapporto con le forze dell’ordine, con la Questura, con i Carabinieri. Io credo che sara’ un provvedimento che sara’ eseguito dalle forze dell’ordine ma che parte dal sindaco e quindi forse il presidente del Municipio dovrebbe saperne qualcosa di piu'”. A dirlo all’agenzia Dire e’ stata la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, in merito a quanto emerso dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha discusso alcune misure per il decoro e la sicurezza nel rione Esquilino di Roma tra cui una maggiore illuminazione e l’introduzione del ‘Daspo urbano’. “Tutti gli strumenti che si possono mettere in campo vanno valutati. Io non credo che si risolva il tema dell’Esquilino solo con il Daspo urbano- ha aggiunto Alfonsi- L’Esquilino ha bisogno di tante e costanti azioni ed e’ quello che e’ mancato in questo periodo. Ne parla bene la lettera che hanno scritto i residenti alla Sindaca, alla quale ho dato il mio sostegno e ho scritto una nota aggiuntiva. Dieci mesi sono passati da quando dovevano essere iniziati i lavori: Piazza Vittorio e’ nel degrado piu’ assoluto, non sono stati fatti i giardini, non sono stati chiusi i cancelli”.

 

Posted by Sabrina Alfonsi on Wednesday, 21 February 2018

 

BENE IL TAVOLO, MA RAGGI MANTENGA LE PROMESSE

“Credo che noi dobbiamo mettere in campo le azioni che hanno deciso al Tavolo ma prima di questo credo che occorra che tutte le promesse fatte dalla sindaca ai cittadini, che chiedono da tempo sempre le stesse cose, vengano messe in campo”. A dirlo all’agenzia Dire e’ stata la presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, in merito a quanto emerso dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha discusso alcune misure per il decoro e la sicurezza nel rione Esquilino di Roma tra cui una maggiore illuminazione e l’introduzione del ‘Daspo urbano’. “Dobbiamo mettere sicuramente piu’ luce- ha proseguito Alfonsi- lo dicono oggi, ma lo chiedevano i cittadini da tempo come anche una regolare cura del verde e della nettezza urbana, abbiamo una quantita’ di rifiuti in strada che assolutamente non aiutano, era stato promesso che avrebbero installato delle telecamere di sorveglianza e questo non e’ avvenuto. Contemporaneamente- ha aggiunto- serve una maggiore presenza delle forze dell’ordine per lo meno per riportare una sicurezza in queste giornate dove c’e’ stato un allarme molto piu’ forte dei mesi precedenti. Stiamo lavorando su Villa Altieri, o su altri progetti come i ballatoi di via Giolitti”.

intervista al corriere della sera / 22 febbraio 2018

 

 

 

Roma, 18 maggio 2017  –  Questa mattina squadre di Polizia di Stato, Municipale, Ama e Servizio giardini, insieme all’ Assessore al Sociale del I Municipio, Emiliano Monteverde, e ai comitati e alle associazioni di cittadini del territorio, sono entrati nel parco con l’obiettivo di ripulirlo e “dare vita a un intervento strutturale che si basa su quattro pilastri: animazione, sicurezza, cura della piazza e sociale“.

Inoltre, le forze dell’ordine hanno identificato circa trenta senza dimora che erano all’interno dei giardini, “quasi tutti con asilo”, mentre Servizio giardini e Ama hanno tagliato l’erba e ripulito le aiuole dai rifiuti.

“Si tratta di un’operazione sollecitata dal tavolo di coordinamento tra associazioni, comitati, I Municipio e commissariato di Polizia”, spiega l’Assessore Monteverde, che insieme ad altri cittadini ha partecipato all’operazione indossando una pettorina che riporta la scritta ‘Rete sociale Esquilino’, nata per coinvolgere nella vita attiva della piazza i senza dimora che di solito stazionano all’interno del parco.

“Ci avviciniamo a loro chiedendo di partecipare a gruppi di volontariato, garantendo un piccolo rimborso attraverso una raccolta fondi, per coinvolgerli nelle iniziative a favore della piazza”, hanno detto i rappresentanti della rete che vede anche la presenza del Centro per la ricerca in psicoterapia che offrirà percorsi di psicoterapia a titolo gratuito.

Aggiunge poi Monteverde: “Non vogliamo che questo sia un intervento spot e non vogliamo che tutto sia concentrato soltanto sul decoro, ma anche sulla possibilità di dare una mano a queste persone e inserirle nella vita dell’Esquilino. E’ un progetto inclusivo in cui ognuno fa la sua parte”.

Quindi, già per la prossima settimana e’ prevista una tre giorni di iniziative, mentre i volontari verranno due volte a settimana. Oltre le giostre e il piazzale di ingresso, l’Ama ha ripulito anche le altre aree del parco.

“Stiamo portando avanti un servizio straordinario di controllo del territorio- ha detto il nuovo Commissario di Esquilino Giuseppe Moschitta. “Il questore ha incontrato due volte i rappresentanti del Municipio e delle associazioni, con cui ha messo a fuoco le priorità di questa zona. Abbiamo iniziato con il mercatino abusivo tra via Principe Amedeo e via Ricasoli, poi e’ stata la volta di diversi interventi di controllo e presidio. Adesso, insieme alle altre forze di Polizia, abbiamo eseguito questo intervento integrato e multidisciplinare nei giardini che tra l’altro sono intitolati a Nicola Calipari, ragione in più per occuparcene. La cosa più bella- dice infine il commissario- e’ avere coinvolto risorse sociali del territorio per il recupero e la valorizzazione di tante persone senza fissa dimora”.

La Presidente Sabrina Alfonsi conclude: “Ringrazio il questore Marino per aver voluto incontrare personalmente, nelle scorse settimane, il Municipio e i cittadini sulle problematiche di Esquilino, e il commissario Moschitta per la sensibilita’ e la disponibilita’ dimostrate nell’avviare tempestivamente gli interventi sul territorio e oggi su piazza Vittorio. Il lavoro di confronto e di coordinamento svolto ai Tavoli di osservazione sulla sicurezza, riattivati dal prefetto Basilone, dimostra come, focalizzando l’attenzione su tematiche prioritarie e con la collaborazione di tutte le risorse a disposizione, istituzionali e sociali, si possono ottenere risultati significativi, non solo in termini di decoro e sicurezza, ma anche di sostegno e inclusione delle persone che frequentano questo giardino. Ora l’impegno di tutti e’ quello di dare continuita’ agli interventi”.

Roma, 28 marzo 2017  –  Prende il via ‘Residenze urbane’, una iniziativa di Matemu’, Il Centro Giovanile Scuola d’Arte del Municipio Roma I Centro all’Esquilino, ideato e gestito da Cies Onlus. Tutti i pomeriggi il Centro offre attivita’ artistiche, di sostegno e di intrattenimento per ragazze/i dagli 11 ai 25 anni. Corsi di batteria, chitarra, sassofono, canto e rap, break dance e hip hop, e due laboratori di teatro. Tutti i corsi, tenuti da professionisti, sono completamente gratuiti. Oltre la Scuola d’Arte, MaTeMu’ e’ anche Scuola di italiano per stranieri, Scuola popolare (aula studio e supporto scolastico), spazio di orientamento alla formazione e al lavoro, Sportello di primo ascolto psicologico, Centro Aggregativo per incontrarsi, giocare a biliardino o ping pong, parlare con un operatore qualificato, chiedere una mano nei momenti di difficolta’, essere inviati e accompagnati ai servizi della citta’, e molto altro. “Negli orari in cui il Centro e’ chiuso, abbiamo deciso di mettere le nostre 4 sale a disposizione degli artisti e dei lavoratori dello spettacolo che necessitino, per tempi piu’ o meno lunghi, di uno spazio per provare, riunirsi, lavorare” dicono dallo staff del CIES che gestisce il Centro. “Ispirandoci alle residenze artistiche, vogliamo promuovere una sorta di ‘residenza urbana’, ospitando qualunque fase dei progetti (scrittura, prova, registrazione, riunioni) tutte le mattine, dal lunedi’ al venerdi, dalle 9 alle 14 e dalle 19 alle 23, e nei week-end su richiesta. Ovviamente non saranno chiesti dei soldi, si trattera’ di uno “scambio etico”. Agli artisti che vorranno utilizzare gli spazi chiediamo solo di condividere qualche ora con i ragazzi/e del Centro, facendoli assistere a prove aperte, organizzando incontri o workshop aperti a tutte/i, oppure aiutarci a promuovere e a dare visibilita’ alle nostre attivita’ gratuite” – Emiliano Monteverde, assessore alle Politiche sociali del I Municipio, commenta: “Luoghi come Matemu’ sono vere risorse, per la citta’ in generale e per Esquilino in particolare, nei quali la socialita’, lo stare insieme diventa strumento vero di inclusione e condivisione. E poi, in un momento in cui in citta’ i luoghi della cultura e del sociale sono messi pesantemente a rischio spesso in nome di una idea burocratica e cieca di legalita’, noi vogliamo andare in controtendenza, sostenendo e promuovendo l’apertura di spazi come quelli di MaTeMu’ a tutti gli artisti e i ragazzi che vorranno utilizzarli”. L’iniziativa, lanciata su Facebook, ha raccolto in pochi giorni gia’ diverse adesioni e moltissimi commenti positivi. Per richiedere la disponibilita’ degli spazi e’ sufficiente inviare una mail a matemu@cies.it con l’indicazione sintetica del progetto e del gruppo o compagnia artistica, indicando i giorni e gli orari che interessano. Giovedi’ 30 marzo alle 18 a Matemu’, Via Vittorio Amedeo II, 14 il primo spettacolo aperto a tutti e completamente gratuito. E’ la prova aperta dello spettacolo “DINO”, monologo liberamente tratto da “Il Re del Plagio” di Jan Fabre, scritto, diretto e interpretato da Bernardo Casertano, con l’aiuto regia di Valentina Cruciani e Paride Donatelli alle luci e fonica.

Roma, 23 febbraio – Nella seduta di oggi il Consiglio del Primo Municipio ha approvato all’unanimita’, con la sola astensione della capogruppo del Movimento 5 Stelle, una mozione presentata a firma dei consiglieri del gruppo Pd per chiedere al Campidoglio la riapertura al pubblico della Biblioteca di Villa Altieri, il seicentesco Palazzo della Cultura e della Memoria Storica sito all’Esquilino, che ospita al suo interno una Biblioteca Provinciale dotata di circa 70.000 volumi e un Centro di Ricerca Letteraria. “La Citta’ Metropolitana di Roma, che oggi ha la competenza sulla gestione della struttura, consente unicamente il prestito interbibliotecario e la consultazione dei volumi in sede solo previa autorizzazione- dichiara Sabrina Alfonsi, la presidente del Primo Municiipio- E’ una situazione che va assolutamente cambiata perche’ il Rione Esquilino, pur essendo una zona popolata da circa 37 mila abitanti, non dispone di un servizio bibliotecario di riferimento, pur avendo al suo interno otto scuole superiori pubbliche nonche’ il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Universita’ di Roma Tre”.

“Sulla stessa linea di quanto avevamo gia’ fatto durante la seduta dell’Assemblea capitolina del 14 febbraio- continua Alfonsi- chiediamo a Virginia Raggi, sindaca anche della Citta’ Metropolitana, un impegno a fare in modo che Villa Altieri diventi al piu’ presto pienamente fruibile per il rione e per tutta la Citta’. Se vogliamo fare passi concreti per migliorare Esquilino, non possiamo prescindere dai servizi culturali”. “Abbiamo intrapreso un percorso di ascolto delle realta’ territoriali di Esquilino e del Municipio, con particolare attenzione alle esigenze dei residenti e degli studenti che vivono il Rione, che ci ha portato a formulare questa proposta che abbiamo affidato al Consiglio del Municipio” aggiunge il segretario dei Giovani Democratici del I Municipio ,Giovanni Biagi, presente alla seduta di oggi. “Abbiamo lavorato con i giovani democratici per un censimento degli spazi di studio e cultura del territorio, e oggi con questo atto approvato in Consiglio vogliamo aprire un’interlocuzione con la Raggi perche’ si impegni a dare risposte concrete alla domanda di cultura che proviene dai giovani della citta'” concludono Sara Lilli e Livio Ricciardelli, consiglieri del Municipio I. (Com/Acl/ Dire)

 

Segui Sabrina sui Social

731FansLike
89Subscribers+1
377FollowersFollow
1,077FollowersFollow
10SubscribersSubscribe