11 Dicembre, 2019
Tags Posts tagged with "giovani"

giovani

21 ottobre – “Polibò sarà il nome del nuovo centro giovanile del Municipio Roma I Centro che inaugureremo questa sera a partire dalle ore 17,30 in Via Boezio 1, e che sarà rappresentato da un logo donatoci da Zerocalcare”.

“In un territorio come quello del nostro Municipio che conta il più altro numero di anziani della città continua la nostra scelta politica di investire su bambine e bambini, giovani e famiglie per contrastare la desertificazione del centro storico. Senza servizi per le famiglie e i più giovani – precisa Alfonsi – non può esserci futuro né per il nostro territorio né per l’intera città. In questi anni – precisa la Presidente del Municipio – abbiamo costantemente investito in tal senso e se oggi facciamo una mappatura dei servizi dedicati ai più giovani esce fuori un lungo elenco. Sei ludoteche, due a Trastevere, due a Prati, una Trionfale e una al Celio. Tre poli multiculturali che organizzano laboratori nelle 12 scuole municipali, offrendo servizi di mediazione culturale e sostegno genitoriale. Dodici centri estivi e invernali che aprono durante le feste delle scuole (natale e estate) quando i genitori sono invece nel lavoro, tutti accessibili a bambine e bambine con disabilità. Poi abbiamo il progetto Multiforme gestito dalla cooperativa Eureka per accompagnamento sociale nelle scuole per prevenire e gestire con nelle classi stesse alunni che manifestino disagi. E poi il nostro centro famiglie e il centro disagio mentale adolescenziale (unico a Roma) in Via Emo. Poi c’è il grande successo del Protocollo scuole aperte firmato tra Municipio e Rete delle scuole del municipio con l’obiettivo tenere le scuole aperte, anche grazie alle associazioni dei genitori, oltre il normale orario scolastico. A queste – conclude la Presidente del Municipio Roma I Centro – si aggiungono i due centri giovani di Trastevere (in autogestione) e Matemù a Esquilino gestito da Cies Onlus che da questa sera diventeranno tre con Polibò che sarà gestito da Arci Solidarietà Onlus e finanziato grazie ai fondi della legge 285. Il programma prevede il DJ Set dei Borghetta Stile, la mostra e i laboratori interattivi di Emanuele Olives Illustrations e il laboratorio di Virtual Reality con il regista Claudio Casale”. (Comunicato Agenzia Dire)

VIDEO | Nel Municipio I di Roma apre il centro giovanile ‘Polibò’

 

Polibò, il cui nome è la fusione tra la vocazione del progetto (Polivalente) e il territorio in cui è collocato (via Boezio), nasce come servizio e come spazio extrascolastico con più di un obiettivo: promuovere l’aggregazione tra pari in uno spazio riconosciuto dai ragazzi e dalle famiglie; accompagnare gli adolescenti verso la scoperta di competenze, passioni, attitudini trasversali, tecniche e artistiche; facilitare l’acquisizione di un metodo di studio efficace e rispondente ai bisogni e agli stili di ciascuno; scoprire e riscoprire il proprio territorio e nuovi quartieri della città.
Centrale nella realizzazione del progetto sarà la collaborazione con le scuole del Municipio, per l’individuazione condivisa dei bisogni di ragazze e ragazzi e per consentire a Polibò di creare spazi intermedi tra scuola e territorio, diventando così un’opportunità per scoprire e approfondire passioni e interessi che non sempre trovano sfogo a scuola o nei luoghi di aggregazione informale. Un Centro di Aggregazione Giovanile è dunque un luogo intermedio, uno spazio allo stesso tempo strutturato e libero, un servizio per le famiglie e soprattutto per le ragazze e i ragazzi.
Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 19. Per partecipare alle attività è necessaria un’iscrizione, completamente gratuita:
– Inviando una mail a boezio@arcisolidarietaonlus.com;
– Contattando Arci Solidarietà Onlus allo 0689566579;
– Recandosi presso il Centro in Via Boezio 1.
Le offerte di Polibò in sintesi:
– Gruppi studio e aiuto compiti;
– Laboratori artistici e creativi;
– Tempo libero, free wifi;

 

11 ottobre – Al WEGIL i giovani e il lavoro sono al centro del Cantiere Insieme Generiamo Lavoro Roma. Grazie ad ACLI di Roma aps e a Lidia Borzì, alla Diocesi di Roma pastorale lavoro, alla Regione Lazio e a tutti gli enti coinvolti. Scuola e rete sono le parole d’ordine per avvicinare i giovani al lavoro: lavoro è dignità, è futuro, per le persone e per il paese, è affermazione dei propri desideri e aspirazioni. La politica deve mettere al centro questo tema, che è il fulcro dello sviluppo del paese, ma soprattutto è il cardine dell’autodeterminazione, dell’autonomia di ogni persona, nella nostra città e in tutto il paese.

Riflessioni sulle politiche per il lavoro

Approfondimenti:

GeneriAMO LavORO – Intervento di Sabrina Alfonsi

Riflessioni sulle Politiche per il Lavoro

FESTIVAL DEI CORI

5 ottobre – Una serata di musica emozionante, davvero. Nella bellissima cornice della sala Alessandrina nel Complesso Monumentale del Santo Spirito in Sassia, abbiamo accolto i ragazzi di Samotracia, grazie al patto di amicizia e scambio culturale stretto tra l’Isola greca e il primo municipio. Un percorso lungo, iniziato tre anni fa e che ha condotto una classe del liceo Tasso in Grecia ed ora i ragazzi di Samotracia a Roma, seguendo il fil rouge del viaggio di Enea nel Mediterraneo, dalla Grecia all’Italia. Due cori a confronto, due culture che si comprendono pur parlando lingue diverse: il Coro del liceo di Samotracia e il Coro che Non C’è, composto da ragazzi di vari licei romani. È nata così la prima edizione del Festival dei Cori! Noi crediamo profondamente nell’Europa unita e oggi abbiamo ripercorso, attraverso la musica, una delle radici comuni che ci appartengono. Un grazie particolare alla Comunità Ellenica, che ha voluto sostenere con forza questo progetto, e a tutti coloro che hanno contribuito a rendere vivo questo bellissimo patto di amicizia!

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Samstag, 5. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Samstag, 5. Oktober 2019

 

 

4 ottobre – In occasione della Festa degli Alberi nelle scuole, ricorrenza voluta nel 2000 dall’allora Ministro alle Politiche Agricole e Forestali Alfonso Pecoraro Scanio, oggi presente in qualità di Presidente della Fondazione UniVerde,, abbiamo reso ancora più bello il giardino della scuola Leopardi gestito dal Municipio.
Un giardino, che grazie alla collaborazione del comitato dei genitori e dell’agronomo Franco Paolinelli è oggi un fiore all’occhiello del nostro territorio e un esempio su come sia possibile gestire al meglio il verde della nostra città.
I 300 alberi della Leopardi, monitorati e periodicamente potati, sono stati oggi arricchiti da un nuovo melograno, un frassino e due gelsi.
Alla presenza della Sindaca Raggi e del Ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti, dell’assessora al verde del Campidoglio Laura Fiorini e dei nostri assessori alla scuola Giovanni Figà-Talamanca e all’ambiente Anna Vincenzoni abbiamo rinnovato questo lavoro di concerto con la scuola, le associazioni ambientaliste del quartiere e il comitato dei genitori dandoci appuntamento per nuove piantumazioni per la festa dell’albero in programma il prossimo 21 novembre.

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Freitag, 4. Oktober 2019

 

 

 

3 ottobre – Mattinata dedicata alla visita delle scuole del nostro territorio. Insieme all’Assessore alla scuola Giovanni Figà-Talamanca abbiamo prima partecipato all’inaugurazione dei nuovi spazi rinnovati al Liceo Pilo Albertelli, in particolare un’aula studio dedicata ai “Caduti del mediterraneo” e un cineforum dedicato a E. Fermi. A seguire visita alla scuola media Visconti a Palazzo Ceva. Il tutto alla presenza del Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti.

 

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Donnerstag, 3. Oktober 2019

 

27 settembre – La Giunta del Municipio Roma I Centro, con una deliberazione adottata nella seduta odierna, ha stabilito che i prossimi bandi per i servizi collegati ai finanziamenti della legge 285 ‘Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunita’ per l’infanzia e l’adolescenza’ dovranno essere emanati dal Municipio eliminando la competizione relativa al ribasso dell’importo a base di gara e prevedendo quale criterio di aggiudicazione la valutazione degli elementi qualitativi dell’offerta tecnica. “Nel confermare tutti i servizi attualmente forniti dal Municipio in tema di infanzia e adolescenza, e quindi le nostre ludoteche, il Centro Famiglie, il Progetto Multiforme nelle Scuole, abbiamo dato mandato alla nostra Direzione Socio Educativa di emanare i prossimi bandi relativi al rinnovo di questi servizi, alcuni dei quali sono prossimi alla scadenza, eliminando dai criteri di attribuzione dei punteggi l’elemento del ribasso economico- commenta nella nota la presidente del Municipio Sabrina Alfonsi- in sostanza, mentre fino ad oggi e’ stato attribuito un punteggio maggiore ai progetti che prevedevano anche un ribasso economico rispetto agli importi a base d’asta, e quindi un risparmio per l’Amministrazione, oggi noi abbiamo fatto la scelta opposta, perche’ siamo convinti che in materia di servizi sociali, ed in particolare di servizi rivolti all’infanzia e all’adolescenza, piu’ che il risparmio debba essere premiata la qualita’ dei progetti che vengono messi in campo”. “Il nostro impegno- conclude l’assessore alle Politiche Sociali del Municipio Emiliano Monteverde- e’ quello di partire dai progetti 285 per costruire un percorso analogo da estendere a tutti gli ambiti del sociale in cui cio’ risulti possibile. Si tratta di una grande innovazione, che tra l’altro risponde ad una richiesta ‘storica’ del mondo del terzo settore a livello nazionale, che si basa sulla considerazione che i costi su cui vengono parametrati questi servizi (manodopera qualificata, sede, costi generali di gestione) sono per loro natura poco comprimibili. Per questo abbiamo scelto di non ritenere significativa la competizione dei concorrenti sul prezzo del servizio, attribuendo maggior rilievo, in relazione all’utenza accolta (bambini dai 4 agli 11 anni) e alle finalita’ della Legge 285/97, alla selezione delle offerte esclusivamente sugli elementi qualitativi che le caratterizzano”. (Comunicato Agenzia Dire)

CLIMA. ALFONSI: DOVEROSO ESSERE IN PIAZZA PER FRIDAYS FOR FUTURE

27 settembre – “Oggi, come amministratrice, era doveroso essere in piazza per il terzo sciopero globale del clima insieme a migliaia di giovani e giovanissimi. Roma, insieme ad oltre 100 le citta’ italiane in cui le piazze si stanno animando in queste ore per questo Friday for Future, deve essere in prima linea in questa battaglia per il futuro del nostro pianeta e della stessa sopravvivenza umana”. Lo ha detto la presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, in piazza oggi alla manifestazione per il clima organizzata nella Capitale. “Il territorio che amministro – precisa Alfonsi – e’ un concentrato di siti dall’alto valore archeologico, naturalistico-ambientale che potrebbero essere messi in pericolo se davvero le temperature dovessero aumentare di 3 gradi nei prossimi 80 anni. Siamo cosi’ convinti di questa urgenza che ieri il nostro Consiglio municipale ha approvato una mozione all’unanimita’, la numero 48, che chiede all’amministrazione capitolina di fare alcune scelte di campo. Per prima cosa di dichiarare lo stato di emergenza climatica come gia’ hanno fatto centinaia di citta’ in tutto il mondo e Milano Torino e Napoli, per citare le citta’ piu’ importanti, in Italia. In secondo luogo attuare tutti quei provvedimenti legati alla riduzione di gas climalteranti anticipando al 2030 l’obiettivo di emissioni zero, anche attraverso lo sviluppo di una mobilita’ sostenibile nella nostra citta’ aumentando i fondi destinati a piste ciclabili visto che la bicicletta, per spostamenti entro i 10 km, risulta essere il mezzo piu’ efficace, oltre che meno inquinante, in assoluto”. “Ma l’innalzamento del clima – continua la Presidente del primo Municipio – non comporta solo aumento dell’inquinamento ma anche della desertificazione che porta con se’ migrazioni e riduzione delle risorse idriche. A questo proposito un altro impegno concreto che chiediamo all’amministrazione e’ quello di ridurre la dispersione di acqua del 20% nei prossimi 5 anni. Insomma -conclude Alfonsi – dai trasporti alla gestione dei rifiuti, dalla difesa delle risorse naturali fino ad arrivare alla costruzione di abitazioni sostenibili, il grido di allarme di questi giovani va raccolto e puo’ essere occasione per una vera transizione dall’economia che abbiamo conosciuto fino ad oggi a una piu’ sostenibile grazie anche alle opportunita’ derivati dall’innovazione tecnologica”. (Comunicato Agenzia Dire)

Sono veramente felice e orgogliosa, c’è voluto tanto tempo ma finalmente il I Municipio ha il suo Centro Giovani in piena forma! Grazie ragazzi. #primomunicipio #centrogiovani #penitenza35

5 COSE BELLE SUCCESSE ALL'INAUGURAZIONE DI PENITENZA35: – Il ragù della signora Mara, emiliana di nascita, trasteverina di cuore e d'adozione, vincitrice a furor di popolo dello SCARPETTA CONTEST e tutti i sughi dei ristoranti di Trastevere 🥖- Il torneo di biliardino, seppur sia costato diverse amicizie 🏆 ⚽- I fuochi d'artificio (che non avevamo organizzato noi ma sembravano fatti a posta!) 💥- La musica della One Man Band e di Pete Teb, che è venuto a farci ballare direttamente da Chicago 🕺💃- Quattro innamoramenti confermati e due presunti, nuovi amici, balli scatenati e un video-regalo inaspettatoAl Roma Municipio I Centro, Il Ventriloco – Trastevere, FilmhausBasta, Centro Giovani – Municipio Roma I Centro, Alberto Biondi, Nadya Elpida Amaranta, Pete Teb, In VINO Veritas, Osteria Scarci Ristorante Rigatoni Democratici Big Star Checco Er Carettiere Signora Mara Signor Emilio Benedetta Colantoni ma soprattutto a TUTTI VOI, grazie. ❤️

Gepostet von Zalib & i Ragazzi di Via della Gatta #SaveZalib am Sonntag, 24. Juni 2018

 

ALFONSI: ORGOGLIO PER EVENTO UNICO NEL SUO GENERE

(DIRE) Roma, 8 mag. – “Siamo felicissimi di essere riusciti anche quest’anno a proporre questa bella manifestazione, alla quale teniamo moltissimo e che rappresenta uno dei nostri motivi di orgoglio”. A dirlo e’ la presidente del Primo Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, commentando la IV edizione del Grande Concerto delle scuole del territorio, ospitato quest’anno per la prima volta all’Auditorium della Conciliazione. Più di 500 giovani musicisti delle orchestre e dei cori delle scuole medie a indirizzo musicale si sono alternati sul palco offrendo un estratto dei loro repertori musicali, per poi unirsi in un’unica grande orchestra per l’esibizione finale. A concludere l’appuntamento, le performance dei gruppi musicali e delle formazioni corali delle scuole superiori.
Vasto il repertorio in cui si sono cimentati i vari istituti, dalla musica classica a quella moderna: dalle ‘Danze ungheresi’ di Brahms, a ‘Fantasia’ di Gershwin, fino a ‘Caro Diario’ di Nicola Piovani o a ‘I Magnifici 7’ di Bernstein, passando per brani di Morricone, Fox, Djawadi, Hawkins e Rodrigo. Gran finale con il ‘Va’ pensiero’ di Giuseppe Verdi e ‘O fortuna’ dai Carmina Burana di Orff. Ma non e’ mancato il pop-rock con incursioni nella discografia di Beatles, Led Zeppelin, King Crimson e Lenny Kravitz.
“Si tratta di un grande sforzo organizzativo- ha aggiunto Alfonsi- anche in considerazione della scarsità di risorse a disposizione del Municipio per l’organizzazione di eventi culturali come questo, che sono comunque necessari se si vuole garantire a questi ragazzi l’emozione e la soddisfazione di esibirsi su un palco vero e davanti a una platea numerosa. Un grande evento, unico nel suo genere a Roma, che coinvolge centinaia di persone tra musicisti, genitori e insegnanti. La bontà del progetto è confermata dall’ampia partecipazione delle scuole: del resto la musica è un elemento che unisce, crea empatia, insegna ai ragazzi che suonano in un ensemble che i risultati migliori si ottengono soltanto quando le energie si uniscono e tutti vanno nella stessa direzione. E’ un grande insegnamento di vita, un percorso didattico e formativo che dovrebbe essere supportato in modo adeguato dalle istituzioni perché’ rappresenta uno potente stimolo per i nostri giovani a coltivare la partecipazione alla vita civile e sociale”.
Al concerto hanno partecipato i ragazzi delle terze medie degli istituti Parco della Vittoria, Regina Margherita, Visconti, Virgilio, via delle Carine, Claudio Abbado, Regina Elena, il coro della scuola Di Donato; il coro del Liceo Albertelli, le band dei licei Newton, Virgilio e Cavour.

 

SCUOLA. ROMA, MUNICIPIO I: GRANDE CONCERTO AD AUDITORIUM CONCILIAZIONE ALFONSI: ORGOGLIO PER EVENTO UNICO NEL SUO GENERE(DIRE) Roma, 8 mag. – "Siamo felicissimi di essere riusciti anche quest'anno a proporre questa bella manifestazione, alla quale teniamo moltissimo e che rappresenta uno dei nostri motivi di orgoglio". A dirlo e' la presidente del Primo Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, commentando la IV edizione del Grande Concerto delle scuole del territorio, ospitato quest'anno per la prima volta all'Auditorium della Conciliazione. Più di 500 giovani musicisti delle orchestre e dei cori delle scuole medie a indirizzo musicale si sono alternati sul palco offrendo un estratto dei loro repertori musicali, per poi unirsi in un'unica grande orchestra per l'esibizione finale. A concludere l'appuntamento, le performance dei gruppi musicali e delle formazioni corali delle scuole superiori.Vasto il repertorio in cui si sono cimentati i vari istituti, dalla musica classica a quella moderna: dalle 'Danze ungheresi' di Brahms, a 'Fantasia' di Gershwin, fino a 'Caro Diario' di Nicola Piovani o a 'I Magnifici 7' di Bernstein, passando per brani di Morricone, Fox, Djawadi, Hawkins e Rodrigo. Gran finale con il 'Va' pensiero' di Giuseppe Verdi e 'O fortuna' dai Carmina Burana di Orff. Ma non e' mancato il pop-rock con incursioni nella discografia di Beatles, Led Zeppelin, King Crimson e Lenny Kravitz."Si tratta di un grande sforzo organizzativo- ha aggiunto Alfonsi- anche in considerazione della scarsità di risorse a disposizione del Municipio per l'organizzazione di eventi culturali come questo, che sono comunque necessari se si vuole garantire a questi ragazzi l'emozione e la soddisfazione di esibirsi su un palco vero e davanti a una platea numerosa. Un grande evento, unico nel suo genere a Roma, che coinvolge centinaia di persone tra musicisti, genitori e insegnanti. La bontà del progetto è confermata dall'ampia partecipazione delle scuole: del resto la musica è un elemento che unisce, crea empatia, insegna ai ragazzi che suonano in un ensemble che i risultati migliori si ottengono soltanto quando le energie si uniscono e tutti vanno nella stessa direzione. E' un grande insegnamento di vita, un percorso didattico e formativo che dovrebbe essere supportato in modo adeguato dalle istituzioni perché' rappresenta uno potente stimolo per i nostri giovani a coltivare la partecipazione alla vita civile e sociale".Al concerto hanno partecipato i ragazzi delle terze medie degli istituti Parco della Vittoria, Regina Margherita, Visconti, Virgilio, via delle Carine, Claudio Abbado, Regina Elena, il coro della scuola Di Donato; il coro del Liceo Albertelli, le band dei licei Newton, Virgilio e Cavour.(Red/ Dire18:34 08-05-18 .

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Mittwoch, 9. Mai 2018

I ragazzi e le ragazze delle nostre scuole, ora, all’Auditorium della Conciliazione! Bravissimi!

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 8. Mai 2018

La Grande Orchestra delle Scuole nel “Va pensiero” di Giuseppe Verdi”. Da non credere che suonano insieme dopo averla provata una volta soltanto!.

La Grande Orchestra di tutte le scuole nel "Va Pensiero". E' da non credere che suonano insieme per la prima volta…

Gepostet von Sabrina Alfonsi am Dienstag, 8. Mai 2018

Va Pensiero, grande orchesta delle scuole del Primo Municipio

Grande successo del Concerto delle Scuole del Primo Municipio, giunto alla quarta edizione, quest'anno all'Auditorium Conciliazione. Oltre 700 musicisti di 12 scuole si sono alternati sul palco, l'impegno di ciascuno per un meraviglioso risultato comune. Ecco uno dei brani eseguiti dalla grande orchestra delle scuole (150 strumenti e oltre 100 coristi, di 7 diverse scuole)

Gepostet von Giovanni Figà-Talamanca am Dienstag, 8. Mai 2018

Roma, 25 maggio  –  Questa mattina cerimonia di inaugurazione della “Ship of Tolerance” al’Accademia delle Belle Arti di Roma: un progetto itinerante degli artisti concettuali ucrainii Ilya e Emilia Kabakov, nato nel 2005 per promuovere l’arte e la cooperazione tra culture diverse. L’abbiamo inaugurata, insieme al Ministro Valeria Fedeli e ai ragazzi della scuola “Regina Margherita” di Trastevere che, insieme ad alunni di altre scuole romane, con i loro disegni bellissimi l’hanno colorata.

Con loro, nelle fasi preliminari, alcuni psicologi del Telefono Azzurro, chiamati ad affrontare in classe il tema della tolleranza. Kit con tele e colori sono stati forniti dalla Fondazione Kabakov.
Si tratta dunque di un’ opera in progress e in movimento, portatrice di messaggi destinati a viaggiare. Un oggetto simbolico, relazionale e concettuale, con cui diffondere un’immagine del mondo a misura dei più giovani: purezza, spontaneità, curiosità, diventano strumento di apertura e di conoscenza, in assenza di sovrastrutture sociali, di pregiudizi acquisiti, di cinismi e barriere resistenti. Con un obiettivo concreto che è già sul tavolo: istituire una Giornata della Tolleranza, da celebrare in
tutte le scuole d’Italia.
La battaglia per il rispetto dei diritti civili, per l’abbattimento dei muri e per la costruzione di un futuro di tolleranza passa anche da qui, dall’educazione di coloro che saranno i cittadini di domani.
L’opera resterà esposta nello spazio della Piazza Ferro di Cavallo fino al 30 giugno 2017.